Ztl in via Monti, cittadini divisi tra favorevoli e contrari

di Erika Noschese

Via Monti terra di nessuno? Da mesi, infatti, si susseguono le segnalazioni da parte dei cittadini che lamentano la totale assenza di posti auto che inducono i cittadini salernitani alla sosta selvaggia, con non poche difficoltà soprattutto in casi di emergenza. Non di rado, infatti, le ambulanze si sono viste costrette ad arrestare le loro corse e raggiungere l’abitazione che necessitava dell’intervento dei medici del 118 a piedi. Nasce così la proposta di istituire la Ztl per porre fine soprattutto alla problematica della sosta selvaggia e restituire ordine e decoro ad una delle zone del centro storico, ad oggi maggiormente colpita dall’inciviltà degli automobilisti. Della istituzione della zona a traffico limitato se ne è occupato, fin da subito, il consigliere del gruppo misto Mimmo Ventura, presidente della commissione Mobilità. La Ztl sembra però non piacere a tutti e qualcuno, consiglieri di maggioranza compresi, hanno già storto il naso dinanzi alla possibilità concreta di vedere la zona del centro storico “limitata al traffico”. Ieri mattina, al terzo piano di Palazzo di Città, sono infatti stati invitati i residenti di via Monti, in presenza del presidente della commissione Ventura, favorevole alla Ztl, e del vice presidente Donato Pessolano, contrario in quanto, a suo dire, una zona già via morfologicamente svantaggiata. Ventura sembra però intenzionato ad assecondare le richieste dei cittadini favorevoli e l’istituzione della Ztl in via Monti potrebbe presto passare al voto in occasione del prossimo consiglio comunale. «Con la Ztl la situazione si può solo migliorare proprio grazie alla chiusura della zona», ha dichiarato il consigliere Mimmo Ventura secondo cui, attualmente, la zona è accessibile a tutti creando non pochi disagi ai residenti. «Mi hanno detto che alcuni residenti non vogliono, mi portassero un documento firmato – come ce l’ho io con le persone che la vogliono – perchè se mai dovesse accadere qualcosa ognuno deve prendersi le proprie responsabilità», ha poi aggiunto il consigliere del gruppo misto. La decisione finale ora spetterà però al consiglio comunale che dovrà vagliare la situazione e decidere il da farsi. Il consigliere Donato Pessolano, dal canto suo, ribadisce la necessità di procedere all’installazione di dissuasori – nei punti critici della zona – e all’affissione di cartellonistica stradale. «La Ztl, solo in ultima ratio, valida per i fine settimana dei periodi più critici per la città di Salerno e solo in entrata, dando la possibilità a chi fa, magari, visita ai propri parenti di uscire quando vuole», ha spiegato ancora Pessolano secondo cui la zona è abitata maggiormente da persone anziane che, con la zona a traffico limitato, non avrebbero la possibilità di ricevere visite da parte di familiari ed amici o semplicemente di assistenza. I cittadini contrari, dal canto loro, parlano di una scelta che andrebbe a svantaggiare la popolazione residente anche in virtù del fatto che la struttura mobile non è sempre in funzione.




Napoli:«Via Monti sia Ztl» Di Carlo:«Non è possibile»

Erika Noschese

Via Madonna dei Monti potrebbe presto diventare zona a traffico limitato. Lo ha annunciato il sindaco Enzo Napoli, esprimendosi in merito alla tragedia di Matilde Salerno, la 70enne colpita da infarto e deceduta a causa del ritardo dei soccorsi, impossibilitati a raggiungere l’abitazione della vittima con l’ambulanza a causa della sosta selvaggia. Il primo cittadino ha detto di aver effettuato rapide verifiche tramite la sala radio della Polizia Municipale, per ricostruire l’esatta dinamica di quanto accaduto. Nessuna colpa ai soccorsi, giunti in tempo dopo l’allarme lanciato. Il ritardo, infatti, è dovuto al blocco imposto dalle auto parcheggiate in sosta vietata. «In via Monti ci sono stati già 120 verbali per divieti di sosta e 28 rimozioni. Inoltre c’è lo street control per scoraggiare comportamenti incivili, ma nonostante questo c’è chi continua a sbagliare. Stiamo portando avanti, con la Polizia Municipale, le verifiche per rendere via Monti zona a traffico limitato», ha concluso Enzo Napoli. Contrario alla decisione della Ztl in via Monti gli stessi residenti che, tramite Horace di Carlo , consigliere comunale di Salerno per i Giovani, nella stessa maggioranza del primo cittadino dunque, hanno riferito di ritenere inopportuna la decisione del primo cittadino in quanto non si tratta di una strada del centro storico e, quindi, indispensabile il controllo tramite Ztl. In via Monti, vivono molte persone anziane e non è possibile vietare l’accesso o la sosta a tutte le vetture. L’avvocato Di Carlo è dunque intenzionato a combattere nelle sedi opportune la decisione dell’amministrazione comunale, impugnandola dinanzi al Tar, il Tribunale amministrativo regionale. Per l’incuria di qualcuno non si possomo penalizzare i cittadini che vivono in quella zona. Intanto, l’amministrazione comunale continua le verifiche nelle sedi opportune anche per stabilire le responsabilità di chi, con la sosta selvaggia, ha interrotto la corsa del mezzo di soccorso del 118 che ha visto i soccorritori tentare di raggiungere a piedi l’abitazione dell’ex docente, Matilde.