Pontida 2019,numeri da record ma flop salernitano Ernesto Sica: “Una grande emozione e forte partecipazione”

di Erika Noschese

Nessun autobus, in partenza da Salerno, per la Lega locale in occasione del grande raduno leghista in programma, fino ad oggi, a Pontida. Tanti i militanti del partito guidato a livello nazionale dall’ex ministro degli Interni Matteo Salvini che hanno raggiunto la festa della Lega con mezzi propri. Grande assente il segretario provinciale Mariano Falcone, segno forse che le polemiche interne al partito locale hanno in qualche modo distrutto quel senso di unità che li ha portati a raggiungere risultati inaspettati alle scorse elezioni. Presente, invece, l’ex sindaco di Pontecagnano Faiano Ernesto Sica che, per il secondo anno consecutivo, non ha perso l’occasione di incontrare il leader della Lega. «Un grandissimo entusiasmo, sono in compagnia del sindaco di Roscigno e sono tanti anche i partecipanti da Salerno», ha dichiarato Ernesto Sica. Solo lo scorso anno la Lega Salerno ha fatto registrare numeri da record con numerosi bus provenienti da tutta la provincia di Salerno. Quest’anno qualcosa sembra essere andato storto con le scorse elezioni europee che sembrano aver spaccato in due il partito guidato, a livello provinciale, proprio da Falcone. Intanto, sembra essere ancora in stand by la campagna tesseramento 2019 che doveva avviarsi proprio agli inizi del mese di settembre.




Pronta la contro Pontida del sud

Mancano ormai pochi giorni alla realizzazione di quella che avrebbe potuto essere la contro-manifestazione alla soprannominata “Pontida del Sud” che la Lega-Noi con Salvini della Campania era in procinto di realizzare nel prossimo weekend del 29 e 30 settembre nel comune di Campagna – manifestazione poi ufficialmente “rimandata” al mese di ottobre, così come comunicato dalla Lega in conferenza stampa sabato –. La contro-manifestazione non sarà ufficialmente tale poiché l’evento della Lega non si realizzerà più in questo weekend, ma assume i caratteri ancor più definiti della “manifestazione contro” il partito di Matteo Salvini che tanto scalpore sta destando sul piano nazionale e non solo. Proprio per questo anche ieri si è tenuta una riunione del comitato promotore dell’iniziativa durante la quale sono stati definiti gli ultimi passaggi da realizzare per far sì che la “manifestazione-contro” sia completa: ufficializzati i tavoli che dalle 10 alle 14 riempiranno l’area verde della cooperativa agricola sociale “R-Accogliamo” di Campagna, toccando i temi più importanti in riferimento alla scelta della Lega di “appropriarsi” del comune salernitano per la realizzazione della manifestazione ma anche e soprattutto per definire le posizioni reali di chi si ritrova ad essere improvvisamente “parte lesa” di un discorso politico che ha le impronte digitali di Matteo Salvini e del suo partito su ogni nuova decisione dell’esecutivo. Dopo i tavoli, sarà dato spazio alla proiezione di due filmati: il primo, “Napolislam” di Ernesto Pagano, che vedrà la partecipazione del regista proprio durante la proiezione, ed un cortometraggio che concluderà la prima parte di confronto e dibattito. Poco dopo, ufficialmente alle ore 18, toccherà agli artisti dare spazio alla musica nostop che fino alle 24 invaderà la cosiddetta “piazza Teatro”, ossia piazza Palatucci: parteciperanno i 99 Posse nelle figure di ‘O Zulù (tra i primi firmatari dell’appello visualizzabile sul sito web questalegaeunavergogna.it), JRM e Marco Messina, Jovine, Epo ed altri artisti che scalderanno il pubblico presente.