SPECIALE TERREMOTO XXXIX: Da Cetara a Salerno a piedi in un sol fiato nella notte del Terremoto

Scritto da , 24 Novembre 2019
image_pdfimage_print

Di MARCO MARTINO

Ero a Cetara all’epoca mio zio aveva comprato un ristorante bar, l’attuale S.Pietro e, il sabato finita la scuola andavo a dare una mano e la Domenica mattina alle 5 andavo ad aiutare un altro zio a tirare le reti: all’epoca si operava a mano senza nessun aiuto meccanico ma, soprattutto bisognava vogare. Il pomeriggio restavo con gli amici nella piazzetta di Cetara e la sera prendevo l’ultima Sita per tornare a casa, poiché il lunedì dovevo andare a scuola. Ricordo che eravamo appena usciti da una festa in casa di un amico (all’epoca le feste cominciavano alle 17 e finivano presto soprattutto in un paese come il mio) e ci fermammo al bar di fronte al convento per vedere 90^ minuto e infatti mentre stavamo vedendo le immagini della famosa sintesi Jevuntus-Inter e un mio amico sbatté le mani sul bancone, proprio sulla traversa colta dalla Juve, per scherzo ma contemporaneamente, si cominciò a sentire un rumore e il bancone del bar saliva e scendeva come una giostra . Qualcuno gridò il terremoto e scappammo tutti verso la Marina. Nel frattempo il campanile della chiesa sembrava venirci addosso la strada si rimpicciolì e la gente per scappare si calpestava, poi il buio pesto. Arrivato alla marina il mio primo pensiero fu di guardare verso Salerno e la vidi tutta spenta, un incubo Non sapevo nulla di casa mia, provai a telefonare, purtroppo nessuno rispondeva. I pensieri si affollavano angoscianti, pensai sono scappati ma non mi rassicurai. Avuta finalmente notizia che i miei parenti in loco stavano tutti bene e che non c’era stato nessun crollo, mi incamminai a piedi verso Salerno, al buio, da Cetara sino al ponte dell’Olivieri. Arrivato a casa il palazzo era tutto intero e tirai un sospiro di sollievo, ma adesso dovevo riunirmi ai miei cari, ed ebbi una felice intuizione, erano da mio zio giù al porto al Ristorante del Golfo.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->