Tagli alle corse del Cstp, l’appello della Fit Cisl Salerno: no al taglio di 50.000 km di corse

Scritto da , 12 Maggio 2015
image_pdfimage_print

Salerno. “Ben venga l’impegno concreto del Comune di Salerno, che con un cospicuo esborso economico ha scongiurato il taglio di 100mila chilometri legato al Cstp. Ora, però, tutte le istituzioni uniscano le forze per evitare che la decurtazione degli altri 50mila chilometri, che dopo la chiusura del servizio scolastico potrebbe mettere il ginocchio il sistema turistico della nostra provincia, possa materializzarsi. Ci auguriamo che gli annunci delle ultime ore non diventino il solito spot elettorale”. Così Ezio Monetta, coordinatore aziendale del Cstp per la Fit Cisl Salerno, chiede l’ennesimo atto di responsabilità alle istituzioni per scongiurare la nuova estate nera nel comparto del trasporto pubblico salernitano. “Quanto fatto non può farci che piacere, ma sappiamo che è un risultato parziale. Eliminare le corse festive, in un territorio che vede nel turismo una delle sue principali fonti di reddito, vorrebbe dire creare un danno d’immagine alla nostra terra. Ora tocca alla Provincia e alle altre istituzioni bloccare l’ennesimo salasso”, ha detto. “Noi, come Fit Cisl Salerno, continueremo nella nostra opera di sensibilizzazione, affinché questo taglio non si concretizzi. Adesso serve un altro piccolo intervento da parte dell’amministrazione di Palazzo Sant’Agostino, scongiurando così un disagio che potrebbe rivelarsi deleterio. Innescare un meccanismo virtuoso di collaborazione tra gli enti non può che portare beneficio al territorio in termini di immagine, occupazione e servizi ai cittadini”.

IN ALLEGATO:

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->