Secondo appuntamento per le associazioni di categoria: Cammarota

Scritto da , 12 Settembre 2021
image_pdfimage_print

Secondo appuntamento per le associazioni di categoria Claai, Confartigianato e Casartigiani con i candidati alla carica di primo cittadino. Gianfranco Ferrigno per la Claai, Franco Risi per Confartigianato e Mario Andresano per Casartigiani hanno incontrato ieri mattina il candidato sindaco Antonio Cammarota, presso la sede di Confartigianato, che ha presentato il programma elettorale e le proposte per il mondo del commercio e degli artigiani, per rilanciare la città di Salerno e i settori maggiormente colpiti dalla pandemia, in vista dei prossimi cinque anni di amministrazione. Il civico Cammarota – presentando il suo programma elettorale – ha ribadito la necessità di istituire il marchio identificativo, non solo per la manifestazione Luci d’Artista ma per rendere attrattivo il capoluogo, tutto l’anno. “Le mie proposte sono frutto di 15 anni di lavoro nelle istituzioni che mi hanno permesso di avere un’idea ben specifica di città – ha dichiarato Cammarota – Attraverso il concetto di marchio sarà possibile rendere attrattiva la città di Salerno e permettere ai turisti di visitare il capoluogo 365 giorni l’anno, senza dover attendere il periodo natalizio”. A strappare l’impegno di un tavolo permanente con le associazioni di categoria, il presidente della Claai, Gianfranco Ferrigno. “Assumo l’impegno a coinvolgere le associazioni di categoria riconosciute ai tavoli nazionali, chi è in grado di attuare il cambiamento deve essere in prima linea – ha replicato il candidato sindaco – Dobbiamo smetterla con la logica dell’uomo solo al comando perché è proprio attraverso il marchio si riesce a fare sistema”. L’avvocato Antonio Cammarota, candidato sindaco con tre civiche a suo sostegno, ha rilanciato – tra le altre proposte – il marchio moda e la città del talento “perché il marchio dell’artigianato può diventare centrale, a Salerno”. il presidente Risi fa notare che alcuni interventi proposti sono idee e programmi dell’attuale amministrazione, chiede esplicitamente come farà a realizzare questi interventi con un bilancio cittadino in difficoltà e quali sono le azioni concrete che metterà in campo per rendere più pulita ed attrattiva la città. Inoltre la centralità dell’artigianato è sempre proposta da tutti ma concretamente non si agisce mai in questa direzione, si chiede una azione di supporto affinché non vadano perse le capacità dei maestri artigiani avviando percorsi di formazione in laboratorio e poi in bottega, essi stessi elementi di attrazione per la città. Un tavolo permanente che partirà dall’assessorato al Lavoro che avrà il compito di curare i rapporti con le associazioni di categoria. L’incontro è stato moderato dalla giornalista Erika Noschese.

Consiglia

Lascia un commento

Puoi eseguire il login con Facebook

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per completare inserire risultato e prosegui * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->