Elezioni europee: Lega, c’è Tommasetti. Firma anche Lucia Vuolo

di Andrea Pellegrino

Avrebbe già firmato la candidatura ma fino a mercoledì tutto può ancora succedere. Il rettore Aurelio Tommasetti è, al momento, in campo per le europee con la Lega di Matteo Salvini. Ieri, insieme alla salernitana Lucia Vuolo, ha firmato i moduli e si tiene pronto per la campagna elettorale. A Napoli però la quadra non è stata ancora trovata nel partito di Salvini. In bilico c’è la candidatura di Lettieri jr. Ma anche in questo caso tutto può ancora accadere. Senza escludere i catapultati che saranno scelti direttamente dal vicepremier. Primo della lista Vincenzo Sofo, fidanzato di Marion Le Pen, nipote di Marine. Dunque non si escludono sorprese, anche eclatanti, in questi ultimi giorni che separano dalla consegna delle liste elettorali. Il nome del rettore già circolava da qualche tempo. Tommasetti da tempo aspira a scendere in politica. Non fosse altro che tra non molto dovrà lasciare anche la guida dell’ateneo, per la scadenza di mandato e l’impossibilità di ricandidarsi. Resta, dunque, fuori dai giochi – sempre all’interno della Lega – l’ex sindaco di Pontecagnano Faiano, Ernesto Sica, seppur fino all’ultimo pare non abbia intenzione di mollare la presa. Tra le curiosità: se dovesse essere confermata la candidatura di Tommasetti, si aprirebbe nel salernitano anche una sfida tra rettore emerito e quello attuale del campus di Fisciano. Infatti, è confermato (sempre al momento) l’impegno di Raimondo Pasquino che sarà capolista della formazione+ Europa – Psi. IntantoLuigi Di Maio sceglie i capolista che ora dovranno passare al vaglio della piattaforma Rousseau: si tratta di cinque donne. La circoscrizione Sud, secondo l’indicazione del capo politico del Movimento 5Stelle, sarà guidata da Chiara Maria Gemma, docente dell’Università degli Studi “Aldo Moro” di Bari.




Forza Italia ha scelto il candidato Ilardi pronto a volare a Strasburgo

di Andrea Pellegrino

Forza Italia Salerno scioglie la sua riserva e piazza in lista per le Europee Antonio Ilardi. L’ingegnere, già amministratore dell’Aeroporto di Pontecagnano, scende così in campo sotto la bandiera di Silvio Berlusconi.  Un passato da «governativo» alle spalle. Da imprenditore ha tentato prima la riqualificazione dell’exs tadio Vestuti, poi la creazionedi un porticciolo a Pastena, a pochi metri dal Polo Nautico. Progetti sostenuti da VincenzoDe Luca ma poi naufragati. Poi la nomina nel Cda dell’aeroporto di Pontecagnano Faiano, fino alle dimissioni e una ritrovata opposizione al sistema deluchiano, a partire dalla costituzione di un comitato civico a difesa di Sala Abbagnano. Ora Ilardi scende in campo, con tanto di placet dei vertici nazionali e provinciali. «Forza Italia continua nel processo d’inclusione di segmenti della società civile – ha spiega Enzo Fasano, coordinatore provinciale di Forza Italia – e la scelta di candidare l’amico Antonio Ilardi va in questa direzione. Un profilo importante che, anche grazie ai prestigiosi incarichi ricoperti, saprà rappresentare al meglio la provincia di Salerno in questa tornata elettorale per le Europee. In bocca al lupo ad Antonio Ilardi e a tutto il nostro partito che sarà impegnato nella sfida del 26 maggio». «Mi ha mosso, in questa scelta, la rinnovata e incondizionata condivisione dell’appello lanciato, esattamente cento anni fa, da Don Luigi Sturzo ai “liberi e forti”, i cui contenuti appaiono oggi di particolare e drammatica attualità – ha affermato l’ingegnere salernitano – Animati da quelle convinzioni, sosterremo insieme, con immutato slancio, gli ideali di giustizia, pace, libertà e prosperità di un’Europa popolare. Insieme difenderemo, in questa campagna elettorale, le ragioni di un’Europa unita, i diritti di un Sud troppo spesso mortificato dall’egoismo del Nord, la voglia di sviluppo e di riscatto dei nostri giovani. Insieme, insomma, lanceremo la sfida perché ogni comune della provincia di Salerno e ogni lembo del nostro Mezzogiorno ritorni a essere una priorità reale per la politica nazionale ed europea». NELLA LEGA C’E’ IL FIDANZATO DELLA LE PEN Sarà, almeno secondo indicazioni, catapultato nella circoscrizione meridionale Vincenzo Sofo, responsabile nazionale di Mille Patrie per l’Italia – Fronte Identitario e fidanzato di Marion Le Pen, nipote di Marine. Sofo potrebbe essere il candidato salernitano della Lega. La proposta sarebbe al vaglio già di Matteo Salvini. Per ora in campo, come salernitana doc, c’è solo Lucia Vuolo alle prese, tra l’altro, con il caso Baronissi. Qui cisono le elezioni amministrative ed il simbolo della Lega è conteso da Tony Siniscalco e Giovanni Moscatiello. Verso la candidatura anche Lettieri jr mentre calano vertiginosamente le quotazioni dell’ex sindaco di Pontecagnano Faiano, Ernesto Sica.