Amministrative 2019, Cirielli: «Prende in giro, Gambino si candida»

Erika Noschese

«Gambino credo stia prendendo in giro un po’ tutti e alla fine si candiderà lui». A dichiararlo, senza mezzi termini, l’onorevole Edmondo Cirielli. Nell’agro nocerino sarnese si pensa già alle prossime elezioni amministrative, con uno sguardo su Scafati, Nocera Superiore ed Inferiore, Sarno e Pagani. A fare il punto della situazione proprio il deputato di Fratelli d’Italia Cirielli.

Onorevole, a Nocera Superiore si parla già di amministrative ed è stato avanzato il nome di Giuseppe Fabbricatore. Lei, ad oggi, conferma?

«Fabbricatore è il nostro capogruppo alla Provincia ed ha avuto anche un successo straordinario alla Camera alle ultime elezioni politiche, a Nocera Superiore. E’ il naturale candidato non soltanto di Fratelli d’Italia ma penso anche del centro destra anche se per la verità ancora dobbiamo iniziare le trattative. Insomma, speriamo che anche il centro destra si convinca della bontà di questa candidatura».

Per quanto riguarda l’avvicinamento di Manlio Torquato al centro destra invece?

«Per la verità con Torquato ho un rapporto istituzionale. Ho letto sui giornali ma non so niente sinceramente. E’ una persona perbene, di qualità ma noi per ora siamo all’opposizione a Nocera Inferiore. Lui è un civico, io sono un deputato della zona e abbiamo un rapporto istituzionale con lui, sia io che Iannone (Antonio ndr) ma non si è mai parlato di passaggi politici, rimane civico. Certo la sua storia politica è di centro destra però ormai sono 10 anni che ha fatto questo percorso civico in città».

A Pagani, invece, Alberico Gambino ha avanzato il nome di Di Martino. Potrebbe essere un nome appoggiato dal centro destra?

«Io non lo so, sinceramente perché Gambino ha promesso la candidatura a tante persone, come a De Prisco, Campitiello ed altri. Per la verità, sono ottime persone ma Fratelli d’Italia intanto ha il candidato uscente che è Massimo D’Onofrio. Se lui non fosse interessato abbiamo sia il capogruppo Raffaelina Stoia sia l’altro consigliere comunale Attilio Tortora ma anche il professore Francesco Ianniello. Il candidato naturale per noi è Massimo D’Onofrio, con tutto il rispetto per gli altri candidati che sono tutti ottimi nomi. Gambino, alla fine, penso voglia candidarsi lui e sta un po’ prendendo in giro le varie persone ma sono tutti nomi degni anche gli altri. Poi, ci sarà un confronto con Forza Italia, per capire cosa vuole fare».

A Scafati e Sarno, invece com’è la situazione?

«Su Scafati noi abbiamo sia Salvati che Santocchio e sono ottimi nomi i nostri consiglieri uscenti. Su Sarno noi abbiamo sia Enrico Sirica sia il coordinatore Arega, l’avvocato però sono le nostre idee poi dovremmo confrontarci soprattutto con Forza Italia che è molto radicata nell’Agro ed in provincia di Salerno quindi loro saranno i nostri interlocutori privilegiati. La nostra portavoce Imma Vietri ha già incominciato a mettere in campo una trattativa con i nostri alleati».




Tessere elettorali consegnate nel comitato di D’Alessio E’ bufera

—- NOCERA INFERIORE / Nel video di Fanpage.it anche soldi dati da un altro candidato

