Salerno, imprenditore si toglie la vita

Scritto da , 18 Gennaio 2013
image_pdfimage_print

Potrebbe essere essere la crisi economica ad aver spinto un falegname e imprenditore del settore dei mobili a togliersi la vita. E’ accaduto stamattina nella zona industriale di Salerno. A trovare il corpo senza vita dell’uomo Domenico, 66 anni originario di Bellizzi, è stato il figlio che preoccupato dell’assenza del padre si è recato nel capannonne dell’azienda in Via Scavate Case Rosse. Qui il ritrovamento del cadavere dell’uomo che si è impiccato con una fune. L’imprenditore avrebbe lasciato anche un un biglietto nel quale spiegherebbe il suo gesto: non riusciva più ad andare avanti a causa di alcuni pagamenti che non arrivavano e di vendite che non riusciva ad affettuare. E’ l’ennesima vittima della profonda crisi economica che sta attanagliando il settore dell’artigianato. Gli amici hanno raccontato che aveva fatto di tutto per salvare l’azienda, compreso affidarsi alla fortuna del gioco. Lascia tre figli.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->