Salerno scende in campo per Carola Rackete e per essere liberi di dissentire

Scritto da , 28 Giugno 2019
image_pdfimage_print

di Erika Noschese

“Liberi e libere di dissentire”: all’appello lanciato in questi giorni da numerosi cittadini salernitani che questo pomeriggio, alle 18.30 scenderanno in piazza per esprimere solidarietà alle 12 persone indagate dopo la contromanifestazione organizzata in occasione della passeggiata per la Legalità della Lega, nel mese di settembre, si unisce anche Potere al Popolo, in queste ore presente in tutta Italia per contrastare gli atti di prepotenza e di propaganda assunti da questo Governo. Intanto, sia Potere al Popolo che il Coordinamento Salerno contro la legge (in)sicurezza, promotori dell’iniziativa Liberi di Dissentire questo pomeriggio scenderanno in piazza anche per esprimere solidarietà all’equipaggio della Sea Watch3. «Manifestiamo contro la politica della barbarie imposta dal Ministro Salvini, vogliamo gridare il nostro dissenso contro il progetto nazista di lasciare morire migliaia di persone in mare, contro gli sgomberi di progetti culturali e spazi sociali, contro l’idea della donna oggetto espressa dalla Legge Pillon e dal Congresso delle Famiglie; contro chi vorrebbe mettere da parte i valori di antifascismo, antirazzismo e antisessismo», dichiarano i membri di Potere al Popolo. «Saremo in piazza al fianco di chi è stato ingiustamente indagato per aver contrastato una marcia apertamente xenofoba, sessiste e omofoba – ha dichiarato Gerardo Ragosa responsabile dipartimento povertà e immigrazione di Pap Salerno – Siamo con i 12 indagati, con la comunità senegalese che ogni giorno subisce discriminazioni e repressione, al fianco degli attivisti dello Centro Popolare Colapesce di Catania sgomberato brutalmente nelle scorse settimane e della capitana della Sea Watch che ha salvato vite disobbedendo una legge ingiusta». E proprio il coordinatori di Salerno contro la legge (in)sicurezza questo pomeriggio daranno vita non solo ad un momento di riflessione collettiva ma esprimeranno vicinanza all’equipaggio della Sea Watch e alla capitana Carola Rackete. Intanto, continuano ad arrivare messaggi di solidarietà da parte di esponenti del mondo dello spettacolo, politico o semplici cittadini. Tra questi il consigliere Dante Santoro che, attraverso i suoi canali social, esprime solidarietà alle 12 persone indagate e la squadra di Zona Orientale Rugby Popolare Salerno pronti a scendere in campo per esprimere la loro vicinanza.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->