Tutti contro tutti e la serie B resta nel caos

Scritto da , 26 ottobre 2018
image_pdfimage_print

di Fabio Setta

Lo scontro è a livelli altissimi: da una parte la Figc dall’altro la lega di b, nel mezzo di un caos incredibile. l’unica certezza è che il turno di campionato previsto nel weekend si disputerà regolarmente. almeno in serie b. la lega pro, invece, è propensa al rinvio dei match delle squadre “ripescabili”, in attesa del consiglio Federale “unico organo statutariamente competente per decidere” convocato d’urgenza dal nuovo presidente della Figc, Gravina. la lega di b, però, non fa assolutamente marcia indietro, anzi. l’assemblea dei 19 club ha deliberato di impugnare la sentenza del tar dellazio dinanzi al consiglio di stato: “scopriamo che la Figc non riconosce le stesse delibere e ritiene di tutelare soggetti ancora non identificabili attraverso i ripescaggi – ha spiegato balata – siamo sconvolti del fatto che Figc non intende impugnare un’ordinanza che ha legittimato noi e che censura i suoi stessi provvedimenti. per questo chiediamo alla Figc se facciamo parte di questo mondo oppure no, se siamo dei figliastri Qualora ci fossero degli eventi che sconvolgeranno il campionato, ci rivolgeremo in tutte le sedi contro ogni soggetto responsabile, chiedendo dei risarcimenti”. a vuoto il tentativo della lega pro che tramite il futuro presidente Ghirelli aveva inviato i club a fermarsi. la situazione è davvero calda. teoricamente la Figc potrebbe anche commissariare la lega, magari bloccando il torneo e procedere ai ripescaggi come indicato anche dal sottosegretario alla presidenza del consiglio con delega allo sport Giorgetti. “chi pensa” – ha tuonato Gravina – “di riportare in capo a questa governance la responsabilità dell’attuale situazione dei format, la cui gravità è sotto gli occhi di tutti, così come ben evidenziato dalle ordinanze del tar del lazio, ha sbagliato indirizzo”.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->