I due distinti episodi registrati con una telecamera nascosta

Soldi in cambio del voto o “servizi” elettorali nel comitato di un candidato. La denuncia di procedure “clientelari” era partita già in campagna elettorale dallo pneumologo Alfonso Schiavo candidato sindaco della sinistra ed oggi consigliere comunale.
Ieri Fanpage.it in una inchiesta di Carmine Benincasa ha pubblicato un clamoroso video sul voto venduto a Nocera Inferiore. Nel video lanciato nel pomeriggio c’è  la testimonianza nella prima parte di un elettore che racconta di aver ricevuto l’offerta di 50 euro per il proprio voto, l’uomo ha anche rifiutato asserendo che non gli serviva. Soldi comunque ricevuti direttamente dal candidato e avvolti in un plico. Nella seconda parte del filmato le telecamere entrano in un comitato elettorale, all’interno del quale alcuni collaboratori di un cadidato al consiglio comunale, consegnavano tessere elettorali. Una procedura alquanto insolita visto che questa va fatta presso il Comune o in uffici preposti. Un giovane recatosi al comitato chiede se ci sia bisogno dei documenti per fare la tessera alla nonna, al che gli viene risposto che servono solo i dati anagrafici. Procedura fuorilegge visto che bisogna recarsi al Comune con documento valido e tessera elettorale scaduta, solo in questo modo si può  accedere al rinnovo.
Le tessere presenti nel comitato vengono poi nascoste in una cartella e consegnate a persone di fiducia. Il video trae chiaramente il comitato elettorale di Saverio D’Alessio quello in via Siniscalchi, i manifesti presenti non lasciano spazio a dubbi. L’ex assessore alle politiche sociali ha annunciato su facebook di difendere la propria immagine e di tutelarsi in tutte le sedi.

Il mazzo di tessere nel comitato elettorale /da fanpage.it

Il mazzo di tessere nel comitato elettorale /da fanpage.it

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La richiesta di poter avere la tessera elettorale/da fanpage.it

La richiesta di poter avere la tessera elettorale/da fanpage.it

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La risposta nel comitato di D’Alessio/da fanpage.it

La risposta nel comitato di D’Alessio/da fanpage.it

 

 

 

La procedura anomala/da fanpage.it

La procedura anomala/da fanpage.it

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La consegna della tessera elettorale /da fanpage.it

La consegna della tessera elettorale /da fanpage.it

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

—- COSì SAVERIO D’ALESSIO «Sono vittima di una diffamazione»

«Cari amici , sono vittima di un aggressione e diffamazione a mezzo internet. La sig.ra inquadrata e’ mia sorella che si accinge a ritirare le tessere elettorali dei propri familiari. E’ palese il tentativo della demolizione della mia persona e l’insinuante accostamento di dati e notizie inconferenti con la mia persona. Cari amici vi prometto che chiederò la punizione dell’infamante nelle sedi opportune». Questa il post su facebook di Saverio D’Alessio, ex assessore e candidato finito al centro del video di fanpage.it.

 

— COSì IL SINDACO «Ho chiesto subito una verifica per trarre le dovute conseguenze»

«E’ doveroso andare fino in fondo perchè dovrò trarre le dovute consegue. Vanno accertate  eventuali responsabilità. Ho chiesto verifiche presso  così l’Ufficio elettorale per il tramite della Segretaria Generale e segnalero’ la cosa alla Procura. Ma non vorrei si trattasse di un “singolare” scoop post elettorale. Il video non è  chiaro e appare abbastanza singolare la combinazione di due episodi diversi. D’Alessio comunque ha duramente smentito e contestato; preannunciando formali azioni a sua difesa». Così, il sindaco Manlio Torquato

 

—-Le opposizioni/ E’ attacco all’ex assessore Saverio D’Alessio. Altri tacciono

Dimissioni di D’Alessio e richiesta d’indagine

«Il sindaco prenda una posizione chiara di distanza da questo modo di svolgere l’attività politica in cui si è definta l’operato assessoriale e la candidatura di Saverio D’Alessio e ne pretenda le dimissioni da consigliere comunale». Così l’ex candidato sindaco Al- fonso Schiavo. «Chi deve accertare eventuali responsabilità lo faccia in tempi rapidi ed a 360 gradi ma dal video pubblicato da Fanpage emergono altre responsabilità di carattere politico che competono a chi, oggi, si trova alla guida della città di Nocera Inferiore. Ad esso spettano provvedimenti di accertamento di reponsabilità e scelte di ordine politico. Anche io, nel corso della campagna elettorale, sono stato vittima di un grave abuso. Ho ricevuto le scuse ma a queste non sono seguiti atti concreti e conseguenziali. Spero che anche la vicenda del video non finisca allo stesso modo, senza accertamenti e senza assunzioni di responsabilità». Così il candidato  Pasquale D’Acunzi. E M5S: «Le voci che abbiamo ascoltato negli ultimi giorni di campagna elettorale sembrano essere confermate da questo video. Il soggetto in questione sarebbe solo uno dei tanti, soprattutto per la pratica del rilascio delle tessere elettorali, che se hanno un cronologico potrebbero inchiodare i tanti che hanno fatto uso di questa tecnica. Chissà quanti hanno ricevuto soldi e cos’altro sono stati capaci di fare per avere consensi bulgari! La procura deve indagare, vogliamo la verità ed i colpevoli puniti!».




