Sanificazione ambienti di lavoro a Salerno

Con la ripartenza delle attività produttive, vige l’obbligo di sanificare gli ambienti di lavoro rivolgendosi ad imprese specializzate in servizi di disinfezione e sanificazione. Ecoteam, da oltre 40 anni sul mercato, è un’impresa autorizzata per gli interventi di pulizia e sanificazione ai sensi del D.M. 274/1997. Garantito credito d’imposta del 50%.

Sei un imprenditore e devi sanificare la tua attività commerciale? Sei un medico e vuoi accogliere i tuoi pazienti in sicurezza? Sei preoccupato perché ancora devi sanificare il tuo condominio? Non disperare. Riparti con Ecoteam!

Tutela il tuo lavoro, dei tuoi dipendenti e dei tuoi clienti. Ecoteam offre un servizio di sanificazione e disinfezione certificata degli ambienti di lavoro quali uffici, bar, ristoranti, attività commerciali, capannoni industriali, fabbriche, negozi, studi medici e condomini.   

La circolare n. 5443/2020 del Ministero della Salute obbliga ogni azienda, impresa, ufficio o attività commerciale ad assicurare “la pulizia giornaliera e la sanificazione periodica dei locali, degli ambienti, delle postazioni di lavoro e delle aree comuni e di svago    

Esperta impresa di pulizie a Salerno, Ecoteam si avvale di un team di professionisti esperti svolgendo tutte le operazioni con l’ausilio di tecnologie avanzate. La procedura si svolgerà nel rispetto dei protocolli di sicurezza stilati dal Ministero della Salute (mascherine FFP2 o FFP3, camice monouso, svestizione, smaltimento dei DPI monouso come materiale potenzialmente infetto). Al termine dell’intervento verrà rilasciato un attestato che documenta l’avvenuta sanificazione e disinfezione.

Il privato, il professionista o l’imprenditore può beneficiare di un credito d’imposta pari al 50% per le spese di sanificazione fino ad un massimo di 20.000€ per i costi relativi agli interventi di:

  • Sanificazione studi medici
  • Sanificazione attività commerciali
  • Sanificazione condomini

Richiedi il nostro intervento. Compila la richiesta qui https://bit.ly/35Ps4O1 .

 

 

Pubbliredazionale a cura di Creatiwa Studio




Panificavano in scarse condizioni igieniche: chiusura “ad horas”

Pina Ferro

Preparavano il pane da mettere in vendita in condizioni igienico sanitarie non idonee. Chiusa ad horas l’attività e sequestrati numerosi prodotti alimentari privi di tracciabilità. Il blitz in diverese attività commerciali della città di Salerno e provincia. Ad entrare in azione sono stati i carabinieri del Nucleo Antisofisticazione di Salerno agli ordini del maggiore Vincenzo Ferrara. L’attività posta in essere ieri dai militari, rientra nella serie di controlli finalizzati al contrasto della commercializzazione di prodotti alimentari non tracciati, potenzialmente nocivi per il consumatore. L’attivià di prevenzione ha riguardato anche la commercializzazione fraudolenta di fertilizzanti impiegati in agricoltura.Nella zona orientare di Salerno, nel quartiere Pastena, a seguito di una verifica svolta in collaborazione con il persinale dell’Azienda Sanitaria locale presso unpanificio ed una rivendita di frutta, sono stati sequestrati 200 kg di prodotti ortofrutticoli e prodotti da forno non tracciati. L’attività di panificio ispezionato è stato chiuso “ad horas” a causa delle notevoli criticià igienico sanitarie e strutturali rilevate negli ambienti utilizzati per la produzione e vendita del bene di prima necessità. Nel dettaglio. presso il panificio gli uomini del maggiore Ferrara hanno sequestrato 100 chilogrammi di prodotti da forno dolci e salati, prodotto carnei e lattiero caseari privi di tracciabilità. Sequestrati anche 100 chilogrammi di prodotti ortofrutticoli che non avevano le necessarie etichette per sisalire alla filiera presenti in un ortofrutta sempre nella zona orientale della città. I controlli hanno riguardato anche il territorio di Casaletto Spartano dove in collaborazione con il personale dell’Ispettorato Centrale qualità e Repressione Frodi nei prodotti Agroalimentari di Salerno, dopo una verifica presso una rivendita di fertilizzanti impiegati in agricoltura, sono state sequestrate 60 tonnellate di concime, commercializzato e confezionato in modo fraudolento, con indicazioni ingannevoli circa l’origine e le aziende produttrici, tra l’altro non censite nel Sian (Sistema Informativo Agricolo Nazionale). Nel corso dei controlli sono state contestate sanzioni amministrative per un importo di oltre 10.000 euro. Il valore dei provvedimenti ammonta a circa 700.000,00 euro




