Tribuna Politica, l’assessore Willburger: “Abbiamo scelto di non fare guerra tra poveri per gli eventi culturali in città”

Scritto da , 15 Giugno 2021
image_pdfimage_print

di Erika Noschese

“Associazioni e attività culturali fanno fatica ad andare avanti, dal governo non ci sono stati grandi aiuti ma l’amministrazione non si è mai fermata”. Lo ha dichiarato l’assessore alla Cultura del Comune di Salerno, Antonia Willburger, ricandidata al consiglio comunale di Saleno con il Psi che, ospite di Tribuna Politica, fa il punto della situazione sugli eventi estivi in città, fronteggiando anche una serie di proposte giunte, nel corso della puntata, dai lettori del quotidiano Le Cronache. “Non abbiamo mai smesso di mantenere contatti vivi con tutte le associazioni culturali per pensare cosa era possibile fare, cose concrete ma il problema è che, se lo scorso anno, è stato possibile fare grandi eventi, con un cartellone artistico, ampliando le offerte e dando l’opportunità di usufruire di tutto il necessario, a carico del Comune, quest’anno non è stato possibile perché noi stessi del Comune abbiamo grandi difficoltà”, ha dichiarato l’assessore, chiarendo che le casse vuote sono una conseguenza diretta delle decisioni dell’amministrazione comunale di aiutare le attività commerciali. Nonostante ciò, gli eventi ci saranno: confermati quelli standard che si realizzano da anni, come il teatro dei Barbuti, il premio Charlot e tutte quelle attività consolidate nel tempo, alcune delle quali usufruiscono di fondi regionali; poi, si terrà il cartellone del teatro Verdi, quello del teatro Ghirelli; al centro storico confermato il teatro dei Barbuti mentre il Parco del Mercatello avrà la sua Arena, con delle opportunità per tutti gli artisti locali. “Sono d’accordo sul fatto che sia riduttivo montare il Sea Sun solo per 17 giorni, ragion per cui abbiamo insistito a creare una maggiore opportunità, nel senso che se lo scorso anno abbiamo fatto confluire tutte le realtà all’Arena del Mare, con un grandissimo successo, ma quest’anno c’era la difficoltà dei fondi ed era una nota dolente: dovevamo decidere come distribuire quel poco che avevamo ma la decisione unanime è stata quella di distribuire su tutta la città gli eventi”, ha aggiunto l’assessore alla Cultura. L’amministrazione guidata dal sindaco Napoli ha scelto di dare una risposta a tutte le attività, soprattutto quelle che non vivono di contributi regionali. Tra le proposte sulle quali sta lavorando l’assessore anche mettere in piedi una compagnia di danza per il teatro Verdi mentre ha confermato che nei prossimi giorni ci sarà l’inaugurazione di piazza Dante, alle spalle delle poste centrali che potrebbe vedere protagonista Federico Sanguineti, autore di “Le parolacce di Dante” ed editoralista del nostro quotidiano Le Cronache.

Loredana Mutalipassi, danza: “Noi compagnie di danza penalizzate al Mercatello”

“E’ stato un anno terribile per il mondo dello spettacolo dal vivo che soffrono ancora gli effetti della pandemia”. Lo ha dichiarato Loredana Mutalipassi, insegnante di danza e titolare della scuola Artestudio che sottolinea la necessità di rilanciare eventi con una storia. “Ci sono cose che riescono a continuare sulla scia mentre altre no e questo è faticoso ma non è il caso dell’assessore Willbuerger che, come operatrice della cultura salernitana la vedo un po’ sola come amministratore – ha detto l’insegnante di danza – La disponibilità del parco del Mercatello, per le scuole di danza, è impossibile da cogliere come opportunità”. E proprio l’assessore alla Cultura ha chiarito il ruolo fondamentale che gioca il mondo della danza che andrebbe valorizzato al massimo, nonostante le tante difficoltà e il poco riconoscimento concesso anche dal governo.

Gianni Fiorito e Vincenzo Sica: Un festival per valorizzare i giovani artisti tutto l’anno

Tra le proposte avanzate all’assessore Willburger la realizzazione di un festival dedicato agli artisti di strada. Festival che, a conti fatti, esiste ed è il Salerno Limen Festival. A chiarirlo Gianni Fiorito, ideatore della kermesse che lo scorso anno ha ottenuto tanto successo e che ieri è stato ospite di Tribuna Politica. Fiorito propone all’assessore di creare un vero e proprio palinsesto di eventi che durante tutto l’anno dia spazio alle iniziative giovanili. Ha puntato l’attenzione, invece, sull’ex orfanotrofio Umberto I, Vincenzo Sica che chiede di riqualificare la struttura, per portare avanti il ricordo, la storia e la memoria di chi, in quell’istituto, ci ha passato una vita. “Voci dal Serraglio” è, infatti, la rubrica che cura Sica, proprio per ricordare ai tanti cittadini la storia di anni passati, mai dimenticati da tanti salernitani.

Antonio Ilardi, imprenditore: “Un comitato per sfruttare l’occasione di Procida”

Sfruttare l’occasione di Procida capitale della cultura per portare turismo a Salerno. Sposa la battaglia di Le Cronache, l’imprenditore salernitano Antonio Ilardi che, tra le altre cose, rilancia un aiuto concreto da parte dell’amministrazione comunale nella realizzazione di un polo museale all’interno dell’ex tribunale di Salerno. Proposta sostenuta dall’arcivescovo Andrea Bellandi grazie alla nascita di un comitato che si sta facendo promotore della proposta. “Salerno deve intercettare i flussi provenienti da Procida, con una serie di iniziative da proporre alla fiera di Rimini che si terrà nel mese di ottobre, prima che sia troppo tardi”, ha dichiarato Ilardi che propone la realizzazione di un comitato ad hoc che lavori su questa iniziativa e lo faccia in tempi rapidi, prima di prendere la grande opportunità concessa.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->