Sosta gratis il giovedì? Solo un palliativo

Scritto da , 30 Marzo 2019
image_pdfimage_print

di Andrea Bignardi

Il parcheggio gratis del giovedì non servirà a risolvere i problemi legati alla movida salernitana. Per molti titolari di locali notturni quello posto in atto è solo di un palliativo ma non una soluzione concreta. In ogni caso il recente provvedimento varato dall’amministrazione comunale con l’obiettivo di rilanciare la vita notturna in città ha diviso gli operatori commerciali del settore. Ad esprimersi positivamente sulla sosta gratuita sul fronte di mare è stata Concetta Russo del bar “Santa Lucia”. «Per esercizi come il nostro che sono aperti oltre che di giorno, per tutto l’ arco della serata, dall’aperitivo sino al dopocena – spiega – è un provvedimento sicuramente positivo. A beneficarne non siamo solo noi ma anche i nostri clienti che sono liberati, almeno per una sera alla settimana, dall’ansia continua del dover rinnovare il ticket per la sosta della loro auto.” Per la titolare dello storico bar salernitano, tuttavia, non mancano note dolenti: «Le tariffe del parcheggio sono abbastanza alte – in zona si pagano negli altri giorni dai due euro ai due euro e mezzo all’ora – aggiunge – Bisognerebbe anche restringere gli orari in cui la sosta è a pagamento, e allinearci alle altre città turistiche: al massimo a partire da mezzanotte parcheggiare non dovrebbe avere alcun costo. Volano di sviluppo per la nostra movida, infatti, più che la sosta gratis, sono le iniziative messe in campo dai locali, che hanno deciso di fare rete tra loro per rendere più accattivante la vita notturna in città». «Salerno non può essere una città morta nelle ore notturne – afferma invece Tommaso Pignata, titolare del ristorante “In Rada” – La crisi del commercio esiste realmente e sono convinto che anche al Comune nessuno ha mai sottovalutato il problema». Il noto ristoratore ha però constatato che nel suo locale non c’è stato un significativo incremento della clientela in seguito all’adozione della misura. «Probabilmente – aggiunge Pignata – lo stallo della scorsa serata è stato dovuto al clima ancora rigido, ma l’iniziativa è positiva e mostrerà senz’altro i suoi frutti». Dello stesso parere è anche il responsabile di sala del “Galleon Pub”, che ha condiviso l’iniziativa della sosta gratis il giovedì. «Darà slancio al giovedì che è un giorno tradizionalmente di calma piatta, ma stasera il clima ventoso non ha aiutato”, afferma. Basta tuttavia addentrarsi di qualche metro all’interno dei vicoletti del centro storico per trovare opinioni ben diverse sulla questione. Carmine Maiellaro, titolare del “Bohème Caffè Letterario” non usa mezzi termini: «L’iniziativa della sosta gratis è assolutamente insufficiente, non dà alcuno slancio alla vita notturna. L’amministrazione sta cercando senza successo di porre rimedio alla crisi della movida e del commercio: non credo che quest’iniziativa sortirà gli effetti positivi sperati». Il titolare del bar di via Antica Corte sostiene che rendere gratuita la sosta solo il giovedì sia solo una cura palliativa per una crisi strutturale. «Se la sosta fosse a costo zero già dal lunedì si potrebbe realmente dare una svolta conclude – Credo però che l’unico modo per rilanciare la vita notturna e richiamare giovani in città sia quello di consentirci realmente di accompagnare le serate con buona musica, dando spazio ai tanti giovani volenterosi di mettere il loro talento al servizio della nostra città».

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->