Viabilità e vivibilità: la ricetta del consigliere regionale Cascone

Scritto da , 23 Luglio 2020
image_pdfimage_print

Vivibilità e viabilità viaggiano di pari passo: non perde occasione per ribadirlo il consigliere regionale Luca Cascone, presidente della Commissione Trasporti, Lavori Pubblici e Urbanistica, fautore della mobilità come punto fondamentale della qualità della vita dei territori, soprattutto delle aree interne. “Sul piano delle infrastrutture – spiega Cascone – la Regione Campania a guida De Luca ha voluto mettere in campo una programmazione che investisse fortemente sulla viabilità di tutto il territorio, non solo puntando sul potenziamento degli assi viari principali, quali la terza corsia della Salerno-Mercato San Severino e la SS 268, ma, soprattutto, finanziando progetti di natura locale basati sulle necessità dei singoli comuni. Abbiamo dunque investito in viabilità nel senso più semplice possibile, seguendo una scelta precisa fatta dal governatore Vincenzo De Luca nell’allora 2016: investire nella viabilità locale, anche alla luce delle grandi difficoltà che le Province, a seguito della riorganizzazione dopo la riforma del 2014, avevano avuto nella gestione delle strade di propria competenza, destinandole all’incuria. Abbiamo quindi destinato quasi 600 milioni di euro sulla viabilità definita “minore”, dando una mano ai comuni e alle province dell’intera Campania a mettere anzitutto a posto le strade e, dove richiesto, a realizzarne anche qualcuna nuova. Una scelta di senso, fondata su un fatto indiscutibile: se parliamo di aree interne dobbiamo parlare di mobilità, se vogliamo fare la lotta allo spopolamento dobbiamo non solo far sì che sia facile poter investire nelle aree interne ma anche che sia facile muoversi per chi vive in queste aree”. Quante risorse sono state stanziate nei 5 anni a favore delle aree interne della provincia di Salerno e per quali progetti? “Considerando solo le aree prettamente interne della nostra provincia quali gli Alburni, l’Alto e Medio Sele e il Tanagro, sono stati destinati circa 40 milioni di euro per migliorare e mettere in sicurezza la rete stradale. L’impegno della Regione Campania a guida De Luca è stato volto anzitutto a rendere le zone interne accessibili, con lo stanziamento delle risorse necessarie all’ammodernamento dei collegamenti e degli assi viari comunali e intercomunali di quasi tutti i comuni di queste aree. Interventi indispensabili per dare alla provincia di Salerno una marcia in più. Come dicevo prima, in merito alla progettualità abbiamo dato ascolto e seguito alle esigenze dei territori, valutando e ammettendo a finanziamento le proposte presentate o da singoli Comuni o da Unione di Comuni o dall’Ente Provincia. Un lungo lavoro di sintesi e di raccordo tra i territori che in Regione abbiamo cercato di svolgere nel modo più celere possibile, anche se purtroppo spesso è incappato in un sistema nazionale burocratico farraginoso, che ha reso e rende sempre lunghe e complesse le procedure di avvio dei lavori.” Ci vuole menzionare qualche progetto per ogni area su citata? “Assolutamente. Negli Alburni proprio a fine giugno ho trascorso un’intensa mattinata all’insegna dell’avvio di alcune opere: abbiamo inaugurato il cantiere del tratto della SP12 tra località San Vito ad Ottati e Sant’Angelo a Fasanella, finanziato per oltre due milioni di euro, che consentirà la messa in sicurezza di una strada percorsa ogni giorno da moltissimi residenti e ad elevato rischio idrogeologico. Lo stesso giorno abbiamo dato il via anche ai lavori per la sistemazione e la messa in sicurezza della strada di “Ponte Pestano” – SP 88 che collega i comuni di Serre, Controne e Postiglione: l’intervento, del valore di 1,9 milioni di euro, è volto a migliorare la viabilità fra i comuni degli Alburni. Nell’area del Tanagro tra i progetti finanziati vi è quello dei lavori di realizzazione della Strada intercomunale tra Salvitelle e Buccino, di completamento della SP 427 nei tratti innesto SR 94-b (Salvitelle-Braida) e Innesto SR 407-b, cui abbiamo destinato 2 milioni e 300mila euro. Infine, tra i progetti finanziati nell’Alto e Medio Sele ricordiamo quello presentato dal Comune di Campagna per la messa in sicurezza delle infrastrutture stradali comunali (1 milione e 300mila euro stanziati) e quello presentato dal Comune di Oliveto Citra per il completamento, riammagliamento e messa in sicurezza della Rete Stradale a servizio dell’Area Industriale dal valore di 1 milione di euro. L’impegno, trasversale, della Regione Campania a favore di tutto il territorio salernitano e alle aree interne in particolare non si è limitato solo alla viabilità bensì ha interessato anche gli interventi necessari alla difesa idrogeologica e alla realizzazione delle opere essenziali alla metanizzazione delle aree ancora in attesa, da oltre un decennio, del completamento di un iter che ha riscontrato tante difficoltà tecniche e burocratiche per definire i progetti e garantire i fondi. Proprio al fine di accelerare la realizzazione del programma per la metanizzazione, la Regione Campania ha stabilito di destinare le risorse indispensabili per confinanziare le opere necessarie alla sua finalizzazione”.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->