Salerno Letteratura ricorda Fellini e Francesco Durante

Scritto da , 10 Luglio 2020
image_pdfimage_print

di Monica De Santis

Torna “Salerno Letteratura” e torna con un’edizione che vuole ricordare Federico Fellini, nel centenario della sua nascita e Francesco Durante, direttore artistico della manifestazione scomparso nell’estate dello scorso anno. Al grande regista italiano è dedicata la serata del 22 luglio all’Arena del Mare, con inizio alle ore 21.45, che vedrà come protagonisti con Stefano Giuliano al sax, Marco De Gennaro al piano, Domenico Andria al basso, Stefano De Rosa alla batteria, che eseguiranno “Le musiche di Fellini (in Jazz)” a seguire la proiezione del film “Lo sceicco bianco” restaurato dalla Fondazione Cineteca di Bologna nell’ambito del progetto “Fellini 100” in collaborazione con RTI-Mediaset e Infinity. Mentre Francesco Durante sarà ricordato il 23 luglio nell’atrio del Duomo con una serata dal titolo “Perdurante” e che vedrà come protagonisti Tony Laudadio e Stefano Giuliano Quartet, introdotti da Ines Manieri. Il sipario dell’ottava edizione della manifestazione si alzerà sabato 18 luglio e calerà il prossimo 25 luglio. Diverse le location della città che ospiteranno i 166 autori, i 120 eventi e i 12 spettacoli in cartellone. Il programma completo della manifestazione è stato presentato questa mattina a Palazzo di Città da due dei direttori artistici, Cennaro Carillo e Paolo Di Paolo, dalla direttrice organizzativa Ines Mainieri, dal sindaco di Salerno Vincenzo Napoli e dall’assessore alla Cultura del Comune di Salerno Antonia Willburger. Molti gli ospiti che interverranno a questa edizione tra questi Valerio Massimo Manfredi, Maurizio De Giovanni, Ferzan Özpetek, e Walter Veltroni. Il taglio del nastro il 18 luglio, alle ore 18.15  nella Corte interna della Guardia di Finanza “Chi ha ucciso Pablo Neruda?” Incontro con Roberto Ippolito, autore di Delitto Neruda. Alle 18.45 presso il Museo Diocesano si parlerà di poesia e immaginazione con Piero Dorfles, Anna Grazia D’Oria, Mariano Baino. Alle 19 “Resistere, resistere, resistere! Rime di resistenza per superare la contingenza, con Antonio Carmando. In collaborazione con Fondazione Alfonso Gatto. Alle 19.30 nella Corte interna della Guardia di Finanza “Qual è il mistero di Napoli?” Incontro con Maurizio Ponticello, autore di La vera storia di Martina Basile (Mondadori), e con Lavinia Petti, autrice di La ragazza delle meraviglie (Longanesi). Sempre alle 19.30 al Tempio di Pomona spettacolo di narrazione e pupazzi, di e con Flavia D’Aiello  “Pirati all’imballaggio!”. In contemporanea nell’ atrio del Duomo incontro con Sandro Veronesi, vincitore del Premio Strega 2020, e a Largo Barbuti “Come si scrive un ritratto? Incontro con Emanuele Trevi, autore di Due vite (Neri Pozza). Alle ore 20 presso il Museo Diocesano incontro con Gian Mario Villalta, autore di L’apprendista. Mentre alle 20.45 al Tempio di Pomona si terrà l’incontro con Melania G. Mazzucco, autrice di L’architettrice (Einaudi) e in contemporanea a Largo Barbuti «Ma l’amore no»: cosa ci dicono i romanzi delle donne italiane? Un reading di Valeria Palumbo, autrice di Non per me sola, mentre nella Corte interna della Guardia di Finanza incontro con Mario Fortunato, autore di Sud (Bompiani). Alle ore 21 nell’atrio del Duomo Tutti vogliono tornare alla natura, ma nessuno a piedi di Gilberto Corbellini. Prolusione inaugurale di Salerno Letteratura 2020. Alle 21.15 al Museo Diocesano incontro con Stefano Feltri, direttore di «Domani». Alle 22 al Tempio di Pomona incontro con Viola Ardone, autrice di Il treno dei bambini (Einaudi), e con Fabiano Massimi, autore di L’angelo di Monaco (Longanesi). Alle 22.15 nell’atrio del Duomo incontro con David Quammen, autore di Spillover e L’albero intricato (Adelphi), ed Enrico Bucci. Alle 22 a Largo Barbuti incontro con Romano Lupi, autore di Il portiere di Astrachan. Voli e cadute di Rinat Dasaev (Edizioni Fila 37), e con Davide Morganti, che presenta la rivista online «QuattroTreTre». Mentre alle 22.30 al Museo Diocesano “La follia di Alberto Sordi”. Una lezione, tra parole e immagini, di Michele Masneri e Andrea Minuz. La giornata si chiude alle 23 a Largo Barbuti con l’incontro con Sandro Bonvissuto, autore di La gioia fa parecchio rumore (Einaudi); intervengono Darwin Pastorin e Paolo Di Paolo. Il programma delle altre serate potrà essere consultato attraverso il sito internet di Salerno Letteratura. Alcune performance, reading e spettacoli saranno a pagamento ed i biglietti potranno essere acquistati online su www.azzurroservice.it, mentre per assistere alla serata in ricordo di Fellini sarà obbligatorio la prenotazione attraverso il sito www.vivaticket.it ed avrà un costo simbolico di 1 euro.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->