«Sconfitta pesante ma ora serve unità» De Luca jr detta l’agenda ai consiglieri

Scritto da , 27 marzo 2018
image_pdfimage_print

Andrea Pellegrino

Piero De Luca raggruppa i consiglieri comunali di Salerno, detta l’agenda e invita all’unità. Nelle vesti di neo deputato, il primogenito del governatore della Campania è entrato a gamba tesa all’interno della maggioranza consiliare. «Rilancio dell’azione amministrativa», ha affermato De Luca jr, alla luce di «un risultato non soddisfacente in città». Colpa di una città sporca, per una errata organizzazione della società “Salerno Pulita” e di alcune opere di riqualificazione dei quartieri non ancora partite. Poi l’inchiesta Fanpage che avrebbe fatto perdere terreno e punti alla vigilia dell’apertura delle urne. Una sconfitta non solo personale ma dell’intera squadra di governo cittadino. Ora «maggiore compattezza e più gioco di squadra», l’appello che lancia De Luca jr ad assessori e consiglieri comunali del capoluogo. Presente anche il primo cittadino Enzo Napoli mentre in chiusura si è visto anche Franco Alfieri, prossimo a rientrare a Palazzo Santa Lucia. Deleghe ai consiglieri comunali, rimpasto e turn over delle presidenze delle municipalizzate, la proposta di alcuni esponenti della maggioranza che spingono già da alcune settimane per una messa a punto degli incarichi politici. Una proposta in parte accolta dallo stesso Piero De Luca che non ha chiuso le porte a possibili cambi. A partire dalle società partecipate del Comune di Salerno. Non nell’immediato ma ben presto non si escludono cambi ai vertici. Quanto alla giunta aggiustamenti dovrebbero riguardare gli alleati (tra tutti c’è il caso Falcone ancora in piedi, sollevato dai Moderati per Salerno) ma anche qualche esponente del Partito democratico, ritenuto “affaticato”. Tra i “nominati” c’è Mimmo De Miao. Per lui troppe deleghe pesanti (viabilità e sicurezza) e poca presenza. Si valuta, invece, l’eventuale nomina dell’assessore al bilancio, dopo le dimissioni di Roberto De Luca, finito al centro dell’inchiesta di Fanpage e destinatario di un avviso di garanzia per corruzione. Tra i possibili successori c’è Luigi Della Greca, già dirigente comunale del settore finanziario ed attuale consigliere politico del governatore De Luca. Infine sulla puntata di “Fuori Roma” andata in onda domenica sera, De Luca jr ha parlato di «una offesa e un duro attacco per tutta la città».

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->