Scuola: “In ogni caso si comincia il 24” De Luca smentisce le voci di un rinvio

Scritto da , 15 Settembre 2020
image_pdfimage_print

“Sierologici agli studenti? Stiamo preparando un test che consentirebbe di individuare la positività al Covid con la saliva: puntiamo ad utilizzare questo per fare i controlli anche ai ragazzi”. Torna a parlare di scuola il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, intervenuto ieri mattina a Salerno a margine dell’inaugurazione del cantiere per i lavori di riqualificazione della Zona Industriale. Nel corso del suo intervento, infatti, il governatore ha smentito le voci che parlavano di un possibile ulteriore slittamento della riapertura delle classi (“in ogni caso si comincia il 24”) e ha fatto il punto su quello che manca per completare le operazioni di messa in sicurezza. “Stiamo procedendo con migliaia di test sierologici e un nostro istituto di ricerca, il Ceinge, sta studiando da mesi il test salivare. Ora bisogna completare le sperimentazioni” spiega De Luca che poi illustra il protocollo da attuare nel caso di uno studente contagiato. “E’ evidente che se dovessimo trovare un ragazzo positivo faremo il test sierologico a tutta la classe e altri controlli mirati a tutti coloro che hanno avuto contatti con il positivo”. L’obiettivo, per la Regione Campania, è impedire gli spostamenti da parte dei docentie attacca il ministero della pubblica istruzione di Napoli: “Per quanto riguarda il mondo scuola, faremo una battaglia per impedire che i docenti di ruolo vengano spostati a centinaia di chilometri. Questa è un’altra cosa demenziale pensata dal ministero della Pubblica Istruzione”, ha infatti dichiarato De Luca. Tra gli argomenti oggetto di campagna elettorale, ancora una volta, la questione rifiuti e i siti di compostaggio: “Siamo la Regione che risolve il problema dei rifiuti, che non realizza altri termovalorizzatori, come propone il candidato di Salvini (il riferimento è a Caldoro, ndr). Vogliono fare altri 5 termovalorizzatori senza dire con i soldi di chi e senza dire dove vogliono farli. Noi non ne faremo più, ha detto infatti il presidente di Palazzo Santa Lucia. E a proposito dell’aeroporto Salerno-Costa d’Amalfi è ancora corsa a rivendicare i meriti. Per De Luca, infatti, il merito è tutto della Regione Campania. “Quando, mi auguro fra due anni e mezzo non di più, avremo completato la pista dell’aeroporto di SalernoPontecagnano, qui ci sara’ una rivoluzione economica, che neanche riuscite ad immaginare. Noi contiamo di portare nell’arco di 3 anni 3 milioni di viaggiatori – ha detto ancora C’è Luca – Dobbiamo essere pronti per quel momento – ha aggiunto – ad avere una fascia costiera splendida, tale da attrarre decine di migliaia di turisti e di viaggiatori”.

Consiglia

Lascia un commento

Puoi eseguire il login con Facebook

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per completare inserire risultato e prosegui * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->