Trasferimento capolinea, autisti e sindacati sul piede di guerra

Scritto da , 16 giugno 2018
image_pdfimage_print

Erika Noschese

Il trasferimento del capolinea da via Ligea a via Vinciprova sembra essere ancora utopia. Stando a quanto inizialmente riferito, infatti, lo spostamento del capolinea dovrebbe avvenire il 2 luglio ma nella mattinata di ieri si è tenuto un sopralluogo tecnico in via Vinciprova per misurare l’effettiva capienza dell’area che sembra non riuscire a contenerli tutti. Le disposizione del Comune circa il trasferimento hanno messo sul piede di guerra autisti e sindacati che sembrano pronti a dar battaglia se anche solo uno dei punti richiesti non verrebbe realizzato. «Lo spostamento può avvenire solo se si rispettano le norme di sicurezza e per il 2 luglio sembra impossibile trasferire gli autobus da via Ligea», ha dichiarato Luca Ciardiello, in rappresentanza della Filt Cisl. Per i sindacati, dunque, necessario puntare soprattutto sulla recinzione dell’area per effettuare le manovre in sicurezza. Favorevole al trasferimento anche Salerno Mobilità ma al momento restano le preoccupazioni dei sindacati che avevano chiesto di rafforzare le zone periferiche quali via Ligea e stadio Arechi. Agli autobus attuali andrebbero ad aggiungersi altre 5 linee. «Siamo contrari a questo spostamento per tanti motivi, soprattutto perchè via Ligea è utile a molti pendolari», ha dichiarato Roberto Iemma della Fit Cgil. Sulla stessa linea di pensiero anche Maurizio Ottone della Uil Trasporti, contrario allo spostamento per tutelare i residenti della zona Porto che, recentemente, hanno anche dato inizio ad una raccolta firme per impedire il trasferimento. Intanto, lunedì alle 10 ci sarà un nuovo incontro presso la stazione della Polizia Municipale con la Cantarella.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->