Sceriffata show: De Luca blocca straniero

Scritto da , 23 settembre 2018
image_pdfimage_print

Erika Noschese

Si era recato all’interno del supermercato solo per acquistare una banana e tentare di placare un po’ la fame. Questo è bastato al governatore De Luca per permettere in scena la sua ennesima sceriffata show. Così, ieri mattina, poco dopo mezzogiorno, era di passaggio nei pressi di via Quaranta quando ha notato un giovane extracomunitario, un nigeriano 28enne, che – a suo dire – si era intrufolato all’interno del supermercato con fare sospetto. A quel punto, ha imposto all’autista di fermarsi e ha iniziato ad inseguire il nigeriano. Uno show in piena regola quello messo in scena dal governatore De Luca, come ci ha abituati da ormai diverso tempo, che ha voluto impedire al 28enne nigeriano di “infastidire” i residenti della zona o gli abituali frequentatori del supermercato. Così, è stato direttamente De Luca a fermare lo straniero che è stato poi consegnato ai vigili urbani che hanno trasferito il nigeriano presso il comando di via dei Carrari per ulteriori accertamenti. Lo straniero, senza documenti ma con tre cellulari in tasca, è da alcuni anni in Italia ma aveva il permesso di soggiorno scaduto, ragion per cui è stato trattenuto presso il comando dei caschi bianchi per diverse ore. Il suo reato? Aver fame. Di fatti, appena giunto in via Dei Carrari, il 28enne ha chiesto di poter mangiare ma gli è stata elevata anche una sanzione amministrativa per la questua che praticava davanti al supermercato, pur senza infastidire nessuno. Per De Luca non è la sua prima volta da sceriffo: da anni, infatti, sembra volersi immolare a paladino della giustizia per fermare gli stranieri ed impedire loro di fare la questua dinanzi ai supermercati della città di Salerno. Da tempo, ormai, nell’ascoltare i discorsi del governatore sembra quasi sentir parlare il ben più noto “capitano”, il leghista doc Matteo Salvini tanto da spingere la Lega di Salerno ad invitarlo al raduno che si sarebbe dovuto tenere a Campagna il prossimo 29 e 30 settembre, poi rinviato a data da destinarsi per permettere al Ministro dell’Interno di essere presente. Intanto, i residenti di via Quaranta sembrano aver apprezzato la “sceriffata” del governatore De Luca che sembra voler liberare la sua città dai questuanti e ripristinare sicurezza e legalità, come ha più volte pre annunciato.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->