Somministrato vaccino scaduto

Scritto da , 24 gennaio 2018
image_pdfimage_print

Pina Ferro

Si erano recati presso gli uffici sanitari periferici dell’Asl per sottoporre il figlio alle vaccinazioni previste, ma mai avrebbero immaginato che al loro piccolo sarebbe stato somministrato un vaccino già scaduto. Non appena si sono resi conto dell’accaduto i genitori hanno immediatamente presentato una dettagliata denuncia. Nei guai un medico ed un assistente per l’infanzia del distretto sanitario di Giffoni Valle Piana. Ieri mattina, i carabinieri della Compagnia di Battipaglia, agli ordini del maggiore Erich Fasolino, a conclusione di tutti gli accertamenti del caso, hanno denunciato in stato di libertà, alla Procura della Repubblica di Salerno, due dipendenti del Distretto Sanitario 68 di Giffoni Valle Piana, un medico ed un’assistente all’infanzia, per somministrazione di medicinali guasti. I militari, a seguito della segnalazione giunta lo scorso 18 gennaio alla Stazione carabinieri di Giffoni Sei Casali da una coppia di coniugi del posto che avevano notato la data di scadenza di novembre 2017 sul bollino della vaccinazione apposto sul libretto del figlio di 8 mesi, si sono recati immediatamente al poliambulatorio di Giffoni Sei Casali, dove era stato praticato il vaccino contro il meningococco di gruppo B al piccolo, riscontrando effettivamente che la confezione del farmaco utilizzato riportava la data citata. Le successive verifiche condotte in collaborazione con i carabinieri del Nucleo Antisofisticazioni e Sanità di Salerno hanno permesso di accertare che il medico che aveva effettuato la vaccinazione era stato assistito, per le attività di preparazione, da persona in possesso di qualifica diversa da quella prevista. Al termine di tutte le attività di verifica è stata sottoposta a sequestro la sola confezione scaduta in quanto le altre rinvenute, oltre un centinaio, sono risultate in corso di validità, con scadenze comprese fra maggio 2018 e novembre 2019. I vaccini controllati sono: Bexsero – Imovax – Gardasil – Te- traxim – Infanrix Bexa – Boostrix – Varivax – Hexyon. Di tutti questi solamente uno presentava la data di scadenza anteriore al giorno della somministrazione al piccolo di Giffoni Sei Casali. Ovviamente, la notizia ha creato un certo allarmismo tra le mamme che negli ultimi giorni hanno sottoposto i propri bimbi alle consuete vaccinazioni previste dal sistema sanitario nazionale.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->