SCHIANTO A POSITANO, MUORE UNA STUDENTESSA: ARRESTATO 28ENNE. Impatto tra mini caravan e scooter, perde la vita la 17enne Fernanda Marino della frazione Montepertuso e liceale al “Salvemini” di Sorrento

Scritto da , 22 Ottobre 2021
image_pdfimage_print

Tragico schianto sulla Statale Amalfitana 163, muore una studentessa di Positano, Fernanda Marino (nella foto di Positano news). Aveva 17 anni e frequentava il liceo “Salvemini” a Sorrento. Ha trovato la morte scontrandosi, in sella al suo scooter, contro un mini caravan nella  parte più larga del senso unico regolamentato da semaforo a causa dei lavori a un costone dichiarato pericolante. Viaggiava verso Sorrento, presumibilmente stava andando a scuola, il veicolo Mercedes (Noleggio con conducente) in direzione opposta verso Salerno. La giovane è deceduta sul colpo, troppo gravi i politraumi al capo e al torace dopo il violento impatto. Inutili i soccorsi che hanno solo certificato il decesso.  Arrestato il conducente  il 28enne L.D., originario di Pompei, risultato positivo alla cannabinoide: è accusato di omicidio stradale. Il dipendente di una società di trasporto passeggeri a noleggio  alla guida del van Mercedes  sarebbe passato col rosso al restringimento della carreggiata. A confermarlo cinque testimoni, automobilisti incolonnati al semaforo che hanno visto transitare, sulla corsia opposta, il van, ignaro del rosso. Poi lo scontro frontale con lo scooter proveniente dalla direzione opposta con in sella Fernanda. Il corpo della sfortunata studentessa è stato per diverse ore sull’asfalto (il sinistro sarebbe avvenuto poco dopo le 8,30) prima che venisse prelevato e portato in obitorio al Ruggi di Salerno su disposizione del pubblico ministero di turno presso il Tribunale del capoluogo.  Tristezza a Positano per quanto accaduto. Originaria della frazione di Montepertuso, lascia il padre  Franco e la madre Sonia. Nel mirino è finito il semaforo che regolamenta il traffico a senso unico nella carreggiata ristretta a causa del costone dichiarato pericolante. Su disposizione della Procura salernitana, infatti, è stato posto sotto sequestro (insieme ad auto e quel che resta dello scooter) dai carabinieri delegati alle indagini. In serata poi, dopo i rilievi, è risultato che il 28enne originario di Pompei era sotto la guida di cannabinoidi e sarebbe passato con il rosso. Per lui è scattato l’arresto.  “L’intera comunità positanese è scossa e sconvolta. Non ci sono parole per descrivere questo lutto che ha colpito la nostra Positano. Ci stringiamo commossi e provati all’immenso dolore della Famiglia”, scrivono dal Comune. L’amministrazione intanto  ha annullato tutti gli eventi a data da destinarsi di questo fine settimana per il grave lutto che ha colpito la cittadina costiera.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->