Vincenzo Napoli lancia il suo slogan: Salerno ancora più avanti

Scritto da , 5 Settembre 2021
image_pdfimage_print

Finalmente è fatta, con la presentazione delle liste si chiude una settimana di passione, tra adempimenti burocratici e completamento delle liste. Il sindaco Napoli si ritiene soddisfatto delle 9 liste a sostegno. E’ ormai cominciata con la presentazione delle liste e dei candidati sindaco la campagna elettorale. Quali sono le sue sensazioni? “La campagna elettorale è un momento fondamentale per la vita democratica della Nostra Comunità. Voglio ringraziare tutte le donne e gli uomini che hanno scelto di candidarsi al mio fianco condividendo un impegnativo programma di lavoro al servizio della nostra amata Salerno. Abbiamo presentato liste di grande qualità: un giusto mix di esperienza e novità, espressioni di ogni quartiere ed attività. Persone credibili, competenti e piene di entusiasmo. Sono convinto che i Salernitani ci riconfermeranno in pieno la loro fiducia per quel che abbiamo fatto superando una difficile contingenza storica e per la concreta chiarezza dei nostri programmi. Allo stesso tempo voglio rivolgere un affettuoso pensiero ai concittadini che hanno deciso di candidarsi in altri schieramenti concorrenti. Ringrazio anche loro per essersi messi in discussione ed auspico che la campagna elettorale sia improntata al civile confronto su idee e programmi e non condotta su meschine denigrazioni”. Come ha deciso di impostare la sua campagna elettorale? “Lavorando ogni giorno al servizio della Nostra Comunità, come per tutti i cinque anni precedenti. In queste settimane siamo tutti concentrati su alcune sfide particolarmente importanti a cominciare dalla riapertura in sicurezza ed in presenza delle scuole. Sto visitando tutti gli Istituti e trovo grande entusiasmo, determinazione e collaborazione. Dobbiamo poi completare la campagna vaccinale. La città di Salerno ha risposto in modo esemplare all’appello vaccinale con media altissime di adesione in tutte le fasce d’età e categoria. Un ultimo sforzo per vincere la pandemia e riprenderci la vita. Stiamo poi lavorando in modo particolare su pulizia, igiene e decoro urbano. La riorganizzazione di Salerno Pulita ed alcuni investimenti importanti ci permettono di migliorare il servizio: sanificazioni, nuovi cestini, derattizzazione, pulizia arenili, droni per il controllo della differenziata. Confidiamo nella collaborazione di cittadini ed operatori economici per mantenere pulita la nostra Salerno che nei mesi scorsi è stata una meta turistica molto visitata. Con alcune associazioni di volontariato attiveremo delle squadre di controllo del territorio per difenderne la pulizia. Partono i cantieri per la ristrutturazione del Corso Vittorio Emanuele ed il Parco del Mercatello. Si va verso il completamento di Piazza della Libertà con la nuova passeggiata a mare, il nuovo molo Manfredi al cospetto della Stazione Marittima. E’ una bella agenda di lavoro che io e gli altri candidati al consiglio comunale arricchiremo con una serie d’incontri nei quartieri, con le categorie economiche, le associazioni, il mondo della cultura e delle professioni, i giovani”. Salerno ancora più avanti Perché ha scelto questo slogan elettorale? “Salerno ancora più avanti perché, dopo la terribile pandemia che ha bloccato e rallentato, la vita e l’economia del mondo siamo finalmente nelle condizioni di ripartire alla grandissima. La sinergia con la Regione Campania guidata dal Presidente Vincenzo De Luca è una risorsa preziosa perché ci permette di realizzare progetti ambiziosi: PalaSalerno per lo sport ed i grandi eventi, Nuovo Ospedale per migliorare la qualità del servizio e le condizioni di lavoro e degenza, depurazione delle acque e ripascimento del quale già abbiamo apprezzato i primi