Si va piano piano verso il lockdown

Scritto da , 21 Ottobre 2020
image_pdfimage_print

La nuova ordinanza di De Luca arriva in serata come annunciato in mattinata, dove aveva già dato ampie anticipazioni. L’ordinanza di ieri sera ne contiene solo una parte, quella più clamorosa evidentemente ha ancora bisogno, come vedremo, di un raccordo con il Governo. E riguarda il coprifuoco dalle 23 di venerdì fino alle 5 del mattino nel fine settimana. De Luca, di fatto, anticipa di una settimana quello che aveva già comunicato per la festa di Ognisanti. Però da venerdì, ed è già contenuto nel provvedimento serale, sarà vietato spostarsi tra le province della Campania salvo che per motivi di salute o di lavoro. La crescita dei contagi in Regione ha fatto scattare il provvedimento da tutti temuto. Per la scuola conferma la chiusura di quelle primarie e secondarie, come stabilito ma con una novità. C’è intenzione di riaprire le elementari a partire da lunedì e per questo l’Unità di crisi regionale dovrà valutare l’andamento dei contagi registrato nel personale scolastico e negli alunni e dei relativi casu connessi a contatti stretti. Poi si deciderà per la riapertura. In ogni caso c’è l’avvio immediato di progetti finalizzati alla didattica in presenza per i bambini autistici e/o con disabilità; Per quanto riguarda l’intenzione di chiudere per il week end, per la prevenzione e il contrasto dell’epidemia, la Regione ha chiesto al Ministro della Salute di condividere e disporre la sospensione di ogni attività dalle 23 alle 5 del mattino. Come detto si attende il via libera prima di emanare l’ennesima ordinanza. Per i dati epidemiolgici provenienti dall’area metropolitana di Napoli e in relazione al Comune di Arzano, sarà disposta l’istituzione della zona rossa nello stesso Comune di Arzano. Sarà per tutti impossibile uscire dal centro napoletano visto che saranno presidiate anche le vie interne che facilmente conducono a Secondigliano e poi a Napoli.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->