Stop a due scuole di specializzazione di medicina Bufera in facoltà all’università di Salerno

Erika Noschese

“Non accreditamento di due scuole di specializzazione della facoltà di medicina per non aderenza ai livelli minimi”. Sono queste le motivazioni che hanno indotto l’Osservatorio nazionale della formazione medica specialistica a bocciare due scuole di specializzazione a Salerno. L’Osservatorio NFMS altro non è che una costola tecnica dei ministeri della Salute e dell’Istruzione, guidati rispettivamente da Beatrice Lorenzin e Valeria Fedeli. A livello nazionale, su 1.433 scuole di specializzazione in medicina circa 135 non hanno superato l’esame in quanto carenti dei requisiti necessari, come prevede il nuovo sistema di accreditamento in vigore da quest’anno che prevedere, per le scuole, parametri più rigorosi ed efficaci. Nella lista delle scuole che non sono entrate, tra le Scuole di Specializzazione bocciate a Salerno figura Oncologia Medica e Igiene. Quest’ultima è guidata dal direttore della facoltà di Medicina, Mario Capunzo che, tra l’altro, ambisce alla carica di Rettore, sostituendo di fatto l’attuale Aurelio Tommasetti nel caso in cui questi dovesse essere candidato alla Camera con Forza Italia. Al momento, da parte dei Ministeri massimo riserbo sulla lista degli esclusi, su cui la Commissione competente ha lavorato due anni, in quanto dalla Sanità, guidato dalla Lorenzin, è stata avanzata la richiesta di rifare le valutazioni perché presenti alcune carenze nelle motivazioni. Intanto, il prossimo 28 novembre si terrà il concorso per i neo laureati in Medicina e, in diverse sedi, ci sarà la lista definitiva delle scuola ammesse.




Il tuo ufficio è un covo di germi e batteri?La soluzione è una pulizia efficace e professionale.

Lo sapevi che la parola cesso è l’unica in italiano che descrive bene il sanitario? Ed è lui il protagonista della curiosa campagna pubblicitaria di un’impresa di pulizie storica salernitana che fa dell’ironia su quanto possa essere sporco un ufficio.

Fatta questa premessa, è noto che il tuo ambiente di lavoro non efficacemente pulito può essere inquinato fino a cinque volte di più rispetto all’area esterna.

Se passi molte ore in ufficio e non c’è abbastanza ricambio d’aria fresca e pulita,si creerà un luogo perfetto per la proliferazione di diversi agenti patogeni tra acari,pollini, polvere, muffe, germi e batteri che a loro volta scateneranno una serie di problemi allergici, dal semplice prurito agli occhi alla gola irritata fino a una tosse persistente.  

Studi scientifici affermano che sono tante le malattie infettive che nascono negli uffici senza prestare cura all’igiene dell’ambiente, tu e i tuoi dipendenti siete a rischio e ci vi ammalerete facilmente.

Pensa a tutte le conseguenze di un gruppo di lavoro malato,scarsa qualità della prestazione lavorativa, consegne in ritardo, denaro perso, tutto per non aver chiesto aiuto ad un’azienda di pulizie specializzata in pulizie industriali e civili.

Come già detto in altre occasione, con noi quotidianamente convivono circa 9000 batteri invisibili ad occhio nudo, la cui tipologia e numero può anche variare a secondo del luogo dove ci trova e dal numero di persone che vivono l’ambiente.

