Sarno, manca un piano di viabilità

Scritto da , 11 ottobre 2018
image_pdfimage_print

Sarno sempre più isolata dal resto dell’Agro nocerino. Neanche il presidente della Provincia, Giuseppe Canfora, nonostante avesse tutte le leve per risolvere i problemi, è riuscito a non mettere una pezza alla difficoltà della mobilità per i suoi cittadini e quelli dell’intero agro Sarnese. Sarno è il comune dell’Agro nocerino peggio collegato di tutti gli altri. eppure la citta guidata da Canfora confina con due importanti paesi del Vesuviano: Striano e Palma Campania. eppure nulla. Probabilmente Canfora che viaggia in auto poco si preoccupa delle difficoltà dei suoi concittadini. Sarno è anche sede di una importante stazione della vecchia Circumvesuviana, ma è perfettamente inutile pensare che un cittadino di Nocera Inferiore o di Pagani possa approfittarne perchè non saprebbe come arrivare a Sarno dai rispettivi territori. Se si resta a piedi a Sarno l’unica vera alternativa per raggiungere Nocera Inferiore, Scafati o Pagani resta la passeggiata a piedi o l’autostop. Alla faccia del sindaco e del presidente della Provincia. Non si sa se l’ossequioso Canfora abbia mai fatto
presente il problema al suo angelo Divinatore (Il Governatore della Campania) o se questi non abbia mai preso in seria considerazione il problema, ma resta il fatto che Sarno è come se fosse una enclave in un territorio ostile. E i binari di altre dimensioni già ci sono come si faceva ai tempi della guerra fredda tra l’Ovest e l’est Europa per la paura di invasioni militari. Probabilmente la paura dell’invasione all’ex comunista Canfora è rimasta e non si è accorto che i tempi sono cambiati. La Circumvesiviana resta quindi l’ultima stazione nel salernitano (a parte quella di Scafati che invece è servita benissimo dai Bus) fine a se stessa. Un avamposto come Fort Apache. eppure il sindaco di Sarno è anche presidente della Provincia. E in più ossequioso osservatore del verbo deluchiano. Sarno nel frattempo resta isolata. Non si sa bene se i cittadini saranno contenti di questo stato di cose. Certo è che la prova del nove ci sarà tra pochi mesi quando Canfora tornerà a chiedere la fiducia ai sarnesi. e non si sa questi ultimi come la prenderanno da un sindaco tanto potente quanto obbediente a dire signorsi.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->