Il consiglio Federale non lascia spazio a dubbi: Lotito dovrà cedere la Salernitana

Cedere la Salernitana, pena l’esclusione dal campionato di serie A di Salernitana e Lazio. E’ quanto deciso dal consiglio Federale della Figc in merito alla questione della multipropietà che coinvolge direttamente i Granata. Lotito, infatti, ad oggi è presidente anche della Lazio e con la Salernitana in A è costretto a cedere. Stando a quanto confermato dal consiglio Federale, infatti se non arriva la cessione, si verificherà la mancata ammissione del campionato sia per la Salernitana che per la Lazio. Patron Lotito avrà fino al 25 giugno per poter vendere la Salernitana, in sostanza gli sono stati dati 14 giorni in più per cedere la squadra granata.




Pallavolo, la Fortitudo Campagna combatte ma cede alla Mp Cava

di Stefano Letteriello

CAMPAGNA. Nella decima giornata del campionato di pallavolo femminile di serie D (girone A) la Mp Auto Volley di Cava de’ Tirreni si è imposta per 0–3 sul campo della Pol. Fortitudo Campagna. Gara intensa e vivace considerato il divario in classifica tra le due squadre. Le padrone di casa giallonere, seste a 14 punti, sono riuscite a rimanere sempre in partita ma senza mai davvero impensierire il sestetto metelliano, secondo in classifica, del coach Santoriello. Non pochi i rimpianti da parte della squadra campagnese per una partita molto combattuta che poteva concludersi con un ben altro risultato. Dopo una buona partenza, le padrone di casa, conquistato il vantaggio, si fanno subito rimontare concludendo il primo set con un parziale di 20–25. Secondo e terzo set, terminati entrambi 19–25, altro non sono che una triste replica del primo, con la squadra di casa sempre pronta ad andare in vantaggio ma mai capace di sferrare il colpo decisivo. La Mp Auto Volley, che grazie a questi 3 punti consolida il terzo posto, ha nel complesso meritato la vittoria, mettendo in campo una squadra solida e compatta, capace di far fronte ad ogni difficoltà e di rimontare per ben 3 volte le avversarie. L’amara sconfitta non rende giustizia all’ottima prestazione offerta dalla Pol. Fortitudo Campagna, allenata dal mister Cacciottolo, reduce da una scia negativa di risultati e vittima di un momento buio frutto, probabilmente, dei troppi errori commessi in campo, più che dei valori tecnici espressi. La speranza è quella di riscattarsi nel prossimo difficile match che si terrà a San Giorgio del Sannio e che le vedrà ospiti della terza in classifica, la Tipografia Graziano.




Jomi Salerno, contro il Teramo senza Avram e Pavlyk

Ricomincia, e lo fa alla grande, la stagione della Jomi Salerno. Mancano tre turni alla fine della regular season ed il 2015 si aprirà infatti con due supersfide che segneranno il futuro delle campionesse d’Italia ancora a caccia della matematica certezza di partecipare ai play off scudetto. Si comincia con il match contro la Globo Allianz Teramo, che andrà in scena al Pala Palumbo sabato alle 18,30. Un match che precederà di sette giorni l’altro big match, in programma a Conversano contro la capolista Indeco. Coach Nasta è però abituato ad affrontare un ostacolo per volta, ed allora sotto con Teramo. Un solo punto divide, in classifica generale, le abruzzesi seconde dalle campionesse d’Italia in carica. Proprio per questo l’incontro assume un’importanza fondamentale per l’accesso ai play off, trasformandosi già in una sorta di spareggio. Chiudere al secondo posto, alle spalle dell’ormai irraggiungibile Indeco Conversano, è l’obiettivo di Coppola e compagne che venderanno cara la pelle per assicurarsi la vittoria contro Teramo. Ma è una vigilia di ansia per coach Nasta, che potrebbe dover fare a meno, nel momento finora forse più importante della stagione, di due pedine di fondamentale importanza, le veterane Avram e Pavlik.. Lo staff sanitario della Jomi tenterà in tutti i modi di rimettere in sesto le due bandiere della PDO Salerno ma i dubbi sulla loro presenza in campo al momento sono altissimi. “Sto preparando la partita senza di loro – dice Nasta – anche perchè è un’eventualità al momento molto probabile. Inutile dire che Laura ed Oxy sono due giocatrici di fondamentale importanza, ma ad oggi non conto di averle a disposizione”. Con o senza Avram e Pavlyk, Salerno dovrà in tutti i modi scuotersi dopo il brutto epilogo del 2014, che l’ ha vista uscire pesantemente sconfitta dalla sfida in trasferta con il Cassano Magnago. Serve dunque il riscatto immediato per cominciare il nuovo anno con il piede giusto ed assicurarsi un posto nella griglia play off.




