Album del Centenario: tutto risolto. Inizia la raccolta, perchè acquistarlo

Dopo il lancio a tambur battente sui social dei video teaser evocativi che vedevano protagonisti i tifosi (virale il video con Ciccio Rocco), ai quali ha fatto seguito la presentazione ufficiale alla città lo scorso 11 Ottobre in una conferenza stampa cui hanno preso parte personaggi storici che hanno fatto la storia del Club, insieme alla stampa locale, finalmente è disponibile l’Album del Centenario.

353 figurine, 116 pagine, 14 capitoli, 20 figurine rare, 1 App. Questi sono soltanto alcuni dei numeri che raccontano l’Album del Centenario. Frutto dell’ingegno, del buon gusto, dell’originalità di saper raccontare la Storia in una rassegna delle tappe più importanti negli avvenimenti e negli uomini che ne hanno segnato il percorso. L’Album del Centenario racconta il sentimento, passione, tifo, ma soprattutto parla ai tifosi, i veri destinatari dell’iniziativa. Non parliamo di una collezione di carta, ma di un vero e proprio manuale di Storia dell’US Salernitana 1919, raccontata attraverso le immagini e i contenuti multimediali grazie all’App “Sentimento Granata” che permette di rivivere le coreografie e i gol memorabili che hanno fatto impazzire di gioia i tifosi inquadrando una figurina. I Tifosi hanno subito risposto presente, manifestando il proprio entusiasmo già  nel periodo precedente al lancio ufficiale dell’iniziativa. Personaggi storici come De Maio, Genovese, Valese e Fusco presenti alla conferenza hanno dispensato complimenti in modo incondizionato per l’ottimo lavoro svolto, augurandosi che Salerno godrà ancora di iniziative all’altezza della passione della sua Piazza.

In questo articolo Vi voglio raccontare che significato hanno la bellezza, il fascino, le palpitazioni che salgono quando si “riapre” una bustina, e si sfilano dall’interno le figurine.

Unico è l’aggettivo che dobbiamo utilizzare per descrivere l’Album del Centenario, in quanto non esiste un precedente a livello nazionale che raccolga in modo pregevole e autorevole la storia centenaria di un Club suddividendola in capitoli dedicati ai combattenti, ai fantasisti, ai bomber, agli uomini determinanti etc. Ma soprattutto con una rassegna delle coreografie realizzate negli anni, dedicando una figurina disegnata a mano al Simbolo della Curva i cui tutti i tifosi si identificano: il Siberiano.  Non pienamente soddisfatti, è stata realizzata una copertina in “soft touch”. Ebbene si, un manipolo di salernitani si sono fermati a giudicare soltanto qualche imperfezione fisiologica e null’altro.

Il vero valore aggiunto della raccolta è l’interattività, conferita all’album attraverso un’app scaricabile dagli store Android e IOS, tramite la quale è possibile rivedere i gol storici, le coreografie e tanti altri contenuti esclusivi grazie alla Realtà Aumentata. Non esiste attualmente un precedente paragonabile in termini di resa grafica, autorevolezza, prestigio, interattività e quindi innovazione sia in italia che nel Mondo.

Di Bartolomei, Ferrara, Fusco, Tudisco, Del Grosso, Gattuso, i fratelli Tedesco, Breda, Pisano, Di Vaio, Chimenti, Di Napoli… E’ un’estasi per l’animo di chi ha trascorso anni ed anni in gradinata a gioire per i propri beniamini.  Ritrovare sull’album la curva festante nella partita contro la Lodigiani nel ‘93 – 94’, o per dire la magnifica coreografia realizzata in occasione della finale play – off della stessa stagione contro la Juve Stabia allo Stadio San Paolo, ma potrei dirvi della coreografia “B happy” divenuta virale in tutt’Italia ed oltre nel 2015 contro la Casertana… Sembra quasi che il tempo si sia fermato. Emozioni che salgono ancor più di giri quando ho preso in mano la figurina argentata del mitico Agostino di Bartolomei, che riporta alla mente i successi degli Anni d’Oro.

Ebbene sì, Chi ha realizzato l’Album del Centenario ha davvero dimostrato la passione, il senso di appartenenza, la creatività, l’amore per Salerno e la Salernitana, donando ai tifosi un pezzo da collezione che raccontasse il vero il Sentimento Granata dei supporters salernitani verso la propria “Bersagliera”.

