Urtato da un taxi in piazza Vittorio Veneto, Luigi Citro muore dopo dieci giorni di agonia

Scritto da , 16 novembre 2015
image_pdfimage_print

Dieci giorni di agonia prima di spegnersi. Non ce l’ha fatta Luigi Citro, il 74enne originario di Calvanico, che lo scorso 6 novembre fu protagonista, suo malgrado, dell’inaugurazione del nuovo volto di piazza Ferrovia a Salerno. L’uomo, infatti, mentre era intento ad attraversare la strada fu urtato da un taxi in transito. Ora si dovrà stabilire l’eventuale collegamento tra l’incidente avvenuto dieci giorni fa al centro di Salerno ed il decesso del pensionato: nella caduta, l’uomo riportò – stando alle cure prestategli presso il San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona, dove fu trasportato da un’ambulanza dell’Humanitas – trauma alla testa con ferita alla zona occipitale, collare e spinale. Non fu chiaro se Citro fu colto da malore prima dell’urto con il taxi o meno. Nei prossimi giorni si il quadro sarà più chiaro e si saprà se vi saranno anche risvolti di carattere penale.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->