Polvere sedimentata,scrivania sporca, residui di cibo sulle tastiere, sono i posti maggiormente attaccati da germi in grado di provocare allergie pericolose, queste secondo gli studi sono le motivazioni principali per cui un dipendete lascia il posto di lavoro.

Se sei un imprenditore e tieni molto alla tua azienda, scegli la professionalità di un’impresa di pulizie.

Ecoteam S.r.l. è quello che fa per te, da anni nel settore delle pulizie a Salerno e su tutto il territorio Nazionale, mette al servizio della clientela prodotti,attrezzature ed esperienza per diffondere igiene e sanificazione degli ambienti.

Ecoteam è specializzato in pulizie civili quindi e pulizie industriali, ma non solo anche in espurgo, giardinaggio e facchinaggio.

Un’impresa salernitana a conduzione familiare che ha sempre messo al primo posto la soddiSfazione del cliente, dalle piccole-medie imprese  alle grandi realtà, composta da personale qualificato, diverse certificazioni Iso che attestano il sistema di gestione della qualità di un’azienda  a livello internazionale e definisce  il controllo ed il miglioramento delle prestazioni ambientali di un’azienda secondo standard internazionali.

(In basso la curiosa campagna pubblicitaria in affissione)

Ecoteam S.r.l.- Impresa di pulizie  www.ecoteam-srl.it- Numero Verde 800821671




La scelta giusta per il tuo locale e’ Ecoteam!

Quando si entra in un locale, oltre al design interno e all’impiattamento, si nota anche la corretta gestione del servizio di pulizia della struttura.

Sanificare è un’operazione importante, che contribuisce a garantire la sicurezza alimentare.

Ambienti di lavoro poco puliti, limitata manutenzione e possibili infestazioni da roditori e blatte, sono solo alcune delle emergenze che caratterizzano una ristorazione che non rispetta le principali norme igieniche.

Essendo un’attività delicata e richiede del tempo, è necessario identificare un ordine di priorità all’interno della gestione della tua attività e affidarsi ad esperti del settore.

Ecoteam è l’impresa di pulizie adatta alle tue esigenze, che effettua i suoi servizi in diversi ristoranti e pizzerie di Salerno e provincia, da diversi anni.

L’azienda a conduzione familiare, ha sede in via Stefan. Brun, 5 Zona Industriale di Salerno, con una squadra  di figure scelte e qualificate che hanno permesso di raccogliere buoni consensi del pubblico.
Per presentarsi come impresa di pulizie professionista di enti pubblici e privati, ha dedicato risorse e attenzione per l’ottenimento della certificazione ambientale.( UNI EN ISO 14001).

Ecoteam combina un processo di detergenza e disinfezione, trasformando condizioni igieniche discrete in ottimali, privando l’ambiente di qualsiasi microorganismo patogeno e residuo di cibo.

I luoghi di lavoro, gli impianti ed i dispositivi sono regolarmente sottoposti a manutenzione tecnica.
I dipendenti indossano la dovuta protezione (es. guanti, mascherina..) e utilizzano prodotti che minimizzino i rischi di emissioni e rilasci nocivi.

Non esiste un detergente o un macchinario universale, per questo la pulizia professionale è la scelta più saggia per il tuo locale di qualsiasi settore.

Ecoteam fa una distinzione di superficie e materiale da trattare, agendo con lo scopo di garantire un’attività ad ampio spettro assicurando una protezione duratura della superficie sanificata.

Una corretta pulizia, associata a un’opportuna frequenza di intervento, permette di prevenire qualsiasi proliferazione batterica e rende tutto più buono.

Puoi contattare Ecoteam al Numero Verde 800 821671 o via WhatsApp, puoi anche visitare la pagina Facebook aziendale o il sito web www.ecoteam-srl.it.

L’obiettivo è far uscire tutti i tuoi clienti con il sorriso ffinché possano parlare bene del tuo locale e tornare a trovarti.