Nocera Inferiore. Lanzetta e d’Angelo a confronto

Secondo incontro tra i candidati sindaci di Nocera Inferiore.

Si sono confrontati Tonia Lanzetta e Franco D’Angelo

voce ai fatti tonia lanzetta franco francesco d angelo

LINK AL VIDEO –  QUI




Ad Incontri il sindaco Manlio Torquato, il video completo

Per Incontri, Manlio Torquato, sindaco di Nocera Inferiore risponde alle domande del direttore Tommaso D’Angelo e dei giornalisti Andrea Pellegrino, Brigida Vicinanza e Giuseppe Colamonaco.

Un’iniziativa di Le Cronache, registrata martedì 15 novembre 2016 alla redazione de Le Cronache

Il video è realizzato da Peppe Bove per Rta Live.it

Qui il link del video completo

https://www.youtube.com/watch?v=xU6YHyveTCUhttps://www.youtube.com/watch?v=xU6YHyveTCU




Nocera Inferiore. Presentato al sindaco il nuovo consiglio della Confcommercio

NOCERA INFERIORE. Presentato il nuovo direttivo della Confcommercio nocerina. Ieri mattina nell’aula Consiliare, il Presidente della Confcommercio di Nocera Inferiore accompagnato dal Direttore Generale Mariano Lazzarini ed i componenti del Consiglio direttivo ha incontrato il sindaco Manlio Torquato. “La Confcommercio – ha affermato Cantarella – ha avviato sul nostro territorio una profonda azione di riorganizzazione tesa alle categorie del commercio turismo e dei servizi la giusta rappresentatività nel contesto sociale. Dopo i fasti degli anni 80 – 90 quando la nostra associazione era considerata la più rappresentativa sul territorio della Provincia di Salerno è subentrata una lunga fase di stasi nella quale purtroppo è andato perduto un patrimonio di idee ed uomini di sicuro valore. Oggi grazie al mio impegno ed a quello dei colleghi del Consiglio direttivo che mi accompagnano in questa esperienza si stanno nuovamente ponendo le basi per un iterazione forte con il territorio in piena collaborazione con chi ha la responsabilità di amministrare le istituzioni.” Il presidente Cantarella ha poi presentato il Consiglio composto da Piero Ambruosi, Marinella Fumo, Rita De Marinis, Giuseppe Del Sorbo, Luca Orefice, Pasquale Montuori, Emilia Morrone, Alfonso Vicidomini, Alfredo Cincotti, Francesco Leonetti, Alfonso Picaro e Francesco Mancusi.confcommercio




La Ztl invisa ai commercianti Il Comune decide di cambiare

NOCERA INFERIORE. Tra  Amministrazione comunale e la nuova Confcommercio di Nocera Inferiore prosegue il dialogo, il confronto orientato alla costruzione di proposte e soluzioni condivise su diversi temi che riguardano lo sviluppo della città. Dopo un periodo di sperimentazione della nuova Ztl  (Zona a Traffico Limitato) durato sessanta giorni,  l’Amministrazione comunale ha dato ascolto anche al forte disagio manifestato dai commercianti della zona interessata dal provvedimento di limitazione del traffico, apportando, a partire dai primi giorni di aprile, delle modifiche agli orari che consentono il transito veicolare al corso Vittorio Emanuele II, via Papa Giovanni XXIII, piazza del Corso, in pieno centro storico. In merito alla nuova Ztl si è espressa Confcommercio Nocera Inferiore, costituitasi ad inizio Marzo anche grazie all’adesione di numerosi commercianti del centro città.  Alfonso Cantarella, neopresidente Confcommercio di Nocera Inferiore, ha riposto da subito fiducia nel dialogo con l’Amministrazione, sicuro che la reciproca capacità di ascolto e di proposta avrebbe trovato una giusta sintesi ed espresso la migliore soluzione possibile alla gestione della Ztl. «La sinergia messa in campo tra Amministrazione e la nuova Confcommercio – scrive tra l’altro Cantarella – è un’opportunità che la città di Nocera Inferiore non deve sprecare. I temi da affrontare sono molteplici»: e tutti molto importanti




