Sanderra boccia Troiano, in arrivo l’ex molosso Sacilotto

Scritto da , 18 Luglio 2013
image_pdfimage_print

Lo tsunami scatenatosi dopo l’addio di Carlo Perrone ed il conseguente arrivo di Stefano Sanderra sulla panchina della Salernitana sta per provocare altri stravolgimenti, sia sul mercato sia all’interno dello staff granata. Cambia l’allenatore, cambiano gli obiettivi. Innanzitutto per una questione tattica. Perrone aveva deciso di puntare forte sul 4-3-1-2 ed aveva chiesto alla società l’ingaggio di calciatori (Cruciani, Troiano, Genevier e lo stesso Grassi) con determinate caratteristiche. Ora l’avvento di Sanderra apre nuovi scenari. Innanzitutto può dirsi definitivamente saltata la tripla trattativa con il procuratore Sidella per l’ingaggio dei centrocampisti Troiano (svincolato), Genevier (Siena) e Giannone (Pro Patria): «Non ci sono novità e credo non ce ne saranno con la Salernitana», ha glissato l’agente. Troiano firmerà per il Perugia, Genevier resterà a Siena mentre Giannone sta per passare alla Reggina. Al loro posto alla Salernitana stanno per arrivare la mezzala brasiliana Sacilotto ed il giovane regista, capitano della Lazio Primavera, Gianmarco Falasca. Il primo, svincolatosi a fine stagione dal Latina e con un passato recente nelle fila della Nocerina, era già seguito dalla Salernitana e con l’arrivo di Sanderra le porte della squadra granata ora si sono spalancate. Anche Falasca era in predicato di passare alla Salernitana già qualche tempo fa ed ora i tempi per il suo approdo in granata sono finalmente maturi. Falasca, che ha militato anche nelle giovanili di Inter e Roma, era seguito con insistenza dal Siena ma alla fine Lotito ha scelto anche per lui la soluzione Salerno. Ma il centrocampo non sarà l’unico reparto ad essere integrato. E’ in dirittura d’arrivo l’ingaggio dell’attaccante nigeriano Kolawole Agodirin, altro pupillo di Sanderra al Latina nella passata stagione. Esterno d’attacco brevilineo, agile e scattante ma poco prolifico, è da circa dieci anni nel nostro Paese dove ha militato al Mantova, Olbia, Reggiana, Viterbese, Spal, Foggia (con Zeman) e appunto Latina. Agodirin farà parte del tridente nel 4-3-3 che Sanderra ha intenzione di riproporre anche a Salerno. Naturalmente non sarà soltanto il mercato in entrata a cambiare. Alcuni calciatori che erano in bilico con Perrone ora potrebbero trovare maggior spazio nel nuovo modulo che porterà in dote Sanderra. Su tutti Gustavo e Mounard, che si sono sempre esaltati quando hanno fatto parte di un tridente. Invece potrebbero soffrire del cambio del modulo Ginestra e Guazzo, dal momento che è previsto un solo centravanti di ruolo.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->