Servizi mensa e scuolabus. Arrivano gli aumenti

Scritto da , 5 Marzo 2019
image_pdfimage_print

di andbign

Nuovi aumenti in vista per le tariffe di alcuni importanti servizi pubblici nel comune di Battipaglia. Ad essere “ritoccati” saranno in particolare i prezzi del servizio mensa e del servizio scuolabus. E’ quanto emerge da recenti atti amministrativi del comune di Battipaglia. Gli aumenti, seppur presenti, saranno piuttosto contenuti. Ad assicurare la continuità del servizio e a sottolineare la necessità di un ritocco in alto delle tariffe per scongiurare ulteriori interventi ben più massicci da parte della Corte dei Conti, che “sorveglia” l’attività economica della città della Piana del Sele è stata l’assessore alle politiche sociali Rosaria Caracciuolo. “Con le recenti deliberazioni del Comune abbiamo ridotto il numero di fasce reddituali da sette a sei e programmato aumenti tariffari molto ridotti rispetto ad altri comuni del comprensorio, che pagano la tariffa massima prevista dalla legge” – ha assicurato la Caracciuolo – Manterremo un servizio di eccellenza, che si contraddistingue per le sue elevate caratteristiche qualitative. Era inevitabile – considerata la situazione economico-finanziaria del nostro comune – sottoporre il piano tariffario a dei piccoli aumenti: la soluzione contraria sarebbe stata quella di una riduzione drastica dei servizi essenziali.” Le tariffe del servizio scuolabus sono state rimodulate sulla base della situazione economica equivalente: manterranno l’esenzione dal pagamento le famiglie di studenti con disabilità motorie. Per quanto concerne, invece, il servizio mensa scolastico, gli aumenti dovrebbero essere di circa 50 centesimi di euro a pasto. Tali incrementi – in apparenza poco significativi – dovrebbero, stando alle previsioni, apportare un contributo importante alle casse comunali. Con il nuovo piano tariffario, infatti, il Comune di Battipaglia dovrebbe percepire all’incirca 17568 euro annui, da sommare ai 3 mila euro che annualmente il Comune di Eboli versa per compensare la “mobilità passiva” verso alcuni istituti battipagliesi. Sono cambiate, nel frattempo, anche le modalità di pagamento per la fruizione del servizio mensa scolastico. A decorrere da questa settimana, infatti, stando alla comunicazione della dirigente del settore educativo e socioculturale Anna Palumbo, non sarà più possibile trasmettere i pagamenti a mezzo mail ma bisognerà effettuare una tradizionale procedura cartacea.
andbign

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->