Vergogna sanitaria ad Eboli

Scritto da , 4 Gennaio 2013
image_pdfimage_print

Oltre 400mila euro di fondi pubblici gettati dalla finestra. Sono le risorse del finanziamento regionale destinato alla realizzazione degli uffici del distretto sanitario di Eboli della Asl Salerno. Siamo in zona Acquarita, alle porte di Eboli, la cosiddetta area ospedaliera. La stessa area che era stata indicata per ospitare il nuovo ospedale unico della Valle del Sele e che ora ospita solo l’ennesimo ritardo nei lavori pubblici. Chi si recasse nella zona troverebbe l’area del cantiere, i cartelli che indicano i lavori da eseguire ed il finanziamento assegnato. Ma di realizzazioni neanche l’ombra. E dire che di insediamenti sanitari in questa zona si parla da decenni, fino all’ultimo finanziamento regionale riconosciuto. Un finanziamento che dovrebbe servire a realizzare a palazzina degli uffici del distretto sanitario. Migliaia di metri quadri per la parte amministrativa della sanità sul territorio. Gli stessi uffici che oggi occupano l’altra struttura sanitaria in località Acquarita. In definitiva, in quest’area doveva sorgere, insieme con la palazzina degli uffici, anche la residenza per anziani. Invece, i ritardi e le pastoie buocratiche, e forse anche qualche interesse privato, hanno impedito che si realizzassero entrambe le strutture. E, naturalmente, ne ha fatto le spese la parte più debole, cioè coloro i quali avrebbero dovuto usufruire della residenza per anziani. Per qualche tempo i lavori sono stati realizzati, ma sembra che da circa due anni tutto sia fermo. L’ennesimo esempio di lavori pubblici serviti solo a far sparire risorse pubbliche, soldi dei cittadini, fondi che potevano essere utilizzati in maniera diversa, più utile alla collettività. Un pessimo biglietto da visita per un’area ed un Comune che pretenderebbero di ospitare l’ospedale unico della Valle del Sele. Ma forse ciò che appare piùsconcertante è l’indifferenza delle istituzioni rispetto ad un intervento che doveva essere motivo di qualificazione dell’azione amministrativa e che invece è solo l’ennesima occasione per sperperare soldi pubblici. Qualche parolina la si aspetterebbe dal Comune, una volta liberati gli amministratori dagli impegni di partito che non interessano gli ebolitani. O dalla Asl, che proprio ieri ha annunciato i lavori per il reparto di nefrologia e che dovrebbe guardare anche ad Acquarita.
 

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->