Scintille in Consiglio tra Cariello e Conte con minacce di querele

Scritto da , 30 Marzo 2019
image_pdfimage_print

Si ritorna in consiglio, ma la tensione della seduta di giovedì resta alta, Il sindaco Cariello ha infatti minacciato di querelare il consigliere di minoranza Antonio Conte. A scatenare la polemica è stata l’ presentata dal consigliere di Mdp, che ha invitato il primo cittadino a fare chiarezza sugli affidamenti diretti compiuti dalla giunta. Conte ha denunciato infatti la scarsa trasparenza degli atti prodotti in materia dall’amministrazione comunale, accusando il primo cittadino e la maggioranza di favoritismi nei confronti di alcune imprese aggiudicatrici:. “Soprattutto sulla videosorveglianza – ha affermato il consigliere lanciando una chiara stoccata al sindaco – ci sono imprese che hanno una posizione poco chiara nei confronti del Comune. Posso riferirmi ad incontri che il nostro sindaco e alcuni amministratori della giunta hanno intrattenuto con alcuni imprenditori al di fuori di ogni orario d’ufficio, e che probabilmente attengono a questioni inerenti l’amministrazione del Comune.” Non è tardata ad arrivare la durissima risposta del primo cittadino, che ha interrotto bruscamente il discorso di Conte, annunciando senza mezzi termini la sua intenzione di denunciarlo rivolgendosi all’ Arma dei Carabinieri. “Non è accettabile questo modo di agire persecutorio e giustizialista – ha tuonato Cariello, che ha invitato Conte a fare “nomi e cognomi” dei soggetti accusati di connivenza con l’amministrazione comunale. Il dibattito politico è poi sconfinato sul piano personale, con il sindaco che ha accusato il consigliere di essere “la brutta copia dell’onorevole Conte, che non è mai arrivato a tali livelli squallidi e bassi.” Anche la tutela della sicurezza è stata portata all’attenzione dell’assise da parte del consigliere, che ha richiesto : “Abbiamo speso fiumi d’inchiostro e di parole sia in consiglio comunale che nella conferenza di presidenza diretta dall’avvocato Fausto Vecchio – ha dichiarato – affinchè venga costituito un comitato provinciale dell’ordine pubblico e della sicurezza per garantire tranquillità alle nostre imprese, ai professionisti, ai cittadini in generale.” A difesa di Conte si è schierato un altro consigliere di opposizione, seduto dal lato opposto dell’emiciclo consiliare: il capogruppo di Forza Italia Damiano Cardiello. “Espimo massima solidarietà ad Antonio Conte e a tutta la sua famiglia per lo squallido attacco. Il sindaco è sempre più nervoso quando parliamo di affidamenti diretti e manutenzione. Se Cariello dovesse procedere legalmente nei confronti del collega lo invito a querelare anche me.”

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->