benefici, Salerno hub dell’AV ferroviaria tra Roma e Reggio Calabria, servizio metropolitano ferroviario sull’asse Università-Salerno-Aeroporto, ampliamento dell’Aeroporto Salerno Costa d’Amalfi, completamento del dragaggio dei fondali e Porta Ovest per aumentare la competitività del porto commerciale e turistico. In quale realtà urbana delle dimensioni di Salerno esiste un simile concreto programma di sviluppo che genererà economia e lavoro specialmente per i nostri giovani? Chi è contrario alle Grandi Opere è contrario al futuro di Salerno. Chi intende contrastare questi programmi con dissensi ideologici e cavilli ostruzionistici rende tutti noi più poveri e senza speranza. Salerno vince. Noi siamo Fieri di Salerno!”. Come intende migliorare l’organizzazione ed il funzionamento della macchina comunale? “La situazione migliorerà decisamente a partire dai prossimi mesi. Siamo in sofferenza, come tutti i comuni italiani. Quota cento ed il blocco delle assunzioni hanno determinato un crollo del personale con sofferenze in alcuni settori, come ad esempio gli uffici anagrafici territoriali che siamo stati costretti a chiudere. Dopo anni di buio, però, vediamo la luce in fondo al tunnel. Quasi duecento vincitori del Concorsone della Regione Campania prenderanno servizio in questo mese di Settembre. Nel periodo di tirocinio ne abbiamo apprezzato la preparazione e la voglia di fare. Saranno immediatamente operativi per supportare i servizi ai cittadini. Il Decreto Ristori poi ci restituisce alcune importanti risorse economiche che daranno respiro al bilancio. Potremo investire ulteriormente sulla digitalizzazione, mantenere il programma di politiche sociali che ha retto anche durante il periodo pandemico dove nessuno è rimasto solo. Salerno sarà sempre una comunità accogliente; lo è stata durante lo sbarco dei migranti, lo sarà – nel quadro degli impegni internazionali dell’Italia – anche con i profughi afgani”. Dopo l’Avvocato Malinconico, il film di Rocco Papaleo. Salerno è diventata un set per fiction e cinema. Insieme alle luci dei set si accenderanno quelle “d’Artista”? “Queste importanti produzioni hanno scelto Salerno come set trovando condizioni operative, supporto logistico e location perfette per raccontare storie destinate al grande pubblico. La loro uscita nelle sale e la messa in onda saranno un importante promo per Salerno, accompagnandone l’ulteriore ripresa turistica. Salerno è bella, piace. La stiamo abbellendo anche con la realizzazione di murales, una sorta di galleria d’arte contemporanea en plein air. Stiamo lavorando per riprendere il filo dei grandi appuntamenti culturali e degli eventi. La stagione lirica del Teatro Verdi al Ghirelli è stata un grande successo, all’Arena del Mare abbiamo aggiunto quella del Mercatello con un esperimento di delocalizzazione che ha ben funzionato. Bene tutta la programmazione estiva con la tradizionale rassegna dei Barbuti, il Salerno Letteratura Festival, le mostre di Palazzo Fruscione e Tempio di Pomona. Stiamo ragionando su di una formula che in piena sicurezza permetta di riaccendere le “Luci d’Artista” ovviamente con modalità di fruizione diverse rispetto al passato e presenze compatibili con l’andamento pandemico. Continueremo ad investire su arte, cultura, eventi. Apriremo un Museo d’Arte Contemporanea che raccolga anche il patrimonio artistico della Fondazione Filiberto Menna oltre che ad esposizioni temporanee e permanenti. Siamo convinti che arte e cultura arricchiscano la Nostra Comunità, valorizzino i talenti locali generando lavoro, aumentino l’attrazione della città. E naturalmente confidiamo anche nella Salernitana ed in tutte le altre formazioni sportive cittadine affinché ci regalino tante soddisfazioni. Macte animo”.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->