«Scarsa illuminazione e odori poco gradevoli in tutta la zona»

Scritto da , 6 Novembre 2019
image_pdfimage_print

di Antonio Iovino

Difficoltà nel trovare un posto per l’auto, tratti di strada dissestati e scarsa illuminazione: questi alcuni dei problemi che, alcuni residenti e commercianti della zona al centro di Salerno dominata dallo storico stadio Vestuti, riscontrano. È a loro, che quotidianamente vivono il quartiere, che va la parola per comprendere il loro punto di vista sulle problematiche della “zona Vestuti”. Una residente del quartiere, Roberta Del Vecchio, dichiara: “Abito nei pressi di via Zara e a volte, specialmente nel periodo delle Luci d’Artista, scarseggia l’illuminazione pubblica. Poco distante da casa mia, inoltre, soprattutto nei pressi del mercato ortofrutticolo, capita spesso di imbattersi in topi e odori poco gradevoli, non è una condizione piacevole. Aggiungo che nella stessa zona, da svariato tempo, il manto stradale è dissestato a causa delle radici degli alberi che, nel tempo, hanno creato spaccature e rialzamenti, pericolosi per chi transita sia a piedi che in auto”. Infine, Roberta Del Vecchio, esprime il suo dissenso nei confronti di un’altra situazione: “Spesso la sera vedo alcune persone rovistare nell’immondizia. Sono episodi che rattristano ma al contempo, vedere che il contenuto dei tanti sacchetti della spazzatura che vengono squarciati viene sparso in strada, non può che infastidirmi dato che l’igiene e la pulizia vengono meno”. Questo, invece, il punto di vista di Domenico Scarano, che lavora e risiede nel quartiere: “Ci sono alcune carenze in questa zona. Una riguarda sicuramente l’illuminazione pubblica; i lampioni, infatti, non sempre si accendono in strada. È altresì importante sottolineare anche le non ottimali condizioni di alcune strade, con buche e dossi che potrebbero risultare pericolosi per tutti coloro che transitano, specialmente per gli anziani. Un altro problema rilevante è quello che vede coinvolti coloro i quali, soprattutto quando si conferisce l’indifferenziato, vengono a rovistare nei vari sacchetti facendo sì che l’area diventi una sorta di discarica. Questa situazione di degrado e davvero poco piacevole, soprattutto per una città che dovrebbe essere turistica. Nonostante le segnalazioni non sembrano esserci provvedimenti in merito e la cosa va avanti da anni”. Infine Scarano conclude evidenziando una pessima abitudine di alcuni cittadini padroni di un cane: “Non tutti si comportano adeguatamente e, anche se è brutto sottolinearlo, non è difficile trovare in strada escrementi non raccolti”. Un altro residente della zona Vestuti, Leonardo Santoro, dichiara: “Personalmente non riscontro particolari problemi se non quello del parcheggio. Rispetto ad altre zone possiamo sicuramente ritenerci abbastanza fortunati ma le difficolta nel trovare un posto auto ci sono ed in concomitanza con l’arrivo dei turisti per l’accensione delle Luci d’Artista, diventa tutto un po’ più complicato”. “Le strade sono molto sporche – afferma Antonella Rainone del negozio “L’Angolo del Cucito” – e un problema è quello riguardante gli escrementi dei cani. Questa situazione non è legata all’arrivo o meno dei turisti in città e si verifica durante tutto il corso dell’anno”. Proseguiamo con il punto di vista di Nicola Fortunato, titolare del negozio “Bluoffice”, sulle problematiche del quartiere: “La strada è dissestata, ci sono molte buche e, durante tutto l’anno, l’illuminazione scarseggia lungo via Luigi Cacciatore. Semmai i lampioni si accendono anche ma la luce che producono non è efficace”. Infine, la parola ad un altro residente del quartiere, M. M., il quale preferisce rimanere anonimo: “I problemi di questa zona non sono tantissimi ma ci sono. Per prima cosa il parcheggio, se sei fortunato ci metti anche cinque minuti ma ci sono periodi in cui sono costretto ad allontanarmi da casa di svariate centinaia di metri per trovare un posto. Spesso, in alcune traverse, anche se non si potrebbe, le persone parcheggiano sia a destra che a sinistra e questo fa sì che, naturalmente, lo spazio per passare diminuisca ed è capitato che, in casi di emergenza, le ambulanze non riuscissero a transitare. C’è anche da dire che, dove viene fatto abitualmente il mercato, è impossibile camminare, sia perché la strada è così malmessa da sembrare un percorso ad ostacoli, sia perché, specialmente quando fa caldo, c’è un pessimo odore. Voglio anche segnalare le condizioni degli alberi di alcune traverse al di sotto dello stadio, forse ora li stanno sistemando perché si avvicina il periodo delle Luci d’Artista ma, per mesi e mesi, nessuno se ne occupa e ciò che dico lo si può tranquillamente verificare guardando le zone dove ancora non è stata effettuata la potatura”.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->