Ztl in via Monti, cittadini divisi tra favorevoli e contrari

di Erika Noschese

Via Monti terra di nessuno? Da mesi, infatti, si susseguono le segnalazioni da parte dei cittadini che lamentano la totale assenza di posti auto che inducono i cittadini salernitani alla sosta selvaggia, con non poche difficoltà soprattutto in casi di emergenza. Non di rado, infatti, le ambulanze si sono viste costrette ad arrestare le loro corse e raggiungere l’abitazione che necessitava dell’intervento dei medici del 118 a piedi. Nasce così la proposta di istituire la Ztl per porre fine soprattutto alla problematica della sosta selvaggia e restituire ordine e decoro ad una delle zone del centro storico, ad oggi maggiormente colpita dall’inciviltà degli automobilisti. Della istituzione della zona a traffico limitato se ne è occupato, fin da subito, il consigliere del gruppo misto Mimmo Ventura, presidente della commissione Mobilità. La Ztl sembra però non piacere a tutti e qualcuno, consiglieri di maggioranza compresi, hanno già storto il naso dinanzi alla possibilità concreta di vedere la zona del centro storico “limitata al traffico”. Ieri mattina, al terzo piano di Palazzo di Città, sono infatti stati invitati i residenti di via Monti, in presenza del presidente della commissione Ventura, favorevole alla Ztl, e del vice presidente Donato Pessolano, contrario in quanto, a suo dire, una zona già via morfologicamente svantaggiata. Ventura sembra però intenzionato ad assecondare le richieste dei cittadini favorevoli e l’istituzione della Ztl in via Monti potrebbe presto passare al voto in occasione del prossimo consiglio comunale. «Con la Ztl la situazione si può solo migliorare proprio grazie alla chiusura della zona», ha dichiarato il consigliere Mimmo Ventura secondo cui, attualmente, la zona è accessibile a tutti creando non pochi disagi ai residenti. «Mi hanno detto che alcuni residenti non vogliono, mi portassero un documento firmato – come ce l’ho io con le persone che la vogliono – perchè se mai dovesse accadere qualcosa ognuno deve prendersi le proprie responsabilità», ha poi aggiunto il consigliere del gruppo misto. La decisione finale ora spetterà però al consiglio comunale che dovrà vagliare la situazione e decidere il da farsi. Il consigliere Donato Pessolano, dal canto suo, ribadisce la necessità di procedere all’installazione di dissuasori – nei punti critici della zona – e all’affissione di cartellonistica stradale. «La Ztl, solo in ultima ratio, valida per i fine settimana dei periodi più critici per la città di Salerno e solo in entrata, dando la possibilità a chi fa, magari, visita ai propri parenti di uscire quando vuole», ha spiegato ancora Pessolano secondo cui la zona è abitata maggiormente da persone anziane che, con la zona a traffico limitato, non avrebbero la possibilità di ricevere visite da parte di familiari ed amici o semplicemente di assistenza. I cittadini contrari, dal canto loro, parlano di una scelta che andrebbe a svantaggiare la popolazione residente anche in virtù del fatto che la struttura mobile non è sempre in funzione.




“Nessuna pattuglia dalle 23 alle 7”

di Brigida Vicinanza

Tante proposte e discussioni all’interno delle Commissioni consiliari permanenti a Palazzo Guerra. Ieri mattina infatti durante la Commissione Annona e Turismo e durante la Commissione Mobilità, sul tavolo davanti ai Consiglieri comunali c’erano idee e iniziative, ma soprattutto le problematiche che vive la città di Salerno e i salernitani. Fiera di San Matteo al centro della commissione Annona mentre a fare “visita” alla Commissione mobilità presieduta da Mimmo Ventura, ieri mattina, il comandante dei vigili urbani Elvira Cantarella, che ha esposto le problematiche che vive la polizia municipale da non poco tempo. Permessi per la zona a traffico limitato e soprattutto la mancanza di Personale al centro della discussione tra consiglieri di maggioranza e opposizione. L’assenza delle pattuglie per il controllo e la sicurezza notturne si fa sentire e non poco, infatti dalle 23 fino alle 7 del mattino nessun vigile urbano è impegnato “per strada” a vigilare le zone più “calde” della città. Un problema che non può essere risolto sicuramente con le assunzioni stagionali, che come già si è verificato in precedenza, non basterebbero a coprire comunque tutte le zone della città. E ora con l’evento natalizio delle Luci d’Artista si dovrà trovare sicuramente una soluzione. Ma al centro della questione anche i permessi della zona a traffico limitato, pare infatti che ci potrà essere una “stretta” sui permessi che verranno dati. E poi ancora si dovrà discutere, sempre all’interno della Commissione presieduta da Ventura e con vice Donato Pessolano, della zona a traffico limitato nei weekend di Luci d’Artista che potrebbe risolvere non pochi disagi ai salernitani, con l’incremento comunque del servizio di trasporto pubblico e di navette e la creazione di parcheggi in più zone della città come già proposto da Santoro. Ma di questo se ne parlerà la prossima settimana alla presenza dell’assessore Mimmo De Maio.