Tre modi per risparmiare (davvero) energia in casa

Scritto da , 8 Giugno 2021
image_pdfimage_print

Quando si parla di spese, tutti noi sappiamo che i costi maggiori appartengono alla nostra casa. Si fa ad esempio riferimento alla spesa alimentare, ma non solo, perché anche i costi in bolletta pesano molto, al punto da essere i maggiori in assoluto. È un discorso che vale soprattutto adesso, dopo mesi di pandemia e di lockdown: un periodo che ci ha costretto a restare fra le quattro mura domestiche per molte ore in più, fra smart working e smart learning, e con il conseguente aumento delle spese energetiche. Eppure esistono sempre dei modi per risparmiare energia in casa, così da abbattere i costi e gli sprechi, andando incontro anche al pianeta che ci ospita.

Le bollette e il vantaggio dell’autolettura

La priorità è tenere sempre sotto controllo le bollette, e in questo senso possono tornare utili le guide come questa sull’autolettura del gas di Wekiwi. L’autolettura è davvero molto importante, perché consente di dire addio ai consumi stimati, quasi mai veritieri e dunque fonte di possibili indecisioni sul da farsi e sulle cifre da pagare. In altre parole, la pratica dell’autolettura del contatore dà la possibilità di evitare eventuali sorprese poco gradite, così da poter sapere esattamente a quanto ammontano i consumi, regolandosi poi di conseguenza.

Occhio ai consumi degli elettrodomestici

Gli elettrodomestici possono diventare una pericolosa fonte di sprechi, specialmente se si utilizzano degli apparecchi antiquati, e se si usano nella maniera scorretta. Il primo consiglio è di sostituirli con modelli più recenti e con una classe energetica superiore (attenzione, perché i nomi delle stesse sono cambiati). In secondo luogo, è bene cercare sul web tutti i suggerimenti per usarli nel modo giusto, così da abbattere gli sprechi di energia. Per fare un esempio, pratiche come il prelavaggio con la lavastoviglie e la lavatrice sono da evitare.

Il risparmio si trova nei piccoli dettagli

I dettagli fanno la differenza, soprattutto quando si fa riferimento ad un bene prezioso come l’energia elettrica. Nella lista dei migliori metodi per risparmiare si trovano dunque alcune dritte ugualmente importanti, come l’evitare lo stand-by dei dispositivi elettronici, uno stato che spreca energia. In secondo luogo, si suggerisce di fare attenzione alle luci in casa, ricordandosi di spegnerle quando si esce dalla stanza. Qui può aiutare la domotica, con i vari sistemi di gestione automatica dell’impianto di illuminazione, dotati di sensore di presenza. Inoltre, è bene usare le lampadine LED, visto che hanno una durata superiore e consumano meno elettricità. In conclusione, i metodi per risparmiare sui consumi non mancano di certo, e la lista di oggi lo prova.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->