 

 




Provincia, inizia la dotazione di borracce ecologiche agli uffici, Dante Santoro: “Ecco i primi effetti del nostro progetto Provincia Plastic free”

Il progetto fortemente voluto dal consigliere d’opposizione Dante Santoro “Provincia plastic free” sta portando i primi risultati, dopo l’approvazione della mozione avvenuta nei giorni scorsi e che ha ottenuto l’unanimità. Nella mattinata di oggi, infatti, sono state consegnate le prime borracce ecologiche ai comsiglieri. Soddisfatto Dante Santoro: “Si tratta dei primi effetti del nostro progetto – ha dichiarato il consigliere – Sono soddisfatto per questo prima risultato ottenuto. Adesso dobbiamo procedere spediti  ed eliminare totalmente l’utilizzo della plastica all’interno dell’ente provinciale”.




La città del commercio che non c’è più. «Solo palliativi e conferenze stampa»

di Andrea Pellegrino

«Abbiamo chiesto chiarimenti, in vista delle primarie del Pd di domenica, al segretario provinciale del Partito democratico, che è tra l’altro anche il capostaff del primo cittadino, così come abbiamo chiesto il perché del diniego della sala comunale per la conferenza stampa dell’opposizione». Antonio Cammarota, presidente della commissione trasparenza al Comune di Salerno e consigliere comunale de “La Nostra Libertà” ieri mattina ha convocato Enzo Luciano.  Presidente, dopo la denuncia di Fratelli d’Italia in vista delle primarie del Partito democratico di domani, il caso è approdato in commissione… «Il segretario del Pd ci ha annunciato che saranno sedici i seggi allestiti, alcuni dei quali in spazi comunali, pubblici ed altri in aree e locali privati. Mi ha confermato il pagamento di tutti gli spazi pubblici, ad eccezione dell’androne del Teatro Augusteo. Per quanto riguarda l’utilizzo delle sale comunali è stata evidenziata, oltre la discrezionalità da parte dell’amministrazione comunale, anche l’assenza di una disciplina. Ed è per questo che la vicenda tornerà in commissione la prossima settimana. Ci siamo impegnati affinché si arrivi ad una disciplina ma soprattutto affinché gli spazi comunali non siano negati ai consiglieri comunali per la loro attività politica».  A proposito di primarie, lei è stato sempre un promotore di questo strumento anche nel centrodestra… «Sono state sempre invocate da me, fin dal 2011. Credo che sia l’unico strumento che possa legittimare il leader di una coalizione. Ed è una convinzione che ho tutt’oggi». Un tema all’ordine del giorno, nel dibattito nazionale, è la legittima da difesa: da politico ma anche da avvocato, cosa ne pensa? «Questa legge capovolge l’onore della prova a favore dell’indagato che, prima di essa, doveva dimostrare il non eccesso colposo nella legittima difesa, o l’atto volontario nella legittima difesa. In questo senso la legge ha un valore perché chi viene aggredito in casa non deve dimostrare che ha agito per legittima difesa». Anche nelle settimane scorse abbiamo trattato la crisi del commercio. Crisi che si aggrava con le ultime e preoccupanti chiusure di negozi anche nel centro cittadino… «Proprio da queste colonne abbiamo lanciato l’allarme segnalando una profonda crisi del commercio salernitano che va oltre l’immaginazione: i piccoli palliativi, le simpatiche conferenze stampa dell’amministrazione comunale che rivendica un gran lavoro in tal senso. Dispiace per il laborioso assessore ma le polemiche sono fatti. Non si produce un bel nulla e la situazione sta precipitando. Come già proposto, in più occasioni ed anche con un convegno, c’è bisogno di fare rete tra i commercianti; bisogna, a mio avviso, creare anche una sorta di competizione interna tra gli esercenti per determinare la miglior offerta per il consumatore. Invocare la crisi non ha senso: a Napoli non è così ma neppure nella vicina Cava de’ Tirreni è così. Qui la protezione del commercio è stata tale da garantire l’economia di quella terra, questo a Salerno non è accaduto. Inutile invocare 20 ore di lavoro al giorno da parte di assessori della giunta Napoli: si è pagati per fare questo e chi ha un mandato pubblico non solo ha l’onere del lavoro ma anche del risultato e dell’efficienza. Faremo una nuova iniziativa sperando che idee e proposte vengano recepite».  Non solo crisi, c’è anche la questione meridionale e la discussione sul federalismo… «Purtroppo non vedo partiti del centrodestra pronunciarsi su una deriva che rischia di spaccare l’Italia». Infine, una delle battaglie de La Nostra Libertà sono le vicende legate alle banche ed in particolare ai mutui e all’anatocismo… «Da anni assistiamo i cittadini con consulenze gratuite sull’anatocismo e sull’usura bancaria. Con l’ausilio di ottimi professionisti, tra cui il dottor Giuseppe Perrone ed altri, garantiamo un servizio ai cittadini. Anche attraverso convegni con la partecipazione del presidente dell’ordine degli avvocati e del tribunale abbiamo affrontato l’argomento. Di recente abbiamo vinto importanti cause su mutui ipotecari ed immobiliari. Abbiamo affrontato casi in cui le polizze suggerite dalle banche erano state indicate come obbligatorie, facendo superare il tasso previsto dalla legge. L’associazione è a disposizione con i suoi uffici e la sede al Comune di Salerno».




