Stazione Marittima in discoteca, «20 anni di attesa, uno spreco»

Scritto da , 29 Luglio 2020
image_pdfimage_print

«7.500.000,00 di soldi pubblici e 20 anni di attesa per una discoteca mi sembra davvero uno spreco». Non risparmia accuse all’amministrazione comunale Francesco Virtuoso, esponente del Meet Up amici di Beppe Grillo Salerno e candidato al consiglio regionale della Campania con il Movimento 5 Stelle, dopo quanto denunciato – attraverso queste colonne – in merito a quanto accade durante il fine settimana presso la stazione marittima di Salerno. «Non credo che l’archistar Zaha Hadid, nel progettare la Stazione Marittima di Salerno, abbia immaginato che alla fine la sua opera sarebbe stata utilizzata come bar e discoteca (anche in modo irregolare, viste le multe dei giorni scorsi) – ha dichiarato ancora Virtuoso – Tra vari stop per problemi di sicurezza per cedimenti vari, varianti in corso d’opera, ulteriori affidamenti, innumerevoli inaugurazioni ed oggi anche la discoteca multata, questa opera rappresenta la disfatta di una pessima modalità di gestione della “res publica”». Per il pentastellato, «non c’è stata oculatezza nella gestione dei soldi pubblici, non c’è stato rispetto nella gestione trasparente che ogni amministratore pubblico dovrebbe obbligatoriamente avere nell’esercizio della sua funzione – ha aggiunto – Invece di vergognarsi il Sindaco e gli assessori “fanno spallucce”, immaginando sempre che la colpa sia altrove. Non è così, Voi, servi del sistema deluchiano, siete i responsabili di questo degrado. Nessuna descrizione della foto disponibile».

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->