Salerno si assicura le guide di domani

Scritto da , 4 marzo 2014
image_pdfimage_print

di Francesco Carriero

I ragazzi scendono in campo per la propria città ed entrano a contatto con il mondo del lavoro, nel settore turistico. Questo, in breve, il positivo bilancio della prima work experience fatta da 53 alunni del liceo Regina Margherita, che, agli ordini della professoressa Paola Scocozza, durante il periodo delle Luci d’Artista hanno prestato servizio volontario come guide turistiche. Nella giornata di ieri l’Amministrazione comunale ha voluto ringraziare i ragazzi per la loro opera, consegnandogli degli attestati di merito. «Questa esperienza – ha spiegato la dirigente scolastica del liceo Regina Margherita, Virginia Loddo – ha permesso agli alunni di venire a contatto con la realtà del nostro territorio e ha permesso loro di svolgere una vera esperienza lavorativa, che ha permesso loro, tra le altre cose, di avere esperienze dirette con visitatori provenienti dall’estero e quindi di cimentarsi in altre lingue. la work experience è stata un successo soprattutto grazie al lavoro sinergico svolto tra la scuola e i vari enti coinvolti. Il mio auspicio è quello di poter replicare l’iniziativa il prossimo anno». Ma Salerno si appresta ad accogliere anche i numerosi turisti che tra qualche mese sbarcheranno in città dalle navi da crociera e, vista la bravura degli studenti e il successo dello stage nel periodo delle “Luci”, l’assessore Maraio, si augura di poter utilizzare il loro lavoro anche per da guida ai croceristi: «Ringrazio gli studenti per l’ottimo lavoro svolto – ha dichiarato l’assessore – ed intendiamo continuare questa collaborazione con il Regina Margherita e con altri istituti della città. È stato un esperimento ben riuscito che ha creato un primo contatto scuola-mondo del lavoro da parte di alunni motivati e qualificati. L’idea è quella di replicare questa esperienza anche in vista della stagione crocieristica». Il primo cittadino di Salerno, Vincenzo De Luca ha voluto consegnare personalmente gli attestati di merito ai ragazzi, spronandoli a difendere la città dal provincialismo e dalla cafoneria che le impediscono, a detta dello stesso sindaco, di compiere il passo definitivo verso l’Europa e di diventare una città a totale vocazione turistica: «Difendete ed incrementate – ha detto De Luca agli studenti presenti – il respiro europeo che ha conquistato Salerno e liberiamo insieme la città degli ultimi residui di cafoneria e provincialismo. Salerno non è una città d’arte con flussi turistici automatici nonostante ciò attira moltissimi visitatori. Siamo una città di mare che però piace anche e soprattutto di inverno grazie alle Luci d’Artista. Il nostro è un miracolo. Ma quando ho proposto l’evento per la prima volta, ho dovuto combattere contro la cafoneria e il provincialismo. Abbiamo già iniziato a lavorare alla prossima edizione delle Luci, incontrando gli amici di Torino. Ci saranno interessanti novità soprattutto sul Corso cittadino. Peccato che dalla Regione e dal Governo non arrivi un euro

Consiglia

1 Commento

  1. Rodolfo

    4 marzo 2014 at 18:47

    Speriamo di liberarci presto di questo signore per una Salerno più libera

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->