Una tecnologia invisibile

Nasce Ultrahaptics, una tecnologia touchless con la quale sarà possibile scegliere il volume della musica senza toccare alcun tasto.

Sriram Subramanian, professore all’università di Bristol, ha sviluppato la tecnologia e spiega come funziona: “Quando andate in discoteca o a un concerto rock, sentite la musica sul petto. È lo stesso principio: il suono vibra sul petto. Noi, al posto dei bassi, usiamo ultrasuoni a bassa frequenza – circa quaranta chilohertz – e in questo modo siamo in grado di indirizzare il suono in un punto preciso sulla punta del dito o sul palmo della mano, così che si sente il palmo vibrare e lo si percepisce in modo preciso”.

“Uno dei vantaggi di un sistema touchless -dice Subramanian – è che l’interazione viene verso di te: invece di andare a toccare l’interruttore della luce, basta agitare la mano e la luce si accende”.

Tale tecnologia è applicabile all’elettronica di consumo, agli elettrodomestici e alle automobili.

 

di Letizia Giugliano