Nocera. Sinistra nocerina si presenta: «Ma non siamo contro Torquato»

NOCERA INFERIORE. Sinistra Nocerina: a parlare degli obiettivi sono  i promotori Alfonso Daniele, Pierfrancesco Lupi, Grazia Montoro, Lino Picca, Ubaldo Rea, Sofia Russo e Alfonso Schiavo: «Dare voce ai cittadini elettori che non si vedono rappresentati dalla politica cittadina. Il tratto caratterizzante è il ragionamento non per ideologia ma per contenuti ed obiettivi, coinvolgendo associazioni e professionalità nel proporre soluzioni. E’ da troppo tempo mancata un’agorà a Nocera Inferiore in cui dialogare e fare politica, senza demonizzare l’avversario a priori ma ponendo l’accento sulle esigenze della città». Tante le iniziative già avviate ed in cantiere : «Acqua pubblica: iniziativa già avviata da qualche settimana, si stanno raccogliendo firme per chiedere un Consiglio comunale monotematico per prendere una posizione politica netta contro la legge regionale De Luca sulla gestione delle risorse idriche e per avviare il percorso verso una gestione comunale e pubblica dell’acqua; questione spazi: da quasi un anno il Parco comunale di via Rea è chiuso e nulla si sa sui tempi di riapertura; immigrazione: sostegno del progetto della Scuola di Pace di chiedere l’utilizzo di un immobile sequestrato alla mafia per l’accoglienza e la formazione di immigrati e senza tetto; periferie: progetti di valorizzazione delle aree abbandonate e servizi per le nuove aree in formazione; politiche sociali: rilancio del sostegno alle famiglie, integrazione per gli anziani, percorsi di accrescimento per l’età scolare; trasparenza: maggiore chiarezza negli atti di Giunta e per i bandi e referendum: in prima fila per dire no alle trivelle e per chiarire insieme gli aspetti loschi della riforma costituzionale». L’invito ai cittadini: «Il movimento – conclude la nota – non vuole fare da porta acqua a nessuno e ha una peculiarità tutta cittadina, senza legami né forzature provinciali. Sinistra Nocerina non è contro nessuno, non nasce per essere “contro Torquato” ma per essere da pungolo per migliorare, perché se tanto è stato fatto, tanto ancora si può fare».




Nocera Inferiore. Nuova sede per il Forum dei giovani in via Libroia

NOCERA INFERIORE. L’Amministrazione Torquato ha provveduto ad assegnare al Forum dei Giovani una sede per le attività inerenti la realizzazione delle iniziative proposte. La sede è stata individuata presso gli uffici della Casa Comunale situati in via Libroia. Il Comune istituirà, per il funzionamento del Forum, un apposito capitolo di bilancio, con relativo finanziamento




