Salerno piange Ladislao Palumbo, istruttore e campione di nuoto

Scritto da , 26 gennaio 2018
image_pdfimage_print

Salerno ed il mondo sportivo cittadino piangono la scomparsa di Ladislao Palumbo, 66 anni, storico nuotatore che troppo presto, nonostante un indiscusso talento, decise di abbandonare la carriera da atleta per dedicarsi a quella di istruttore. Da sempre l’acqua è stata il “suo elemento” tanto da tramandare la sua grande esperienza a giovani e meno giovani insegndo nella sua Società – la “Nuoto Club Delfino Salerno” – alla Piscina Simone Vitale. Ha vinto tante sfide nella sua vita ma non quella contro un brutto male che l’ha strappato all’affetto dei familiari e di quanti lo volevano bene.

LE CONDOGLIANZE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA NUOTO (FIN) 

La Federnuoto si unisce al dolore di familiari, amici e della Delfino Salerno per la prematura scomparsa di Ladislao Palumbo, 66 anni, delfinista campione italiano con brevi trascorsi da pallanotista e tecnico appassionato. Il presidente Paolo Barelli, i presidenti onorari Lorenzo Ravina e Salvatore Montella, i vice presidenti Andrea Pieri, Francesco Postiglione e Teresa Frassinetti, il segretario generale Antonello Panza, il consiglio e gli uffici federali, il presidente provinciale della FIN Salerno Luca Malinconico esprimono le più sentite condoglianze.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->