Violenza, aumentano le richieste d’aiuto “Anche a 70 anni si può cambiare vita”

di Pina Ferro

E’ in costante aumento il numero delle violenze che subiscono le donne tra le mura domestiche. E, accanto ad una maggiore consapevolezza alla denuncia si registra che spesso a vestire i panni dell’orco non sempre è il marito, ma anche il fratello maggiore o il padre. Numerosi i casi anche di violenza tra fidanzati, come spiega Stefania De Martino avvocato salernitano, componente centro antiviolenza. Avvocato De Martino, ci sono dei dati che danno il quadro della situazione a Salerno e provincia? «Io i dati non li amo anzi li detesto perché i dati non sono veritieri in quanto esiste una doppia lettura del dato: quello della denucia e quello che non emerge. Al centro antiviolenza arrivano segnalazioni che poi non diventano denuncia ed è questa la parte a cui noi teniamo di più. Non è facile avere una donna che si reca al centro violenza la prima volta e che decide subito di denunciare. Molto probabilmente non denuncerà mai, però quella è una donna che, comunque, accoglie e che comunque cerchiamo di salvare in qualche modo».

L’articolo completo sull’edizione digitale di oggi