 

Ecoteam S.r.l.- Impresa di pulizie  www.ecoteam-srl.it- Numero Verde 800821671




Un frigo pulito in poche mosse

Prima o poi arriva il momento di pulire il frigorifero, una noiosa operazione che posticipiamo quanto più possibile, ma che risulta utile per riordinare il cibo.

Vi diamo qualche consiglio per non sbagliare:

Iniziate spegnendo il frigo e togliendo il tutto, potete porre gli alimenti in una borsa termica e tutte le parti mobili del frigo in ammollo in acqua e detersivo.

Procedete con le guarnizioni, preparando uno spruzzino che contiene una miscela di acqua e aceto di vino bianco, con un pennellino togliete le briciole e residui  di cibo, poi passate un panno umido e asciugate con uno strofinaccio.

Sul piano in basso del frigo ponete un asciugamano per assorbire l’acqua che gocciolerà durante la pulizia, preparate una ciotola con acqua calda e bicarbonato e passate tutto l’interno con una spugna non abrasiva risciacquando velocemente.

Impostate la temperatura del frigorifero a 4°-5°C, ottima per……Continua  a leggere qui

 

 

Ecoteam S.r.l.- Impresa di pulizia  www.ecoteam-srl.it – Numero Verde 800821671




Pagani. Rifiuti: via il consorzio, arrivano i privati

PAGANI. Approvata la delibera per il servizio di igiene urbana: via il Consorzio di bacino Salerno 1, arriveranno i privati. Con quasi un intero consiglio comunale favorevole e molti assenti in minoranza l’amministrazione del sindaco Salvatore Bottone ha deciso: dopo il 31 dicembre 2015, Palazzo San Carlo chiuderà i rapporti col Consorzio di Bacino e affiderà il servizio dei rifiuti a una società esterna tramite una gara pubblica. Non sono mancati scetticismi e anche diatribe riguardo l’approvazione della delibera, soprattutto da parte del gruppo Fdi che reputano le procedure di passaggio dal Consorzio ad una ditta esterna basata su procedure non chiare, superficiali e che potrebbero gravare sulle condizioni dell’ente locale e dei cittadini. Per questo motivo Fdi ha promesso alla maggioranza immediati provvedimenti in caso di anomalie. Dai banchi della maggioranza è stato precisato che la delibera serve a prevenire ulteriori situazioni di disagio che potrebbero emergere una volta portata a termine la scissione con il Consorzio e nel momento in cui la Regione non dovesse fornire risposte concrete in materia. Così, con 16 voti favorevoli,  è arrivata l’approvazione della delibera. Soddisfatto il sindaco Bottone: «Si sono create le basi per creare un servizio più efficiente per l’igiene urbana. Sono stati messi sul tavolo i presupposti per fare in modo che il comune vada all’esterno con una gara pubblica per l’affidamento dei rifiuti. I rapporti con Consorzio di Bacino non sono mai stati sereni e non c’è mai stata qualità nei servizi se si tengono anche presenti le esose cifre che il comune ha versato nelle casse dello stesso Consorzio. La delibera da mandato agli uffici di predisporre tutti gli atti e bandire una gara per l’affidamento ad un’azienda esterna». Il primo cittadino commenta poi l’arringa di Fdi: «Nonostante le minacce di Fdi che erano di pure fantasia tecnica amministrativa noi abbiamo raggiunto un risultato importante. E’ intollerabile quanto accaduto oggi in aula, dove l’intera maggioranza ha subito minacce contabili e penali: è sempre la stessa storia per tutti gli atti e delibere amministrative».

Le reazioni

PAGANI. In seguito all’approvazione della delibera sul servizio di igiene urbana e alle accuse di Fdi, arrivano le dichiarazioni della lista “Apertamente”, firmata dal capogruppo Salvatore Visconti e dai consiglieri Claudio Barile, Francesco Ingenito e Antonio Tortora:

“Responsabilmente ieri il nostro gruppo ha votato favorevolmente alla delibera che mette sul tavolo i presupposti per fare in modo che il comune vada all’esterno con una gara pubblica per l’affidamento dei rifiuti. Responsabilmente abbiamo compiuto un altro passo importante per la città.

