Spiaggia di Santa Teresa, ira dei bagnanti

La spiaggia di Santa Teresa finisce, ancora una volta, al centro delle polemiche. Già nella serata di martedì il consigliere di Salerno di Tutti Gianpaolo Lambiase ha denunciato la presenza di una lunga striscia di schiuma sporca, proveniente dal mare, “rappresa” sulla sabbia. «Ho segnalato il “fenomeno” ai Vigili urbani, al settore ambiente del Comune, alla capitaneria di porto, al sindaco», ha detto Lambiase in attesa di provvedimenti. La stessa segnalazione, da parte di numerosi cittadini e turisti, è giunta anche al Codacons Salerno che ha inviato una diffida alla Capitaneria di Porto di Salerno e una denuncia alla Procura della Repubblica. Al Codacons Salerno, ieri, sono infatti pervenute denunce di numerosi bagnanti i quali, più che “arrabbiati”, hanno segnalato la presenza di sostanze inquinanti e intensa schiuma lungo la spiaggia cittadina di Santa Teresa, sostanze che degradano profondamente l’ambiente, pregiudicano fortemente la natura e rappresentano un rischio per la salute pubblica, in questo periodo di caldo intensissimo e di alto grado di umidità, unico luogo della città in cui si può trovare un po’ di refrigerio. «Sulla spinta delle denunce dei cittadini e dei turisti e soprattutto sulla spinta delle immagini che girano sulla stampa online e sul web, presenteremo alla Procura della Repubblica denuncia per disastro ambientale e contemporaneamente diffida alla Capitaneria del Porto di Salerno affinché assumano, nei loro ambiti, le urgenti e necessarie iniziative per l’accertamento delle cause e soprattutto per perseguire i responsabili», ha dichiarato il vice segretario nazionale del Codacons, l’avvocato Matteo Marchetti che chiede spiegazioni agli organi competenti.