Ventuno firme di consiglieri per il doppio senso in via Croce

Scritto da , 5 Novembre 2019
image_pdfimage_print

di Andrea Pellegrino

Ventuno firme di consiglieri comunali per riaprire il doppio senso di circolazione lungo via Benedetto Croce. Diciannove per estendere la zona a traffico limitato in via Monti. Sono queste le due proposte che potrebbero approdare in Consiglio comunale durante la prossima seduta. Questa mattina la conferenza dei capigruppo per fissare l’ordine del giorno e la data. Torna la battaglia bipartisan per ripristinare il doppio senso di circolazione in via Benedetto Croce, all’ingresso della città di Salerno. Una battaglia sostenuta anche da una raccolta di firme che fu intrapresa dai cittadini e dai partiti qualche mese a fa a Salerno città e nella vicina Vietri sul Mare. Un provvedimento, però, osteggiato duramente dall’amministrazione comunale e da parte dei consiglieri comunali di maggioranza. Ma ora sulla scrivania del primo cittadino arriveranno le firme di 21 consiglieri comunali di opposizione e di maggioranza per riproporre il provvedimento, più volte bocciato. La proposta vede protagonisti Nico Mazzeo (consigliere comunale di maggioranza e primo firmatario) e Roberto Celano (consigliere comunale di minoranza). Tra i firmatari, oltre l’opposizione (ad eccezione di Antonio Cammarota), c’è il gruppo socialista al completo, poi i consiglieri comunali Mimmo e Peppe Ventura, Horace Di Carlo, Felice Santoro, Corrado Naddeo, Antonio D’Alessio, Leonardo Gallo, Pietro Stasi, Antonio Fiore, Rosa Scannapieco, Lucia Mazzotti e Paky Memoli. Ieri mattina, inoltre, la commissione viabilità ha ospitato l’assessore alla mobilità Mimmo De Maio che ha chiarito gli aspetti del nuovo piano traffico, al cui interno c’è una simulazione che prevede vantaggi e svantaggi rispetto alla riapertura del doppio senso di circolazione. Il piano, nello specifico, prevederebbe – a detta dell’equipe che ha redatto lo strumento – la perdita di stalli di sosta. Più volte, però, alcuni consiglieri comunali e anche esperti del settore hanno dimostrato come gli stalli presi in considerazione dallo studio siano praticamente abusivi. Più volte è stata richiesta, senza fortuna però, una fase sperimentale che potesse permettere di valutare sul campo e non solo sulla carta, i benefici o gli eventuali svantaggi del doppio senso di circolazione lungo via Croce. «Ho protocollato la richiesta – spiega Nico Mazzeo – che è ampiamente condivisa dai consiglieri comunali di maggioranza ed opposizione. Non escludo che nelle prossime ore si possano aggiungere altri colleghi di maggioranza. Spero che il sindaco Napoli prenda in considerazione l’iniziativa, così come prenda in considerazione lo studio sul viadotto Gatto e faccia partire gli interventi di manutenzione previsti».

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->