Programmi, appelli, promesse: il confronto nella sede di Cronache

Adriano Rescigno

Ansalone sprona al confronto, gli altri del collegio rispondono presente. Carmine Ansalone, nel corso dell’intervista rilasciata al quotidiano Le Cronache, esponente di Liberi e Uguali candidato alla Camera dei Deputati all’interno del collegio uninominale di Salerno, ha invitato al confronto i suoi colleghi candidati in merito ai programmi elettorali ed ai temi della politica. Al confronto organizzato dalla nostra redazione venerdì 16 febbraio, venerdì, alle ore 11 e che si svolgerà nei nostri stessi locali, sono stati invitati tutti gli esponenti delle forze politiche presenti in campo che hanno avanzato la loro candidatura in rappresentanza del territorio per uno scranno a palazzo Montecitorio. Dunque, un incontro aperto ai candidati del collegio uninominale di Salerno per la Camera dei Deputati.

Gli invitati

Per il centro sinistra ci sarà Piero De Luca, per il centro destra Gennaro Esposito, nemmeno a dirlo Carmine Ansalone di Liberi e Uguali e per il Movimento 5 stelle Nicola Provenza. Tra gli altri invitati anche Pio Antonio De Felice di Potere al Popolo che senza battere ciglio ha dato la sua adesione, così come Francesco Vota di CasaPound che per primo aveva chiesto un confronto tra tutti i candidati presenti nel collegio uninominale. Per il Popolo della Famiglia ci sarà Raffaele Adinolfi mentre per il Partito Comunista Alessandro Sergio. Per una Sinistra Rivoluzionaria, candidata alla Camera, ci sarà Valentina Curci mentre Giovanna Picardi per Forza Nuova. Chiude Maria Assunta Carmosino candidata tra le fila di Allenaza Liberal Popolare – Autonomie.  “Mi faccio promotore attraverso le colonne di questo giornale di un appello: sui temi della politica è auspicabile un confronto tra i can- didati del collegio di Salerno”, questa la richiesta del candidato di Liberi e Uguali.

Francesco Vota: «Non temo nessun confronto. Noi di CasaPound abbiamo temi validi e programmi attendibili da proporre. Sento cose in giro che esulano dalla realtà. Vorrei confrontarmi, e lo farò con piacere, in prima persona con il candidato del Pd Piero De Luca visto che si muove come se avesse già vinto. Sono stato a Fuorni, ed in nostri concittadini non sono per niente convinti e contenti de “Salerno capitale dell’accoglienza”. E allora vorrei chiedere a Piero De Luca se voterà lo ius soli, se al posto di valorizzare le zone desertificate economicamente dal Pd continuerà a scegliere il jobs act». Pio De Felice per Potere al Popolo invece: «Parteciperò molto volentieri a questo confronto diretto per informare i cittadini su chi dice cose vere e chi le racconta edulcorate. Bisogna parlare di lavoro, di sicurezza, che sembrano essere stati totalmente abbandonati. Sono molto felice di questa iniziativa che permetterà il confronto tra chi è portatore di tesi diverse». Gennaro Esposito candidato per il centro destra invece: «Credo che gli elettori hanno estremamente bisogno, per evitare l’appiattimento del consenso e dell’indecisione, di momenti di confronto come quello organizzato dalla vostra redazione. Sono ben felice dell’appello proposto dall’amico Carmine Ansalone e di accettare il vostro invito. E’ una manifestazione di interesse verso i lettori e verso gli elettori che va a riscoprire il vero senso della politica, il confronto nel bene delle comunità». Raffaele Adinolfi per il Popolo della Famiglia: «Felice di accettare il vostro invito. I nostri programmi sono figli del buonsenso e della difesa dei nostri veri valori. Una simile iniziativa è da lodare».




