Scafati. Inchiesta Overline, archiviata la posizione dell’ingegnere Sicignano

Scritto da , 19 novembre 2015
image_pdfimage_print

Inchiesta Over Line, stralciata la posizione dell’ingegnere Antonio Sicignano, nell’ambito del procedimento penale n. 4660/12, avviato dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Salerno, dottor Vincenzo Montemurro, ed archiviata dal GIP di Salerno, Dottoressa Zambrano, su richiesta del Pubblico Ministero. Infondata la notizia di reato, trattandosi di vicende (aggiudicazione, da parte dell’Acse s.p.a. dell’appalto alla OVERLINE s.r.l. di smaltimento dei rifiuti anni 2011 e 2012) di mero rilievo amministrativo, così come ampiamente argomentato e dimostrato dal collegio difensivo, composto dagli avvocati Marco Cucurachi e Paride Annunziata sia inizialmente in sede di interrogatorio di garanzia che nella copiosa documentazione prodotta, nonché’ nelle memorie difensive depositate in Procura. Le ipotesi di reato contestate al dipendente della partecipata scafatese nel 2012, assieme all’intero Cda dell’Acse erano di turbativa d’asta e false dichiarazioni, con l’aggravante di aver agevolato un’organizzazione mafiosa. “Grande soddisfazione umana e professionale per la chiusura di una indagine nella quale era coinvolto l’ingegnere, dipendente dell’Acse s.p.a. e rispetto alla quale è stata accertata la sua totale estraneità ai gravi reati contestati, tutti aggravati dalla modalità mafiosa”, così il legale e attuale consigliere comunale, Marco Cucurachi.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->