Nocera Inferiore. Smantellato il campo Rom

NOCERA INFEcampo rom nocera inferiore stadio comunale san francesco campo rom nocera inferiore stadio comunale san francescoRIORE. Smentellato il campo Rom alle spalle dello stadio “san francesco”. Un’operazione voluta dall’amministrazione del sindaco Manlio Torquato per debellare il fenomeno dell’accattonaggio. Proprio da questa area partivano i rom costretti quasi in stato di schiavitù a mendicare da tre rumeni, arrestati dai carabinieri nei giorni scorsii.
Ieri mattina, il Comandante della Polizia locale Giuseppe Contaldi e sei agenti ,hanno individuato un campo rom alle spallo dello stadio. Con l’intervento anche di addetti all’ufficio manutenzione si è proceduto allo smantellamento del campo. Al momento delle operazioni all’interno delle baracche non era presente nessuno.assime agli agenti sono stati impegnati anche i responsabili del canile municipale per salvarei tre cuccioli di cane in pessimo stato di salute. La responsabile del canile, Giovanna Senatore, ha trasportato i tre animali al canile, per essere curati.
Questa operazione, frutto anche dell’attività investigativa effettuata in questi ultimi giorni dai carabinieri di Nocera Inferiore. Sempre su disposizione dell’Amministrazione comunale, proseguono i controlli all’altezza di alcuni incroci, per evitare la presenza di extra comunitari dediti a forme di accattonaggio invadenti e fastidiose per gli automobilisti.
 E’ di qualche giorno fa, l’emissione di due fogli di via per altrettanti ambulanti abusivi. II due sono risultati residenti in comuni dell’area vesuviana e  si è in attesa dei provvedimenti definitivi di espulsione dal territorio da parte della questura di Salerno. 




Nocera Inferiore. Pd e Psi: gli interrogativi di queste ore

NOCERA INFERIORE. E se i consiglieri coinvolti nelle intercettazioni sui brogli alle primarie del Pd riscoprissero il primo amore socialista? Questa è la domanda che ci si pone in queste ore in città. Molti pensano che Enrico Esposito e Antonio Iannello possano transitare nelle fila del Psi, che negli ultimi mesi  ha visto un eploit di tessere (più di 100 rispetto allo scorso anno). In verità, molti pensano che il candidato al passaggio possa essere Enrico Esposito, che è già passato al gruppo misto in consiglio comunale. In disparte, per il momento, Iannello che non ha partecipato al summit, svoltosi in una pizzeria, con il segretario provinciale del Pd, Nicola Landolfi, quello nocerino Alfonso Oliva, il sindaco Manlio Torquato e i consiglieri comunali, di cui vi avevamo già parlato alcuni giorni fa. Il partito democratico cerca ancora la quadra e la prossima settimana dovrà per forza di cose incontrarsi con la base per ricucire un rapporto. Oliva aveva confermato che questa riunione chiarificatrice ci sarebbe stata ed urge che ci sia. Fatto è che se con Esposito sembra non ci siano più motivi per “sentirsi”, quantomeno a telefono, da giorni non ci sarebbe alcun conttato tra la segreteria e l’amareggiato Iannello che è passato da essere uno dei punti di riferimento del partito alla graticola mediatica senza che nessuno lo abbia difeso: che l’ex candidato sindaco nonché già segretario cittdino si senta abbandonato dai suoi compagni di partito? Chissà se qualcuno sapeva anche dei brogli ed ora fa finta che sia una faccenda relegata solo ad Esposito, a Vincenzo e Massimo Petrosino e a Iannello, anzi chiede anche le loro dimissioni.
Fatto è che molti giovani che si erano avvicinati al partito e tanti altri che si erano riavvicinati alla politica sono profondamente delusi e meditano di restare a casa. Fra due anni ci saranno le elezioni e la lista il Pd con chi la farà? Non è che all’ultimo momento sarà chiesto l’aiuto di coloro che negli ultimi anni sono stati allontanati, come l’ex sindaco Antonio Romano o l’ex assessore Rosario Cozzolino? Insomma, si prefigura un ritorno al “passato”? E se poi la situazione di difficoltà si tramutasse nel solo vantaggio del sindaco Manlio Torquato che -attraverso i suoi fedelissimi che hanno aderito ai dem, i consiglieri comunali Paolo De Maio e Gianfranco Trotta e Guido Tafuro- da avversario del Pd potrebbe trovarsi ad essere egemone nel partito? Se il pd ha i suoi momenti di difficoltà, se Esposito e Iannello (notoriamente già malpancistiad un accordo con Torquato) aderisso al Psi muterebbe la linea politica dei socielisti che si sono detti a favore del sindaco?