Tutte le auto del Ministro, e si scatena la bufera dieselsu Danilo Toninelli

Scritto da , 19 Marzo 2019
image_pdfimage_print

Auto blu elettrica, auto di famiglia diesel: e si scatena la polemica. E’ capitato al ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli. Intervistato dal Tg2 Motori, Toninelli prima annuncia l’arrivo di una nuova auto di servizio rigorosamente elettrica, fa l’elogio dell’elettrico, esprime anche la speranza di lasciare a fine mandato un’Italia «piena di colonnine elettriche». Poi si va nel privato e lui elenca le auto di famiglia: la sua, una vecchia Golf gpl del 2007, della quale ha appena «rinnovato la bombola» e una «Jeep Compass» diesel a km zero appena comprata da sua moglie. E’ quest’ultima auto, euro 6, e non la vecchia Golf a gpl, che si accende la polemica sui social. La deputata Pd Alessia Morani apre: «Toninelli non si batte: dice di volere incentivare le automobili elettriche e dichiara di avere appena acquistato una macchina diesel. E’ sempre il numero uno assoluto #genio». Segue florilegio di “cinguettii” su web. Toninelli, impegnato a Cherasco con il premier Conte per un sopralluogo sul tracciato della Asti-Cuneo (uno dei cantieri da sbloccare), si sfoga via social. «Siamo oltre la follia. Stanno discutendo perfino sul fatto che io abbia comprato una macchina» ma poi spiega che la sua Jeep Compass “nuova” «non sarebbe stata comunque soggetta al “malus” in quanto ha emissioni ben al di sotto della soglia limite». In effetti dal libretto dell’auto risulta che le emissioni di Co2 sono a 117 gr/km, cioè sotto il limite 160 gr/km oltre il quale scatta ecotassa. Non solo, la nuova gamma di Suv, come pubblicizzano i concessionari possono godere dell’ecobonus fino a 6.000 euro. Il ministro spiega anche di aver acquistato un’auto usata «perché costa meno» e dice di usarla solo «per i lunghi viaggi». Viaggi impossibili per un’elettrica visto che non ci sono ancora abbastanza colonnine di ricarica.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->