Un impegno che non si ferma neppure di fronte alle folli accuse che pseudo politici lanciano dentro e fuori dal consiglio comunale.

Pseudo politici che si fanno solo pubblicità con proclami per avere un po’ di visibilità, speculando sui reali problemi della città.

Pseudo politici, quelli di Fratelli d’Italia che non hanno mai presentano una reale proposta per i tanti problemi di Pagani. Pseudo politici che fanno dell’assenteismo negli organi preposti (commissioni, aula consiliare, etc.) il loro unico punto forte.

Pseudo politici che al momento di assumersi le proprie responsabilità non ci sono. Si dichiarano disposti ad aiutare la città ma scappano, letteralmente, dal Consiglio Comunale, prima di votare. Leggono appunti scritti probabilmente da mani altrui nei quali si lanciano accuse, si parla di inesattezze, tutte fantasie di menti perverse che non hanno a cuore la città.

Ci saremmo aspettati, almeno per una volta, serietà, senso civico e tutela del bene comune. Concetti evidentemente estranei a chi ieri ha deciso di sottrarsi alle sue responsabilità – andando via prima del voto- tradendo di fatto la città. È evidente che per loro Pagani non ha alcun problema, è evidente che per loro il Consorzio lavora bene.

A questi soggetti suggeriamo di perdere meno tempo a scarabocchiare sui social, attivisti e consiglieri dal divano di casa propria non porta risultati.

Apertamente, insieme agli altri consiglieri – compresa una parte di opposizione che ieri era responsabilmente in aula, continua a lavorare per il bene della collettività”.




Salerno. Aree mercatali, spuntano le coop

di Andrea Pellegrino

C’è agitazione a Salerno Pulita. La voce che circola insistentemente da giorni riguarderebbe il possibile trasferimento del servizio di pulizia delle aree mercatali affidato alla società municipalizzata, ad una cooperativa sociale. Tradotto, la pulizia, al termine delle attività di vendita dei mercati rionali cittadini con lo spazzamento ed il lavaggio (di largo San Givanniello, piazza Cavalieri di Vittorio Veneto, via Robertelli e via De Crescenzo) passerebbe, pare per volontà dell’amministrazione comunale, in via diretta nelle mani di una delle cooperative sociali che già sono affidatarie di servizi comunali. Una prospettiva, questa, che avrebbe messo in allarme i dipendenti della società municipalizzata, ma anche i sindacati e parte dei politici ed amministratori cittadini. Non fosse altro che le cooperative sociali salernitane, ed i servizi a loro affidati, già sarebbero sotto i riflettori, anche – a quanto pare – della stessa autorità giudiziaria. Mercoledì i sindacati dovrebbero riunirsi ed affrontare le problematiche relative alla società che si occupa della gestione dei rifiuti in città. Sul tavolo, oltre che la paventata ipotesi del trasferimento del servizio di pulizia delle aree mercatali, ci sarebbero altri disagi e difficoltà da superare e da sottoporre all’attenzione dei vertici amministrativi di Palazzo di Città. Tra le problematiche più sentite, un servizio spazzamento ridotto nei giorni festivi. Infatti, pare che la domenica si provveda, per volontà aziendale, solo alla pulizia della strada nazionale e del lungomare, lasciando così nell’abbandono (e non è difficile accorgersene) tutte le altre arterie cittadine. Interi quartieri sarebbero, infatti, esclusi dal servizio di pulizia e spazzamento e le ultime proteste dei residenti certificherebbero il dato. Ma i temi sul tavolo del vertice di mercoledì, fanno sapere, sono molteplici, seppur al momento sta sventare ci sarebbe l’ipotesi di trasferimento di un servizio all’ennesima coop cittadina. E semmai, come spesso avviene, attraverso un affidamento diretto.S




Nocera Inf. Rifiuti: «Torquato non ha risolto i problemi»