Hanball Lanzara, il 2015 si apre nel migliore dei modi

CASTEL SAN GIORGIO. L’ Handball Lanzara 2012 inaugura il nuovo anno con un successo, così come accaduto nell’ ultima gara interna di Dicembre  ai danni del Free Time Manfredonia. Stavolta  a farne le spese è stato l’ Handball Benevento di Luigi Schipani, superato col punteggio finale di 15 – 18 nella terza giornata di ritorno del campionato interregionale di Serie B maschile. Di questo ritorno in campo, tuttavia, di positivo c’è stato il solo cogliere i tre punti in palio, i salernitani difatti hanno offerto una prova sottotono e assolutamente da dimenticare, lontana dalle reali potenzialità dal team allenato da Raffaele Carmando. Nonostante le assenze del portiere Giorgio, di Corrado, Russo, Irno e La Rocca, l’ Handball Lanzara aveva tutte le carte in regola per chiudere l’incontro senza troppi patemi, invece è stata costretta a rincorrere l’avversario al termine della prima frazione di gioco, salvo poi nella ripresa allontanare immediatamente gli spauracchi di una ipotetica disfatta. A differenza della gara di andata dove i salernitani chiusero il primo parziale di gioco con un netto 14 – 5 in proprio favore, stavolta al termine dei primi 30’ di gioco erano i sanniti avanti nel punteggio col parziale di 9 – 7.  I troppi errori in fase di impostazione e, soprattutto, al tiro hanno permesso l’avanzata dei padroni di casa che non si son fatti trovare impreparati sfruttando al meglio le varie occasioni presentatesi. Nella ripresa, strigliati dal proprio allenatore, i salernitani hanno però operato immediatamente il controbreak raggiungendo, a metà ripresa, il vantaggio sul 10 – 14 per chiudere poi il match sul 15 – 18 finale. Note positive son state, comunque, l’esordio in serie B, da titolare, del pivot Under18 Alati, andato anche a segno, e la prova offerta dal giovane Ferrara. “E’ stata una partita al di sotto delle nostre possibilità – ha dichiarato Danilo Pecoraro, giocatore dell’ Handball Lanzara 2012 – abbiamo giocato una delle più brutte gare del campionato, se non la più brutta. La vittoria, comunque, fa morale, soprattutto in vista della partita di Domenica 25 Gennaio contro la Scuola Pallamano Valentino Ferrara e  certifica l’unione della squadra anche nei momenti difficili. Ritengo che siamo stati penalizzati sotto l’aspetto mentale e siamo andati in confusione soprattutto nel momento in cui è scattata la marcatura a uomo su Ricciardelli, uno dei nostri migliori terzini. Gli aspetti positivi che ci hanno fatto poi portare la vittoria a casa sono stati una maggiore grinta e una buon difesa nel secondo tempo, abbiamo inoltre condotto più volte la seconda fase. La strigliata di mister Carmando all’ intervallo è servita abbastanza, in quanto col cuore abbiamo portato la partita a casa. Come ogni settimana prepareremo nel migliore dei modi la prossima partita, cercando di migliorare ulteriormente la difesa e perfezionando anche le varie soluzioni in attacco Questa gara è molto importante in primis per testare il nostro livello di maturità ,in secundis per toglierci qualche soddisfazione contro una squadra esperta come quella beneventana”.
Vincenzo Monetti




Salernitana finalmente convincente nell’ultimo test precampionato

di Marco De Martino

SALERNO. E’ convincente l’ultimo test amichevole prima dell’esordio ufficiale in campionato per la Salernitana. Contro il Valdiano finisce 6-0 ma a confortare è il gioco messo in mostra e, finalmente, le scelte tattiche dell’allenatore. Infatti Sanderra decide di rompere gli indugi e mandare in campo dal 1’ tutti i nuovi acquisti: Volpe, Foggia ed addirittura Esposito. Ma ciò che forse più conta è che il tecnico (che in difesa ha preferito ancora una volta Sbraga e Siniscalchi a Luciani e Tuia) rinuncia agli esperimenti e schiera la squadra col 4-3-3 e con Ginestra centravanti e Gustavo esterno d’attacco. Ed i risultati si vedono. La Salernitana è un’altra squadra. Reparti vicini, scambi di prima e manovra più fluida. Dopo pochi minuti la squadra granata passa in vantaggio. Cross di Foggia per il taglio di Gustavo che crossa al volo per Ginestra anticipato in extremis da un difensore del Valdiano. Poco dopo è Esposito che serve Ginestra il quale gioca di sponda per l’accorrente Volpe che calcia al volo a giro ma Maddalo compie il miracolo. L’estremo difensore si ripete pochi istanti dopo (con l’aiuto del palo) su una splendida bicicletta del Cobra. E’ Foggia a far sognare i tifosi e lo conferma in occasione della rete del vantaggio granata quando salta tre difensori e crossa al centro per l’accorrente Gustavo che deposita comodamente in rete per l’1-0. Il brasiliano conferma di essere il più prolifico di questo precampionato siglando poco dopo il raddoppio su imbeccata di Montervino. Nella ripresa, dopo pochi istanti, è Grassi, tra i più applauditi dai tifosi, che triplica. Guazzo fa poker sfruttando al meglio un grande assist di Mounard dalla sinistra. la Salernitana dilaga con Zampa che firma il 5-0 con un gran tiro dal limite. Chiude i conti ancora Guazzo. La Salernitana c’è, il Lecce è avvisato.
SALERNITANA 6
VALDIANO 0
SALERNITANA: Iannarilli (46’ Berardi); Sbraga (46’ Luciani), Molinari (46’ Tuia), Siniscalchi, Piva (46’ Chirieletti); Montervino (46’ Capua), Esposito (46’ Zampa), Volpe (46’ Grassi); Foggia (46’ Topouzis), Ginestra (46’ Guazzo), Gustavo (46’ Mounard). All: Sanderra.
VALDIANO: Maddalo (46’ Tordo), Giordano (46’ Ettorre), Onnembo, Coronato (61’ Forte), Calandriello (46’ Pipolo), Grippo, Mitronoff (46’ Adesso), Spinelli, Di Giacomo (46’ La Penta, 76’ Zozzaro), Morea (65’ Curcio), Costanzo (61’ Lopez). All: Tudisco.
Arbitro: Tolve di Salerno (Scuppo/Guarino)
Marcatori: 24’ e 33′ Gustavo, 47’ Grassi, 58’ e 79’ Guazzo, 60’ Zampa.
NOTE: Spettatori circa mille.