Scafati. La migliore pizza di Scafati la scegli tu: al via il sondaggio on line

Di Adriano Falanga

Se non ci fossero loro, a Scafati la movida serale sarebbe completamente scomparsa. Sono le pizzerie a tenere ancora testa nel settore enogastronomico, e in città l’offerta è piuttosto ampia. C’è chi sente l’influenza napoletana e offre la classica pizza stile “Napoli”, sottile e altamente digeribile. C’è chi invece sente l’influenza dei monti Lattari e offre la pizza stile “Gragnano”, spessa e ricca di ogni sorta di ingrediente. Ma non manca chi di contro offre un tipo di pizza tutto suo, dando spazio alla creatività e fantasia culinaria. La pizza è un’arte e a Scafati vogliamo capire chi la fa meglio di tutti. Così, in collaborazione con il gruppo Facebook “Sei di Scafati se” che conta oltre 18 mila iscritti, rappresentando la “piazza virtuale” degli scafatesi, Cronache sponsorizza il sondaggio on line “La miglior pizza di Scafati”. Tre semplici domande: miglior pizzeria, miglior location, miglior rapporto qualità prezzo. Rispondere è semplice, sarà possibile farlo dal 9 ottobre al 5 novembre 2017 al seguente link: https://www.survio.com/survey/d/Q8I6A3O4B9C1L5J4O. I risultati saranno aggiornati e resi noti due volte a settimana attraverso le pagine Facebook “Cronache agro” e il gruppo “Sei di Scafati se”. Ai vincitori andrà in premio un’ampia recensione sul quotidiano “Le Cronache” e sul sito “cronachesalerno.it” oltre ad un attestato di riconoscimento da esporre nel locale, siglato dal giornale e dal gruppo “Sei di Scafati se”.

 




A Cronache impedito di seguire lo sbarco dei migranti, arriva l’interrogazione parlamentare urgente

Il parlamentare Edmondo Cirielli di Fdi-An ha annunciato un’interrogazione parlamentare urgente al Ministro dell’Interno al fine di sapere per quale motivo sia stato impedito questa mattina a Le Cronache di seguire lo sbarco dei migranti. Seguono ulteriori aggionarmenti




Impedito a Cronache di seguire lo sbarco dei migranti a Salerno!

Funzionario della Questura di Salerno impedisce a un collaboratore di Le Cronache di seguire la sbarco dei migranti al porto di Salerno, senza alcun motivo plausibile. Seguiranno aggiornamenti sull’incresciosa vicenda…

 

AGGIORNAMENTI

—L’ordine e il sindacato

Ordine dei giornalisti della Campania e Sindacato unitario giornalisti della Campania sono al fianco del quotidiano Cronache Salerno, discriminato questa mattina da parte delle forze dell’ordine. Durante lo sbarco dei migranti è stata infatti allontanata una collaboratrice del quotidiano. Invitiamo perciò il prefetto di Salerno a evitare il ripetersi di tali incresciosi episodi.

 

— I parlamentari
Il parlamentare Edmondo Cirielli di Fdi-An ha annunciato un’interrogazione parlamentare urgente al Ministro dell’Interno al fine di sapere per quale motivo sia stato impedito questa mattina a Le Cronache di seguire lo sbarco dei migranti. Seguono ulteriori aggionarmenti

 

— Le reazioni

Il presidente regionale di fdi, Antonio Iannone «Desidero esprimere alla giornalista Elisabetta De Gennaro, al Direttore Tommaso D’Angelo e alla redazione tutta di Cronache la solidarietà personale e di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale. Salerno versa in uno stato di esasperazione per i continui sbarchi, il porto di Salerno è stato trasformato nel terminal nazionale dell’emergenza immigrazione come abbiamo denunciato più volte, ma non si può impedire il diritto di cronaca. Mi compenetro anche nel lavoro delle Forze dell’Ordine costrette a fare i secondini della nefandezza governativa del PD ma bisogna garantire e rispettare il lavoro di tutti».




Cronache cambia veste!

