Universiadi: da Pastore l’affondo vincente «Grande occasione»

Scritto da , 18 Marzo 2019
image_pdfimage_print

“Le Universiadi rappresentano un’occasione per lo sviluppo sportivo della nostra regione. Sono molto contento che la Campania possa ospitare un evento del genere”. Lo ha detto lo schermidore salernitano pliricampione Giampiero Pastore, parlando della kermesse che si svolgera’ nel prossimo mese di luglio in Campania. L’atleta salernitano, due volte medaglia olimpica nella sciabola, conosce bene questa manifestazione per avervi partecipato nel 1997 in Italia e nel 2001 in Cina, vincendo nella prima occasione un oro a squadre e nella seconda un argento sia nell’individuale che a squadre. “Ho dei ricordi molto belli legati alle Universiadi – ha proseguito Pastore perche’ quelle, insieme ai Giochi del Mediterraneo, furono le mie prime esperienze in eventi sportivi multidisciplinari. Durante questa manifestazione si ha la possibilita’ d’incontrare molti atleti e di confrontarsi con un livello altissimo”. Le Universiadi 2019, tra l’altro, vedranno coinvolta anche la Valle dell’Irno, terra che ha dato i natali a Pastore e che ospitera’ proprio il torneo di scherma al campus universitario di Baronissi (Salerno). “Sono felice che sia stata portata la scherma a due passi da dove sono cresciuto e ho passato gran parte della mia adolescenza. Il Palacus di Baronissi gia’ da un po’ di anni, grazie al lavoro del presidente del comitato regionale FederScherma Campania, Matteo Autuori, sta ospitando numerose gare alle quali tutti gli atleti partecipano con grande piacere. La nascita di nuovi impianti favorira’ lo sport. Sono molto curioso di assistere alle Universiadi, sara’ sicuramente una bella esperienza e vorro’ esserci come spettatore”. Pastore ha anche sottolineato l’importanza dei volontari.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->