Ugo Piastrella: “L’Arena del Mare, penalizzerebbe Salerno Mobilità”

Scritto da , 15 Giugno 2021
image_pdfimage_print

di Erika Noschese

L’arena del Mare non può essere prolungata perché Salerno Mobilità, la società del Comune di Salerno che gestisce – tra gli altri – il parcheggio del sottopiazza della Concordia – avrebbe una ingente perdita, in termini economici. A gettare benzina sul fuoco Ugo Piastrella, attore, regista teatrale e direttore artistico del Teatro Nuovo di via Valerio Laspro, ospite, ieri, della puntata di Tribuna Politica che ha visto protagonista l’assessore alla Cultura Antonia Willburger. Piastrella contesta all’amministrazione la decisione di non prolungare l’Arena, un mese in più, come accaduto lo scorso anno. “Pare che questa decisione dipenda da Salerno Mobilità che lamenta un mancato introito, per due mesi, in quanto non si potrebbe utilizzare il parcheggio del sottopiazza della Concordia e credo che sia questo il motivo principale”, ha dichiarato il regista e attore teatrale; parole, queste, confermate anche dall’assessore Willburger, evidenziando che la principale ragione sono le “entrate che mancano: durante tutto l’anno non abbiamo avuto entrate, abbiamo prolungato le varie entrate che normalmente ci spettano e lo scorso anno abbiamo fatto i conti con un costo enorme che quest’anno non avremmo mai potuto sopperire”. Piastrella ha sottolineato che la decisione di trasferire gli eventi presso il parco del Mercatello inevitabilmente penalizza, soprattutto quando si tratta di ospiti nazionali. Il direttore artistico del teatro Nuovo, tra le altre cose, ha proposto cinque opere, con spese economiche a suo carico ma contesta il bando: “perché si parla di vigili del fuoco, con l’onere a carico nostro?”, ha chiesto Piastrella, evidenziando che all’aperto il problema non si pone. “Se devo pagare gli artisti, il service, la pubblicità, la siae è chiaro che non rientro con le spese”, ha aggiunto il regista teatrale, sottolineando che l’unico contributo è dettato dalla vendita dei biglietti e su piccoli sponsor locali. “Quello è un fac simile, un bando standard che si adegua a seconda delle esigenze – ha replicato l’assessore Antonia Willburger – Dipende dall’evento, il bando va modulato secondo le esigenze”. Piastrella ha ribadito di essere pronto a fare la rassegna, assumendosi anche la paternità economica di tutti gli eventi che chiamerebbero in città tra gli altri Rosaria Porcaro, Paolo Caiazzo e Federico Salvatore, oltre che alla compagnia diretta dallo stesso Piastrella.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->