Venti arresti per frode. Presi pure tre poliziotti, indagati carabinieri

Scritto da , 31 Gennaio 2013
image_pdfimage_print

Misure cautelari per 20 persone di cui 3 in carcere e 17 ai domiciliari. Tutti sono ritenuti responsabili di associazione a delinquere finalizzata alla truffa ai danni dello Stato e dell’Unione Europea, riciclaggio, accesso abusivo ai sistemi telematici, corruzione e falso in atto pubblico nonché di altri reati riferiti alla normativa sui finanziamenti comunitari e sulle accise in particolare connessi all’illecita destinazione di carburante agevolato ad uso agricolo ed all’illecito recepimento di finanziamenti comunitari destinati al sostegno del comparto agroalimentare oltre a beni sequestrati del valore di circa 5 milioni di euro.

 

E’ il risultato dell’operazione denominata “Evergreen” portata a termine dai Carabinieri del Antifronti di Salerno guidato dal Capitano Vincenzo Ferrara e che ha visto impegnati oltre cento militari dei Comandi Provinciali di Salerno, Napoli, Avellino e Potenza in esecuzione ad una ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip del Tribunale di Salerno su richiesta della Procura. Secondo gli inquirenti si tratta di una organizzazione criminale ben strutturata messa in piedi da un sedicente imprenditore agricolo e da due commercialisti che avvalendosi di una fitta rete di complicità, tra cui quella di appartenenti alle forze di Polizia, ed i un impiegato della Provincia di Salerno, costituivano imprese agricole fittizie allo scopo di ottenere agevolazioni sulla tassazione dei carburanti ed illeciti finanziamenti in cifre per oltre i 107mila euro su programma “sviluppo rurale dell’Unione Europea”, fondi destinati al sostegno del comparto agricoltura della Regione Campania. Le basi logistiche dell’organizzazione criminale sono state individuate in due depositi di carburanti a Battipaglia ed a Serino.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->