Scafati. Arrivano i Repubblicani. Raffaele De Luca lavora alla lista

Di Adriano Falanga

Arrivano i Repubblicani a Scafati. Dopo la convention nazionale tenuta a Milano il 2 giugno, l’associazione che si ispira (e collega) all’area liberale di americana mette radici pure a Scafati. E in prospettiva elezioni anticipate, comincia a prepararsi. Certo è che ci sarà una lista, e a lavorarci sopra c’è Raffaele De Luca, nome non nuovo in città. De Luca, già assessore allo Sport e Cultura con l’amministrazione Bottoni, è stato poi candidato alle provinciali a supporto di Edmondo Cirielli con la Lega Sud Ausonia, fino ad organizzare, con altri amici, il comitato pro Matteo Renzi alle primarie di partito contro Bersani. Un comitato che è diventato lista elettorale “Adesso Scafati” a supporto del candidato sindaco del Pd, l’avvocato Vittorio D’Alessandro, nel 2013. In consiglio comunale siede Filippo Quartucci, eletto con la lista Adesso, passato al Pd ma a quanto si mormora, molto interessato al nuovo progetto politico.

De Luca starebbe lavorando ad un gruppo di amici fedelissimi cercando anche sponda nella società civile. Ufficialmente la collocazione politica nazionale è nel centrodestra, ma a Scafati non si esclude una convergenza a sinistra, ammesso che ci sia un progetto politico da poter condividere, e la cosa non sembra facile, visti i trascorsi. Molto probabile invece un interessamento del primo cittadino, alle prese con la compilazione delle liste prima della “sfiducia concordata” di fine anno, per ripresentarsi alle elezioni. I Repubblicani potrebbero essere, con Michele Raviotta e i destrorsi di “Noi con Salvini”, il terzo anello su cui Aliberti sta costruendo la sua nuova corazzata elettorale. Dopo la pausa estiva la presentazione ufficiale del movimento liberale.