Una gara che incute pochi timori, ma non bisogna abbassare la guardia

Scritto da , 18 Gennaio 2013
image_pdfimage_print

  La Salernitana cercherà di aumentare il vantaggio in classifica sulle dirette avversarie. La gara di domani, il derby contro l’Aversa Normanna, rappresenterà un altro crocevia importante per la squadra di Carlo Perrone. Le insidie ci sono, è inutile nascondersi dietro un dito ma la capolista granata ha le qualità per superare anche questo ennesimo scoglio. La classifica dei padroni di casa è deficitaria a tal punto che la dirigenza granata (hanno gli stessi colori dei salernitani) in settimana ha dato il benservito al tecnico Sergio, ha richiamato in panchina l’allenatore di inizio stagione, Romaniello e incaricato l’esperto direttore sportivo Dionisio di portare nel casertano elementi che sono di categoria in questa sessione invernale del calciomercato. L’Aversa cerca, quindi, punti pesanti e la Salernitana si augura che lo possa fare subito dopo la conclusione di questo derby. Non c’è, comunque, nessun timore visto che tra le due squadre ci sono ben 28 punti di differenza ma è meglio diffidare di certe situazioni. Che possono rivelarsi veri <boomerang> se la gara si prende sottogamba. Non è il caso della Salernitana, crediamo, visto che proprio Perrone ha catechizzato a dovere i suoi ragazzi nel corso della settimana chiedendo loro di non abbassare la guardia e di avere la giusta concentrazione. Un concetto, questo, che ribadirà anche stamane, vigilia della gara, quando l’allenatore laziale nel corso dell’ultima rifinitura metterà a punto le ultime cose e soprattutto prenderà una decisione sul modulo da adottare al <Bisceglia> di Aversa.
Finora le indicazioni sono state abbastanza vaghe visto che Perrone ha mischiato le carte. L’assenza di Perpetuini fa presupporre che ci sia il rientro di Enrico Zampa in prima squadra proprio al posto del calciatore squalificato che, ironia della sorte, si ferma solo dopo la terza gara di andata giocata all’Arechi contro l’Aversa.  Allenatore era ancora Galderisi e fu la sua ultima gara in panchina prima dell’esonero. Dunque l’innesto domani di Zampa come regista farebbe presupporre che il resto della formazione potrebbe rimanere inalterato con l’altra variante che è Ginestra, anche lui in campo dal primo minuto. Il <cobra> riprende il suo posto in squadra dopo il turno di squalifica. Va anche inquadrata la posizione che prenderà Mounard in campo. Se Perrone proporrà la difesa a quattro il francese potrebbe giostrare dietro le due punte Ginestra e Guazzo con capitan Montervino, Zampa e Mancini a centrocampo. Difesa confermata con il recupero di Molinari che fa tirare un sospiro di sollievo all’allenatore granata. La tifoseria, nel frattempo, si sta organizzando. Oltre ottocento biglietti venduti in men che non si dica. Gongola il cassiere dell’Aversa che certamente non ha mai visto un afflusso del genere al <Bisceglia> (e non lo vedrà più). Se le previsioni saranno rispettate la carica dei mille, ad Aversa, ci sarà. Perchè il via libera è stato concesso solo ai possessori della tessera e in queste ultime trasferte si sono mossi davvero in tanti. La Salernitana cercherà di dare una ulteriore dimostrazione di forza alla sua <calda> tifoseria che la sosterrà in questo derby.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->