Domani in edicola troverete Cronache con un nuovo look grafico. Master e pagine ariosi, caratteri che evocano i vecchi master grafici, ma che rispettano comunque le nuove tendenze in materia, con giochi di foto scontornate e nuove interazioni tra pezzi e approfondimenti delle notizie, dando facilità di lettura a chi ci segue. Una veste nuova, snella e accattivante.




Enzo Napoli ai suoi: «Almeno il 60 per cento per il sì». Incognita Falcone

di Andrea Pellegrino

Molti consiglieri s’aspettavano di essere convocati in vista di un prossimo Consiglio comunale. Ed invece, così come annunciato ieri mattina da Cronache, il vertice di maggioranza ha avuto un solo ordine del giorno: il referendum costituzionale. Ebbene sì, il sindaco Enzo Napoli ha convocato davvero la sua maggioranza per incitarli a schierarsi con forza a favore della riforma Renzi. Ad eccezione di Pietro Stasi e Leonardo Gallo che pubblicamente e no hanno annunciato la loro contrarierà (tant’è che non hanno preso parte alla riunione di maggioranza), ieri tutti i consiglieri hanno risposto alla chiamata alle armi. Napoli ha voluto, sulla scia di De Luca padre e figlio, alzare il morale delle sue truppe (politiche) alzando anche l’asticella dell’aspettativa fissata almeno al 60 per cento. Così i consiglieri comunali – da oggi in poi – dovranno fissare incontri ed essere impegnati a tempo pieno sul referendum per non far sfigurare il governatore che, anche questa volta, vuole mostrare numeri bulgari al premier Renzi, al di là di cosa faccia il resto d’Italia. Ancora da chiarire la posizione di Gaetana Falcone, assessore della giunta Napoli. A quanto pare la sua appartenenza all’Udc (sembra che abbia preso parte all’ultimo congresso) potrebbe portarla verso il no. Ma qui a Salerno si parla anche di un accordo di non belligeranza tra Luigi Cobellis e Vincenzo De Luca. Nonostante le chiare posizioni di De Mita.




Leggere fa bene alla spesa!

Il giorno 29 giugno, Well to get e LeCronache, regalano un buono sconto di 10,00 euro sulla tua spesa al supermercato.

Ecco dove si può utilizzare il coupon :

SURGELATI:

ICE MANIA – Via Rufigliano, snc – 84022 – Campagna (SA) tel. 3925723872 (consegna gratuita) /Chiusura : Domenica/

SURGELATI “MAVI” – Corso Garibaldi, 79 – 84081 – Baronissi (SA) cell. 3201835864 – email: pasq.farina@hotmail.it /Chiusura : Nessuna/

MACELLERIE:

MACELLERIA “VERDI PASCOLI” di Minelli Filippo – Via Madonna di Fatima, 18-20 – 84129 – Salerno /Chiusura : Domenica/

MACELLERIA E PASTICCERIA presso SUPERMERCATO ETE’ (F.lli Mapoletano srl) – Via Paolo De Granita, 11 – 84124 – Salerno

MACELLERIA PIERRI – Via SS88 – 84084 – Fisciano (SA) tel. 089879294 /Chiusura : Domenica/

PESCHERIE:

PESCHERIA E BACCALA’ di Maisto Vincenzo – Via F. Paolo Volpe, 50 – 84122 – Salerno /Chiusura : Domenica/

SUPERMERCATI – ALIMENTARI:

SUPERMERCATO “CINQUE STELLE” – Via Colombo, 18 – 84091 – Battipaglia (SA) /Chiusura : Nessuna/

SUPERMERCATO DISCOUNT “QUI DISCOUNT” – SS 18 km 67 (Viale Verdi, 1) località Pagliarone – 84090 – Montercorvino Pugliano (SA)

SUPERMERCATO “GRAN RISPRMIO” – Via M. Francesco Naccarella, 18/20 – 84124 – Salerno /Chiusura : Nessuna/

MINIMARKET “LA PAGNOTTA” – Via S. De Vita, 37 – 84080 – Pellezzano (SA) /Chiusura : Nessuna/

FRESH WORLD – Via delle Calabrie, angolo Cappello Vecchio – 84133 – Salerno /Chiusura : Domenica Pomeriggio/

SUPERMERCATO “DESPAR” – Via Santa Maria di Costantinopoli, 27 – 84025 – Eboli (SA) tel. 0828363508 /Chiusura : Nessuna/

MINIMARKET “AM MARKET” -Via Luigi Angrisani, 22 – 84132 – Salerno – cell. 3280634055 /Chiusura : Domenica/