NOCERA INFERIORE. Rifiuti: duro attacco del Movimento cinque stelle contro l’amministrazione comunale.  «Negli ultimi 3 anni, pare che in merito alla gestione rifiuti nella nostra città siano accaduti molti fatti, di cui pochi, però, portati a compimento – esordisce così il Movimento Cinque Stelle di Nocera Inferiore-. Con il vecchio assessore si ci poneva l’obiettivo “Rifiuti Zero”, si era avviato un ciclo di controlli sul territorio, si stava avviando un gruppo di Volontari Cittadini che dovevano essere sentinelle e nel contempo furono distrutte le “isole ecologiche” interrate dicendo che non potevano essere recuperate o trasformate. Successivamente, con l’arrivo del nuovo dirigente della Nocera Multiservizi, si è ricominciato a parlare di un nuovo Piano Industriale dei Rifiuti, tanto da arrivare, negli ultimi mesi, ad incontri con alcune parti sociali della città che, riunitesi in coordinamento, hanno fatte delle osservazioni e proposte in merito, fermo restando la necessità di avviare, quanto prima possibile, la raccolta “porta a porta” in tutta la città».
I pentastellati denunciano: «A quanto risulta, non solo non si è dato riscontro alle ultime osservazioni, ma l’amministrazione sembra aver chiuso lo spazio che si era aperto di confronto e condivisione e che poteva evitare gli errori del passato, avviando così, finalmente, un percorso ecologico e virtuoso della gestione dei rifiuti… le uniche due cose, che abbiamo appreso, da avvisi pubblici, sembrano essere la ricerca di due figure laureate da impiegare all’interno della società Nocera Multiservizi, fermo restando la necessità di rivedere l’organigramma, e la delibera che annuncia un bando per impianti e/o strutture definite “Eco-Compattatori” o meglio conosciute come macchine “mangia rifiuti”, in questa fattispecie di Plastica ed Alluminio. A quanto pare, per la prima azione, l’avviso della Multiservzi, è arrivata anche la “diffida” da parte del Consorzio di Bacino Salerno 1… e  secondo il quale… non si possono fare assunzioni nell’ambito dei servizi di gestione dei rifiuti, se prima non si procede al reimpiego del personale dei Consorzi di Bacino della Regione Campania. Per… gli Eco-Compattatori, sembra che, al di là dei pareri di natura Tecnica, Contabile e Consultiva, non si sia tenuto conto di quanto già in programma e finanziato (quindi solo da avviare), stia mettendo in campo l’Ufficio Ecologia, in merito ad un “Isola Ecologica itinerante” e l’approntamento di un sistema di premialità con schede e punteggi, al quale, facendo una semplice riflessione, questo sistema pare faccia addirittura concorrenza. In altri comuni… hanno avviato questo tipo di attività in sede sperimentale prima di procedere a qualsiasi bando pubblico».
Il M5S si chiede «quali siano le reali intenzioni dell’amministrazione… per gestire in house… i rifiuti del proprio territorio, rendendoli così anche fruttuosi, oggi si avvia a parzializzare il sistema con gestioni ancora una volta private, deconcentrandosi da quello che dovrebbe essere l’obiettivo principale ed estendere il porta a porta in tutta la città!».
da tempo sia il Movimento cinque stelle sia alcune associazioni ambientaliste puntano il dito contro l’Amministrazione Torquato che pur essendo in carica da tre anni non ha risolto i problemi della raccolta e smaltimento dei rifiuti in città. E’ vero che la situazioen trovata all’insediamento di Torquato non era delle migliori, è vero che la Multiservizi è composta da dipendenti anziani e molti ammalati, è vero che i mezzi a sua disposizione sono scarsi in qualità e numero, ma tre anni per invertire la rotta sono un tempo certamente non breve. Basta vedere le continue segnalazioni su facebook di disservizi nella raccolta dei rifiuti per rendersi conto che la situazione non è certamente rosea. Se al centro la città è piuttosto pulita, nelle periferia è il contrario. ma nessun piano di igiene pubblica sarà sufficiente se gli incivili non saranno sconfitti. E su questo punto, Torquato ha la possibilità di pretendere dai vigili urbani maggior rigore nei controlli e non lamentarsi su facebook dell’operato dei suoi uomini: lui è il sindaco, agisca di conseguenza. la città attende risposte.