Scafati. Marra e Raviotta difendono il sindaco: “con l’odio che stanno seminando, raccoglieranno solo tempesta”

Scritto da , 6 novembre 2015
image_pdfimage_print

Di Adriano Falanga

A replicare all’interrogazione parlamentare del Pd la consigliera comunale e forzista, Brigida Marra: “E’ vergognoso che quattro parlamentari tutti della Regione Campania presentino un’interrogazione che li avrà impegnati non poco relativamente alle vicenda di un semplice sindaco anziché attivarsi come invece avrebbero dovuto fare rispetto a dei problemi che hanno messo in ginocchio l’intera Regione Campania: sicurezza, emergenza sanitaria, Fiume Sarno, allagamenti, fanghi, miasmi e pericolo per la salute dei cittadini. Questi sono i temi dei quali da cittadina prima ancora che da consigliere mi aspettavo si occupassero i nostri parlamentari con risposte concrete –continua la Marra – Mai ho visto fino ad oggi nella nostra Città un attivismo di questa parte politica così intenso come quello che stanno mettendo in campo da mesi, con ogni mezzo e in ogni sede per mettere fuori dalla scena politica l’uomo Pasquale Aliberti. E’ l’ennesima dimostrazione che dove non riescono ad arrivare con il consenso popolare sono pronti a percorrere qualsiasi ulteriore strada, ma in fondo a loro il consenso non serve – poi la stoccata –  Al di là della mia collocazione politica, sono sempre più convinta che il partito lo fanno gli uomini e che se in questi anni al Parlamento ci fossero stati uomini come Vincenzo De Luca certamente la Campania avrebbe avuto il ruolo che meritava”. Dal canto suo il primo cittadino su Facebook ne approfitta solo per rinnovare la sua intenzione di tornare al voto: “hanno chiesto al Governo di eliminare il sindaco di Scafati e sostituirlo con un commissario. Oramai lo chiedono da anni a tutti: al Governo, al Prefetto, alle Procure d’Italia. Perché non chiederlo agli scafatesi?”. Dall’opposizione arriva la solidarietà ad Aliberti da Michele Raviotta, ex Pd: “Mi dispiace per gli amici onorevoli, ma non hanno capito nulla, non è così che si costruisce il dopo Aliberti. Credo che alla fine li ringrazierai perchè con l’odio che stanno seminando a Scafati, raccoglieranno solo tempesta”.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->