Della Greca nuovo assessore: «Farò passo indietro se non ci sarà più esigenza»

Brigida Vicinanza

Aveva annunciato una scelta tecnica, il primo cittadino di Salerno Enzo Napoli e la nomina è ricaduta proprio su Luigi Carmelo Della Greca, come anticipato su queste colonne il 14 marzo. La nomina, firmata dal sindaco, è avvenuto all’indomani del Consiglio comunale che ha visto come protagonisti dell’odg proprio i provvedimenti finanziari. Verrà comunicato all’intera amministrazione però durante la prossima assise comunale che si terrà entro la metà di questo mese. “Un tecnico di grandi qualità umane e professionali, ha un’esperienza importantissima e se guardate il suo curriculum ve ne renderete conto”. Sono queste le prime parole del sindaco di Salerno, Enzo Napoli, dopo aver ufficializzato nella mattinata di ieri la nomina del neoassessore al bilancio Luigi Della Greca. “E’ stato oltretutto nostro ragioniere Capo qui al Comune di Salerno e quindi conosce gli uomini e le cose e ha soprattutto un ottimo rapporto con gli altri dirigenti ed è una persona di assoluta e totale affidabilità – ha continuato –  tra l’altro è stato consigliere comunale e assessore in un comune della provincia, credo che abbia anche da questo punto di vista sufficiente esperienza e capacità per gestire una partita importante come quella del bilancio del Comune di Salerno che non è una partita di semplice e fredda gestione, è una cosa abbastanza complessa e credo che Della Greca come ha fatto per il passato saprà gestire con grande acume anche questa nuova cosa”. Aveva annunciato una scelta tecnica, il primo cittadino di Salerno Enzo Napoli e la nomina è ricaduta proprio su Luigi Carmelo Della Greca, come anticipato su queste colonne il 14 marzo. La nomina, firmata dal sindaco, è avvenuto all’indomani del Consiglio comunale che ha visto come protagonisti dell’odg proprio i provvedimenti finanziari. Verrà comunicato all’intera amministrazione però durante la prossima assise comunale che si terrà entro la metà di questo mese. “Un tecnico di grandi qualità umane e professionali, ha un’esperienza importantissima e se guardate il suo curriculum ve ne renderete conto”. Sono queste le prime parole del sindaco di Salerno, Enzo Napoli, dopo aver ufficializzato nella mattinata di ieri la nomina del neoassessore al bilancio Luigi Della Greca. “E’ stato oltretutto nostro ragioniere Capo qui al Comune di Salerno e quindi conosce gli uomini e le cose e ha soprattutto un ottimo rapporto con gli altri dirigenti ed è una persona di assoluta e totale affidabilità – ha continuato –  tra l’altro è stato consigliere comunale e assessore in un comune della provincia, credo che abbia anche da questo punto di vista sufficiente esperienza e capacità per gestire una partita importante come quella del bilancio del Comune di Salerno che non è una partita di semplice e fredda gestione, è una cosa abbastanza complessa e credo che Della Greca come ha fatto per il passato saprà gestire con grande acume anche questa nuova cosa”.  “Già oggi sono stato all’ufficio Ragioneria, facendomi consegnare tutta la documentazione del bilancio che dovrò guardare con attenzione in questi giorni per portarlo il Commissione e poi al Consiglio comunale per essere operativo al 100%. Palazzo di Città è stata la mia seconda casa – ha dichiarato lo stesso Della Greca –  ci ho lavorato per 40 anni, qui ho conosciuto mia moglie e ho vissuto momenti molto belli e anche qualche momento drammatico, però ho tanti amici e tanti colleghi. E’ un onore tornare al Comune di Salerno. Le preoccupazioni ovviamente ci sono, ma lavorando si possono risolvere. Voglio solo dire che io sarò un assessore tecnico, perchè la mia è una nomina tecnica, quindi nell’attimo in cui non ci sarà più l’esigenza di una persona tecnica, io farò un passo indietro”.




Riqualificazione periferie, il 3 aprile scade il termine per la presentazione dei progetti

di Brigida Vicinanza

Ieri mattina si è tenuta una conferenza stampa durante la quale il sindaco di Salerno Napoli e l’assessore all’urbanistica Mimmo De Maio hanno illustrato alcuni aspetti relativi al bando per il programma straordinario di intervento di riqualificazione urbana e sicurezza nelle periferie delle città. L’incontro segue di due settimane la firma a Roma della convenzione con la quale il Governo ha ammesso al finanziamento la città di Salerno e altri 23 comuni e città metropolitane. “Questi interventi ci aiuteranno a portare avanti la nostra idea della Salerno del futuro, nella quale le periferie saranno sempre più il cuore pulsante della città – ha dichiarato il Sindaco Napoli – Si tratta di opere di edilizia residenziale pubblica, ma anche di opere a finalità sociale: progetti immateriali che si andranno ad integrare con gli interventi fisici che saranno realizzati. È un programma affascinante. L’azione ora deve essere assolutamente tempestiva al fine di rispettare i tempi che sono molto serrati. Nei giorni scorsi ho chiesto al presidente nazionale dell’Anci De Caro di intervenire presso il Ministero, affinché si possano ottenere tempistiche più ampie”. E sulla tempistica interviene anche l’Assessore De Maio: “Il prossimo 3 aprile scade il termine per la presentazione dei progetti. Da oggi si parte concretamente e sono convinto che riusciremo a rispettare le scadenze, così come abbiamo fatto la scorsa estate per completare tutti gli adempimenti necessari per essere ammessi al finanziamento. Si aprono prospettive per le nuove realizzazioni – ha continuato l’assessore – con un lavoro straordinario che stanno facendo gli uffici preposti di Palazzo di Città, speriamo così che il programma possa essere concluso con ritmi serrati. Abbiamo posto le nostre perplessità al presidente Gentiloni in merito alla tempistica e speriamo solo ci possano essere tempi più elastici“. E, a quanto pare, a dare man forte agli uffici del Comune di Salerno e a dirigenti, ci sarà una task force di esperti esterni, che potrà monitorare e gestire soltanto i progetti che riguardano le periferie salernitane. Dunque, tempi strettissimi e fondi a rischio? Un dubbio che oramai attanaglia molti. Ora bisognerà attendere il 3 aprile per le società e le ditte che parteciperanno alla realizzazione dei progetti per Matierno, Fratte, Brignano e Ogliara. Ma non solo riqualificazione urbanistica, il progetto abbraccia anche l’aspetto sociale e della legalità, in un’azione di sinergia istituzionale che darebbe risposta ai riscontri formativi per i giovani del territorio, con la creazione di centri sociali e di luoghi diversi dagli istituti scolastici dove i giovanissimi potranno esprimere la propria creatività e sviluppare passioni e talenti.